Moda e tendenze
  • Nato dalla partnership tra il marchio TwoDots e la  casa automobilistica, scende in pista Glyboard Corse, il nuovo hoverboard ispirato all’inconfondibile stile Lamborghini, disponibile dal 23 marzo, ma prenotabile da subito sul sito http://www.twodots.it/lamborghini/ Dai cerchi in alluminio alle celle esagonali del motivo delle pedane, il  dispositivo rappresenta l’iconicità e l’aerodinamicità delle automobili Lamborghini. Dotato […]

  • Hertz ha annunciato l’ingresso in azienda di Tracy Gelhan in qualità di Chief Operations Officer per Hertz International. Riportando a Michel Taride, Presidente del Gruppo Hertz International la Gehlan avrà come base operativa la sede centrale dell’azienda, nei pressi di Londra, Regno Unito. In questa nuova posizione appena creata Tracy Gelhan sarà responsabile della crescita […]

  • La nota “Regola delle Cinque W” consiste nel fatto che, nella lingua inglese, esistono cinque parole che iniziano tutte per “W”, le quali ricordano le cose essenziali da citare nella redazione di un articolo giornalistico. Le equivalenti in italiano sono “chi, cosa, quando, dove, perché” (cui andrebbe aggiunto anche “come”) ed è evidente che questa […]

  • Per celebrare il lancio di www.stellamccartneycares.org, Idris Elba, Ufficiale dell’Ordine dell’Impero Britannico nonché pluripremiato attore e regista di fama internazionale aderisce alla nuova campagna di Stella McCartney sulla sensibilizzazione sul cancro al seno. “All is Love”, il cortometraggio sincero, fiducioso e ricco di spunti di riflessione realizzato per la campagna, fornisce informazioni e attira l’attenzione […]

  • La bellissima Maria Vittoria Paolillo è convolata a nozze sabato indossando un raffinato abito Atelier Emé, creato in base alle sue preferenze dalla Creative Director del marchio Raffaella Fusetti.   La cerimonia è avvenuta a Roma, nella splendida Chiesa Di Sant’Antonio dei Portoghesi e il ricevimento è proseguito a Palazzo Colonna, nella Galleria Del Cardinale.   […]

  • È un ruolo innovativo quello creato in Tod’s Group per Michele Lupi, già direttore di testate internazionali come GQ, Rolling Stone, Icon e Icon Design.   Il giornalista entra a far parte del team del Gruppo Tod’s con l’obiettivo di arricchire la squadra che si sta formando in vista delle sfide future che rientrano nel […]

  • Chi lavora nella moda è fortunato. Non perché sorseggia champagne passando da una boutique di lusso alla scelta di una borsetta firmata, come, superficialmente ed erroneamente, crede chi è fuori del fashion system e non vede sacrifici, passione e duro impegno di chi nel sistema ci si ritrova.   Si è fortunati perché si ha […]

  • Dal 10 ottobre 2018 The Beautyaholic’s Shop, la boutique online specializzata nella vendita di esclusivi prodotti di bellezza naturali e organici, approda a Milano con l’apertura di un punto vendita all’interno dell’importante department store Coin di Piazza V Giornate. Al lussuoso flagship store di Roma – Piazza di Spagna, si aggiunge quindi un caldo e […]

  • Una decina di anni fa Clarisonic ha creato la categoria della pulizia sonica con i suoi dispositivi brevettati, che sono diventati degli alleati fantastici per prendersi cura della pelle. Ora Clarisonic presenta la sua soluzione più brillante e tecnologicamente avanzata: il NUOVO Mia Smart, un dispositivo che o re infiniti vantaggi.   Il nuovo Mia […]

  • Parte oggi la Campagna #MYEVENBETTER, a supporto di Even Better Foundation, il fondotinta best-seller di Clinique.Le persone vere non sono solo quelle che vediamo in televisione, online e sulle pagine delle riviste patinate. Le persone che acquistano i prodotti Clinique sono anche e soprattutto quelle che incrociamo per strada, quelle che vediamo in metropolitana o […]

