Auto e motori
  • Nato dalla partnership tra il marchio TwoDots e la  casa automobilistica, scende in pista Glyboard Corse, il nuovo hoverboard ispirato all’inconfondibile stile Lamborghini, disponibile dal 23 marzo, ma prenotabile da subito sul sito http://www.twodots.it/lamborghini/ Dai cerchi in alluminio alle celle esagonali del motivo delle pedane, il  dispositivo rappresenta l’iconicità e l’aerodinamicità delle automobili Lamborghini. Dotato […]

  • Hertz ha annunciato l’ingresso in azienda di Tracy Gelhan in qualità di Chief Operations Officer per Hertz International. Riportando a Michel Taride, Presidente del Gruppo Hertz International la Gehlan avrà come base operativa la sede centrale dell’azienda, nei pressi di Londra, Regno Unito. In questa nuova posizione appena creata Tracy Gelhan sarà responsabile della crescita […]

  • La nota “Regola delle Cinque W” consiste nel fatto che, nella lingua inglese, esistono cinque parole che iniziano tutte per “W”, le quali ricordano le cose essenziali da citare nella redazione di un articolo giornalistico. Le equivalenti in italiano sono “chi, cosa, quando, dove, perché” (cui andrebbe aggiunto anche “come”) ed è evidente che questa […]

  • Dal 10 ottobre 2018 The Beautyaholic’s Shop, la boutique online specializzata nella vendita di esclusivi prodotti di bellezza naturali e organici, approda a Milano con l’apertura di un punto vendita all’interno dell’importante department store Coin di Piazza V Giornate. Al lussuoso flagship store di Roma – Piazza di Spagna, si aggiunge quindi un caldo e […]

  • Una decina di anni fa Clarisonic ha creato la categoria della pulizia sonica con i suoi dispositivi brevettati, che sono diventati degli alleati fantastici per prendersi cura della pelle. Ora Clarisonic presenta la sua soluzione più brillante e tecnologicamente avanzata: il NUOVO Mia Smart, un dispositivo che o re infiniti vantaggi.   Il nuovo Mia […]

  • Parte oggi la Campagna #MYEVENBETTER, a supporto di Even Better Foundation, il fondotinta best-seller di Clinique.Le persone vere non sono solo quelle che vediamo in televisione, online e sulle pagine delle riviste patinate. Le persone che acquistano i prodotti Clinique sono anche e soprattutto quelle che incrociamo per strada, quelle che vediamo in metropolitana o […]

  • Dolomia, brand di Make-Up e Skincare, presenta Enrosadira, la sua prima Eau de Toilette creata in collaborazione con una delle più rinomate case profumiere francesi. Una fragranza contraddistinta da differenti sfumature tra le quali emerge la rinfrescante delicatezza della rosa in acqua ghiacciata. L’enrosadira è il suggestivo spettacolo offerto dalle Dolomiti, che dall’alba al tramonto si tingono di […]

  • Ci sono dei momenti in cui si sente l’esigenza di intervenire per dare nuova vita agli interni della casa. Allo stesso tempo, per donarle una rinnovata freschezza, occorre intervenire con intelligenza e seguire le migliori tendenze in corso. Lo sa bene chi vive qui a Milano, nota per essere una fra le capitali mondiali del […]

  • Milano Bedding, da oltre venti anni, produce divani e divani letto che coniugano forma ed innovazione, per offrire un prodotto espressione della qualità made in Italy.   “Il mondo del contract e dell’hotellerie è per noi un mercato consolidato e sempre in crescita”, spiega Roberto de Lorenzo, CEO dell’azienda, “per questo, partecipiamo a fiere dedicate […]

  • “Case all’italiana”, dove l’arte del vivere incontra la bellezza, per i classici della collezione Heritage in dialogo con i pezzi contemporanei, le icone Molteni&C e le sofisticate cucine Dada. I divani Paul e Albert firmati Vincent Van Duysen, l’armadio Gliss Master e le cucine VVD e Hi-line Frame sono i protagonisti della nuova campagna 2019, […]

  • Il 25 ottobre 2018 SpazioFMG per l’Architettura ospita il quinto appuntamento di The Architects Series, che vedrà come protagonista lo studio di architettura e progettazione Ennead, con sede a New York e Shanghai.   Il portfolio di Ennead vanta numerosi progetti di spicco sia nel pubblico sia nel privato, dalle ristrutturazioni ai progetti di recupero, […]