  • Dolomia, brand di Make-Up e Skincare, presenta Enrosadira, la sua prima Eau de Toilette creata in collaborazione con una delle più rinomate case profumiere francesi. Una fragranza contraddistinta da differenti sfumature tra le quali emerge la rinfrescante delicatezza della rosa in acqua ghiacciata. L’enrosadira è il suggestivo spettacolo offerto dalle Dolomiti, che dall’alba al tramonto si tingono di […]

  • Ci sono dei momenti in cui si sente l’esigenza di intervenire per dare nuova vita agli interni della casa. Allo stesso tempo, per donarle una rinnovata freschezza, occorre intervenire con intelligenza e seguire le migliori tendenze in corso. Lo sa bene chi vive qui a Milano, nota per essere una fra le capitali mondiali del […]

  • Milano Bedding, da oltre venti anni, produce divani e divani letto che coniugano forma ed innovazione, per offrire un prodotto espressione della qualità made in Italy.   “Il mondo del contract e dell’hotellerie è per noi un mercato consolidato e sempre in crescita”, spiega Roberto de Lorenzo, CEO dell’azienda, “per questo, partecipiamo a fiere dedicate […]

  • “Case all’italiana”, dove l’arte del vivere incontra la bellezza, per i classici della collezione Heritage in dialogo con i pezzi contemporanei, le icone Molteni&C e le sofisticate cucine Dada. I divani Paul e Albert firmati Vincent Van Duysen, l’armadio Gliss Master e le cucine VVD e Hi-line Frame sono i protagonisti della nuova campagna 2019, […]

  • Il 25 ottobre 2018 SpazioFMG per l’Architettura ospita il quinto appuntamento di The Architects Series, che vedrà come protagonista lo studio di architettura e progettazione Ennead, con sede a New York e Shanghai.   Il portfolio di Ennead vanta numerosi progetti di spicco sia nel pubblico sia nel privato, dalle ristrutturazioni ai progetti di recupero, […]

  • KLM e Qantas, linee aeree australiane, hanno siglato un accordo di code-sharing, estendendo, così, notevolmente il numero delle proprie destinazioni. I passeggeri KLM potranno viaggiare da qualsiasi città servita da KLM o dai suoi partner, e quindi anche dalle principali città italiane,verso Sidney, Melbourne, Brisbane o Perth via Singapore senza più preoccuparsi dei propri bagagli. […]

  • Durante la fiera del turismo IFTM Top Resa di Parigi, Air France ha presentato il nuovo layout delle cabine delle classi Economy e Economy Premium che, a partire da Gennaio 2019, offrirà una rinnovata travel experience a bordo del suoi 15 Airbus A330s. Inoltre, i passeggeri Air France scopriranno, in modo graduale, anche una nuova […]

  • Lo stilista di Savile Row, Ozwald Boateng OBE, sarà il prossimo di una fortunata serie di stilisti britannici che disegnerà le nuove divise della compagnia aerea.   Ozwald Boateng, noto per portare un tocco moderno e contemporaneo alla classica istituzione sartoriale britannica, progetterà una collezione per i 32.000 dipendenti della compagnia aerea che indossano un’uniforme […]

  • Alla loro quinta edizione, i World’s Best Wine Lists Awards hanno esaminato oltre 1.000 etichette di vini delle più importanti aziende di tutto il mondo. La giuria ha considerato la varietà e l’eccezionale qualità della selezione di vini proposta da Air France sui suoi diversi aeromobili e classi di prenotazione.   L’award conferma il riconoscimento […]

  • Tutto è pronto per la sesta edizione di Taormina Gourmet, che dal 27 al 29 ottobre porterà , nella perla dello Jonio, il meglio della tradizione enogastronomica italiana. L’evento , ideato dal giornale on line Cronachedigusto.it , ospiterà le migliori cantine italiane, aziende d’eccellenza e di nicchia, con i loro prodotti autentici, prestigiosi birrifici italiani […]

  • Alessi torna a sostenere alcune iniziative che promuovono le eccellenze italiane: l’azienda partecipa in qualità di sponsor tecnico all’88a Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba (6 ottobre – 25 novembre 2018) e supporta le attività dell’Accademia Bocuse d’Or Italia in vista della finale mondiale di Lione (29 e 30 gennaio 2019).   Alessi è presente […]

  • Neko, il Gusto dell’Oriente apre il suo terzo locale nella capitale. A via Aosta 60/a, in una ramificazione di piazza Re di Roma, arriva la vera cucina giapponese con una selezione brevettata di cocktails impreziositi da un tocco asiatico. Personale qualificato, materie prime freschissime e tanta originalità: questi i punti di forza di Neko che, anche in formula all you can […]

  • Prendersi cura dell’acqua dalle fonti alla tavola, ridurre l’impatto ambientale, sostenere lo sviluppo economico e sociale e contribuire a un futuro di salute e benessere per le persone. Questi sono gli impegni illustrati nel secondo report sulla creazione del valore condiviso, da Sanpellegrino, azienda di riferimento in Italia nel settore delle acque minerali e delle […]

  • FISI IN TOUR ha aperto i battenti a Trento in una giornata particolarmente intensa per la Federazione Italiana Sport Invernali. La giornata è cominciata dal centro città, dove è in svolgimento il Festival dello Sport organizzato dalla Gazzetta dello Sport in collaborazione con la Provincia di Trento. Qui si è svolto il “Camp skiroll”, con […]

  • Dopo un minuto Jorginho aveva già colpito la traversa, imitato da Lorenzo Insigne a partita inoltrata. La Nazionale azzurra ha battuto la Polonia al termine di una partita dominata dall’inizio alla fine e conclusa con la rete di Biraghi nell’over time: bello il gesto del terzino della Fiorentina che con le mani ha mimato il […]

  • Nove vittorie in nove partite: c’è una Nazionale che ci da grandi soddisfazioni, quella delle ragazze del volley che si giocano il titolo mondiale nel lontano Giappone. Nella settimana di assenza della serie A, la pallavolo azzurra ha calamitato l’interesse dei telespettatori con share elevati nonostante le ore mattutine delle telecronache che nella fase a […]

  • Mancano poco meno di due settimane all’assemblea federale elettiva, convocato dal commissario Fabbricini,  che dovrà stabilire chi sarà presidente  della federcalcio. O meglio, dovrà ratificare l’elezione di Gabriele Gravina, attuale presidente della Lega Pro, visto che l’ex presidente del Castel di Sangro è ‘unico candidato alla carica.    Gravina ha presentato un programma basato sui […]

mercoledì, 2 maggio 2018

Buon viaggio, Pietro Marzotto: el Conte de Valdagno.

di Maria Vittoria Alfonsi

Pietro Marzotto – foto Il Sole 24 Ore

Incontrai più volte Pietro Marzotto: in occasioni ufficiali, e private. Ma soltanto due volte lo intervistai. La prima, brevemente, negli anni ’80, in occasione del “Progetto Marzotto”per nuovi giornalisti di moda.

 

Gli dissi:

“Parliamo di questo”Progetto Marzotto”. Non è che lei, Alberoni e gli altri , abbiate ritenuto le attuali giornaliste sul viale del tramonto, oppure incompetenti o inadeguate al settore?O le nuove leve incapaci di sostenere il compito che le aspetta?E’ una domanda polemica, lo so, ma ritengo utile la puntualizzazione, soprattutto dopo l’interpretazione del “Progetto” data da alcun e colleghe:diversa forse dalle vostre attese.