  • KLM e Qantas, linee aeree australiane, hanno siglato un accordo di code-sharing, estendendo, così, notevolmente il numero delle proprie destinazioni. I passeggeri KLM potranno viaggiare da qualsiasi città servita da KLM o dai suoi partner, e quindi anche dalle principali città italiane,verso Sidney, Melbourne, Brisbane o Perth via Singapore senza più preoccuparsi dei propri bagagli. […]

  • Durante la fiera del turismo IFTM Top Resa di Parigi, Air France ha presentato il nuovo layout delle cabine delle classi Economy e Economy Premium che, a partire da Gennaio 2019, offrirà una rinnovata travel experience a bordo del suoi 15 Airbus A330s. Inoltre, i passeggeri Air France scopriranno, in modo graduale, anche una nuova […]

  • Lo stilista di Savile Row, Ozwald Boateng OBE, sarà il prossimo di una fortunata serie di stilisti britannici che disegnerà le nuove divise della compagnia aerea.   Ozwald Boateng, noto per portare un tocco moderno e contemporaneo alla classica istituzione sartoriale britannica, progetterà una collezione per i 32.000 dipendenti della compagnia aerea che indossano un’uniforme […]

  • Alla loro quinta edizione, i World’s Best Wine Lists Awards hanno esaminato oltre 1.000 etichette di vini delle più importanti aziende di tutto il mondo. La giuria ha considerato la varietà e l’eccezionale qualità della selezione di vini proposta da Air France sui suoi diversi aeromobili e classi di prenotazione.   L’award conferma il riconoscimento […]

  • Tutto è pronto per la sesta edizione di Taormina Gourmet, che dal 27 al 29 ottobre porterà , nella perla dello Jonio, il meglio della tradizione enogastronomica italiana. L’evento , ideato dal giornale on line Cronachedigusto.it , ospiterà le migliori cantine italiane, aziende d’eccellenza e di nicchia, con i loro prodotti autentici, prestigiosi birrifici italiani […]

  • Alessi torna a sostenere alcune iniziative che promuovono le eccellenze italiane: l’azienda partecipa in qualità di sponsor tecnico all’88a Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba (6 ottobre – 25 novembre 2018) e supporta le attività dell’Accademia Bocuse d’Or Italia in vista della finale mondiale di Lione (29 e 30 gennaio 2019).   Alessi è presente […]

  • Neko, il Gusto dell’Oriente apre il suo terzo locale nella capitale. A via Aosta 60/a, in una ramificazione di piazza Re di Roma, arriva la vera cucina giapponese con una selezione brevettata di cocktails impreziositi da un tocco asiatico. Personale qualificato, materie prime freschissime e tanta originalità: questi i punti di forza di Neko che, anche in formula all you can […]

  • Prendersi cura dell’acqua dalle fonti alla tavola, ridurre l’impatto ambientale, sostenere lo sviluppo economico e sociale e contribuire a un futuro di salute e benessere per le persone. Questi sono gli impegni illustrati nel secondo report sulla creazione del valore condiviso, da Sanpellegrino, azienda di riferimento in Italia nel settore delle acque minerali e delle […]

  • FISI IN TOUR ha aperto i battenti a Trento in una giornata particolarmente intensa per la Federazione Italiana Sport Invernali. La giornata è cominciata dal centro città, dove è in svolgimento il Festival dello Sport organizzato dalla Gazzetta dello Sport in collaborazione con la Provincia di Trento. Qui si è svolto il “Camp skiroll”, con […]

  • Dopo un minuto Jorginho aveva già colpito la traversa, imitato da Lorenzo Insigne a partita inoltrata. La Nazionale azzurra ha battuto la Polonia al termine di una partita dominata dall’inizio alla fine e conclusa con la rete di Biraghi nell’over time: bello il gesto del terzino della Fiorentina che con le mani ha mimato il […]

  • Nove vittorie in nove partite: c’è una Nazionale che ci da grandi soddisfazioni, quella delle ragazze del volley che si giocano il titolo mondiale nel lontano Giappone. Nella settimana di assenza della serie A, la pallavolo azzurra ha calamitato l’interesse dei telespettatori con share elevati nonostante le ore mattutine delle telecronache che nella fase a […]