 

“No! Ma le pare?! Io non potrei avere la presunzione di emettere giudizi sul giornalismo di moda, né credo lo avrebbero Alberoni e gli altri. No. Non è un giudizio di merito su ciò che esiste. E’ una riflessione. Il settore moda si è espanso molto, rappresenta un parte molto importante per l’economia italiana, del bisogno di comunicazione. Spesso questa comunicazione è vista dal giornalista attuale -lo diceva Alberoni- con uno stacco fra l’ aspetto estetico e tutto il contenuto di economia e di industria che le sta dietro. Pensiamo che non sia giusto: che la giornalista di moda, oltre ad essere un critico del prodotto, del gusto,dando al consumatore finale la comunicazione di questi aspetti, possa darla meglio comprendendo la grande macchina, ed i problemi molto grossi, che si muovono dietro quell’abito che poi appare nelle boutique e nel grande magazzino. Ragion per cui abbiamo pensato che, in sostanza, esiste una domanda (sia pure limitata: anche in questo campo i posti di lavoro sono limitati) di comunicazione nel settore. Perchè, dunque, non cercare di dare un contributo a chi è praticante, facendo trattare l’argomento con una visone d’insieme su tutti gli aspetti del problema?”.

 

Indubbiamente, ero d’accordo sulla necessità di una maggior conoscenza del settore, di un linguaggio comprensibile a tutti, ovviamente; anche se , peraltro, in molti casi doveva essere personalizzato.

 

 

Anni dopo salii a Valdagno. Pietro Marzotto, all’epoca, era presidente della Società; nonché presidente dell’Associazione Industriali di Vicenza, vice presidente dell’Ital-Jolly Hotel; consigliere amministrativo di: Banco di Roma, Consortium S.p.A., Data Bank S.p.A,, Gresicotto S.p.A., IBM Italia, Zignago S.p.a;. Larix, Snia Viscosa. E speravo non dimenticare qualcosa!

 

I Marzotto, i Conti…il tono riverente-rispettoso con cui ne parlavano, nel vicentino, era sempre quello. Perciò cominciai chiedendo:

Vogliamo parlare dell’importanza di chiamarsi Marzotto?

 

“Per una industria del tessile-abbigliamento è un fatto abbastanza singolare; conta 150 anni- ed è molto importante perchè, tutto sommato, sono 150 anni di successi. Per la persona che conduce un’azienda del genere, è una responsabilità gravosa, dato che deve metterla in condizioni di progredire per almeno un altro mezzo secolo”.

 

Ma lei, ed i suoi fratelli, da quando siete nati ve lo siete sentito un po’, questo nome, sulle spalle?

 

Certamente! Certamente! L’orgoglio; e d’altra parte il peso -o meglio i doveri- che determinano una tradizione”.

 

Perciò siete cresciuti assmilando la tradizione, giorno dopo giorno?

 

“Sì, nel senso del dover fare”

 

Quale ruolo ha ricoperto, per lei, la famiglia?

 

“Un ruolo molto importante, per il senso di sicurezza che mi ha dato”.

 

La famiglia, e la dinastia Marzotto…

 

“Come famiglia industriale, come sa,contiamo 150 anni: sei generazioni . Siamo in sette fratelli (cinque maschi, due femmine). E cominciano già a lavorare i nostri figli”.

 

E’ importante per voi lo stilismo?

 

“Noi attribuiamo importanza primaria al rapporto gusto-qualità intrinseca-prezzo. Ovvero, non riteniamo che la griffe sia un fattore determinante: la griffe aiuta chi vuol fare i 1000 metri, ma il maratoneta porta avanti i propri marchi. Per portarli avanti, deve naturalmente possedere contenuto di gusto, di qualità, di moda: nei tessuti, nei modelli,nella vestibilità; e deve porre molta attenzione al servizio, perchè anche la puntualità è essenziale. Questi elementi sono tenuti da noi in maggior considerazione che non la grande firma alla quale, ovviamente, riconosciamo un valore.”

 

Cosa pensa dell’interesse sempre più esteso e diffuso dei vari mezzi di comunicazione per la moda?