  • Mancano poco meno di due settimane all’assemblea federale elettiva, convocato dal commissario Fabbricini,  che dovrà stabilire chi sarà presidente  della federcalcio. O meglio, dovrà ratificare l’elezione di Gabriele Gravina, attuale presidente della Lega Pro, visto che l’ex presidente del Castel di Sangro è ‘unico candidato alla carica.    Gravina ha presentato un programma basato sui […]

lunedì, 8 ottobre 2018

LA FALSA SICUREZZA

di Carlo Sidoli

Ci sono molti proverbi, in tutte le lingue e dialetti, che invitano alla prudenza; “fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio” può essere quello che li riassume tutti. C’è chi evita i viaggi in aereo e chi sale le scale a piedi anche se c’è l’ascensore, ma prima o poi è giocoforza fare affidamento sui dispositivi di emergenza e di sicurezza se si vuole vivere una vita “normale”. Ci capitasse di dover scegliere tra salire a bordo di un’imbarcazione dotata di scialuppe di salvataggio o di una con quattro salvagenti malandati, sceglieremmo sicuramente la prima e viaggeremmo ben tranquilli; una tranquillità ingiustificata se nella realtà le scialuppe, a nostra insaputa, fossero bucate o comunque inservibili. Tra le azioni più squallide c’è appunto quella di indurre a una falsa sicurezza, imbrogliare il prossimo deliberatamente, anche solo non mettendolo al corrente dei pericoli cui va incontro. Peggio che peggio quando i pareri, se non addirittura i consigli falsamente rassicuranti, vengono dalle istituzioni che dovrebbero proteggere i cittadini. Non credo che l’Italia possa dare lezioni sull’argomento se solo andiamo a ricordare certi episodi come il disastro del Vajont (1963, duemila morti, abitanti di villaggi che vivevano ignari di sottostare a un immane pericolo, prevedibile ma non allertato) o ultimamente il crollo del ponte Morandi di Genova dove chi prendeva l’autostrada pagava, nell’illusione di “viaggiare sicuro”; la relazione della commissione ispettiva ministeriale (MIT = Ministero Infrastrutture e Trasporti) in proposito fa rabbrividire ed è contestata dalla Società Autostrade.

 

Gli abitanti dell’Indonesia vivono in una zona ad alto rischio di terremoti e conseguenti tsunami, tanto è vero che dei 250.000 morti registrati nell’evento del 2004, ben 150.000 furono indonesiani. Quell’ecatombe portò a conoscenza del mondo intero il fenomeno degli tsunami (prima si parlava di “maremoti”), oltretutto ben documentati dai filmati, e diede origine a un sistema di monitoraggio e prevenzione per avvisare con tempestività le popolazioni interessate dell’area compresa tra India orientale, Australia settentrionale e Giappone. Peraltro la centrale nucleare nipponica di Fukushima fu gravemente danneggiata nel marzo 2011 da onde alte 15 metri che provocarono il più grave incidente atomico al mondo dopo Chernobyl (aprile 1986, Unione Sovietica). Chi abita o si reca in quelle zone dell’estremo oriente ha la logica convinzione che oggi le cose siano cambiate: gli tsunami non si possono evitare, ma le popolazioni possono essere avvisate in tempo per allontanarsi dalle rive e per limitare i danni. Sta di fatto che, a seguito di un terremoto di magnitudo 7,5 della “scala Richter”, uno tsunami con onde di 6 metri ha colpito inaspettatamente il 28 settembre scorso la città indonesiana di Pau situata sull’isola vulcanica di Sulawesi causando oltre mille morti. Qualcosa certamente non ha funzionato perché l’allarme è scattato, ma con due gravi difetti: non è stato correttamente percepito a Pau e ha segnalato una previsione di onde da mezzo metro a 3 metri, abbastanza innocue. Le ragioni dell’insuccesso dei sistemi di allerta sono semplici e perciò molto preoccupanti: la superficialità e la mancanza di manutenzione. Innanzitutto il blackout elettrico causato dal terremoto ha impedito di ricevere efficacemente l’allarme e di azionare le sirene: ciò significa che le batterie e i generatori che dovrebbero ovviare alla mancanza di corrente erano inesistenti o fuori uso. Poi, non si è potuta calcolare la vera altezza delle onde perché le 22 boe speciali di rilevamento (dono di Stati Uniti, Germania e Malesia a seguito dello tsunami del 2004) non erano operanti in quanto oggetto di furto o di vandalismo. Infine, delle 170 stazioni sismiche in zona solo 70 erano in grado di funzionare e la più vicina a Pau si trova a 200 km di distanza. Proprio dai dati di queste poche stazioni i tecnici, in mancanza di altro, hanno ritenuto che il terremoto avrebbe causato uno tsunami tutto sommato modesto. Intanto gli abitanti di Pau e dintorni erano in spiaggia a festeggiare protetti, come pensavano e come erano stati rassicurati dalle autorità, da un ingegnoso e preciso sistema di rilevamento che, in caso di pericolo, avrebbe loro permesso di allontanarsi con calma e in tutta sicurezza.

TAG:

Non sono presenti commenti per questo articolo.


Lascia un commento »