 

“Credo che l’interesse sia cresciuto con l’accesso di una componente sempre più vasta della nazione verso la moda. Di conseguenza è naturale che i mezzi di comunicazione a loro volta si prendano cura di ciò che maggiormente interessa la popolazione”.

 

E delle sponsorizzazioni?

 

“Non posso esprimere un’opinione di tipo astratto, in generale. In alcuni casi vanno bene, in altri no.”

 

Le dà molto il suo lavoro?

 

 “Poichè rappresenta l’80% del tempo della mia vita che trascorro sveglio, direi che mi dà l’80% della mia vita”.

 

E’ molto! Ma poiché generalmente c’è un dare e un avere -o un togliere- non la priva di qualcosa che vorrebbe avere?

 

 “Probabilmente. Però l’apprezzo per quello che mi dà, non per quello che mi toglie”.

 

Passiamo alla stampa moda. Lei ritiene che sia amata, sopportata o odiata?

 

“Dal pubblico, evidentemente, è amata. Dai produttori qualche volta amata, qualche volta odiata. In genere, è un male necessario”

 

Quando la amate?

 

Quando è precisa, quando è fedele. Quando non vuole far spettacolo su un evento privato. Quando non mescola le opinioni con i fatti (e questo non è soltanto per la stampa di moda, ma per tutta la stampa), Quando cerca di rappresentare le sue opinioni da un lato, i suoi commenti dall’altro”.

 

E la stampa di moda la giudicate talvolta di parte, poco obiettiva?

 

“Sì,molto spesso”

 

C’è qualcuno che mettereste al palo?

 

Sì…ma non glielo direi. C’è una parte di giornalisti di moda che giudichiamo non obiettiva, non sufficientemente informata, non sufficientemente preparata. Dietro al mondo della moda c’è un’industria, che è una cosa seria. Anche se il mondo della moda è di per sé piuttosto frivolo; quindi si giustificano anche le frivolezze, le incertezze”.

 

Un po’ duro, conte Marzotto. O forse , e giustamente, la prima persona – e la più- sincera? Secondo lei, quali dovrebbero essere le doti di un autentico giornalista di moda?

 

“ La curiosità, e la preparazione tecnica. E naturalmente la capacità di capire cosa vuole il pubblico”.

 

Lei ritiene più preparata la stampa del quotidiano, o quella del periodico?

 

“Generalmente è più preparata quella del periodico…però mi fa una domanda che esorbita un po’ dalle mie specifiche conoscenze, sono più manager che uomo di moda: anche se gestisco cose della moda”.

 

Già: i quotidiani. Non vorrei, ma non riesco a trattenermi. Mi vien da chiederle: ma lei ha mai letto i miei articoli?

 

 “Sì! Certamente, li ho letti! Ho letto bene di lei:devo dirlo onestamente. Mi piace come scrive. Mi sembra esauriente e completa”.

 

Touchè, conte Marzotto. E il suo stile si riconosce non soltanto dal suo impeccabile doppio petto. Abbassai il capo, fingendo di controllare il registratore, di cercare qualcosa (chissà che!) nella mia famosa borsa. Tentai di non far notare che ero arrossita.  Pietro Marzotto lasciò il Gruppo nel 2011. Lo rividi poi, in una veste inconsueta, a Milano: da Peck, che aveva acquisito nel 2013. Ero alla cassa, stavo pagando; un taxì mi aspettava, non ebbi il tempo di avvicinarlo.  L’ultima volta che lo incontrai fu l’anno dopo, in treno: mi accorsi che cercava di non essere riconosciuto, tenendo il viso, con occhialoni, nascosto dietro un giornale. Rispettai il suo desiderio. Prima di scendere, però, non mi trattenni dal salutarlo; mi ringraziò dei saluti,mi disse che tornava a casa. Gli feci gli auguri per la sua nuova attività. Sorrise. E mi ringraziò nuovamente. Forse, anche per aver rispettato la sua privacy,

 

TAG:

Non sono presenti commenti per questo articolo.


Lascia un commento »