Moda e tendenze
  • DSC_0364

    Moto.it è partner digitale esclusivo di Mototerapia, progetto che il pilota di Freestyle Motocross Vanni Oddera porta avanti da quasi dieci anni, nato per condividere la passione e l’adrenalina che suscita la moto con chi ha disabilità, soprattutto bambini e ragazzi.   L’obiettivo del progetto Mototerapia è quello di far vivere ai ragazzi con disabilità […]

  • GlyboardCorse_nero_dettagliocerchione_low

    Nato dalla partnership tra il marchio TwoDots e la  casa automobilistica, scende in pista Glyboard Corse, il nuovo hoverboard ispirato all’inconfondibile stile Lamborghini, disponibile dal 23 marzo, ma prenotabile da subito sul sito http://www.twodots.it/lamborghini/ Dai cerchi in alluminio alle celle esagonali del motivo delle pedane, il  dispositivo rappresenta l’iconicità e l’aerodinamicità delle automobili Lamborghini. Dotato […]

  • o23h8jy9_400x400

    Dal 22 maggio Marco Pascali sarà il nuovo vice direttore di alVolante. “Un inserimento importante”, commenta Guido Costantini, direttore del magazine di motori più diffuso in Italia, “perché, oltre a rafforzare il nostro organico, definisce i nostri obiettivi a medio termine e la crescente attenzione che dedicheremo ai nuovi contenuti video e digitali”. Il mensile […]

  • 1526460159054.jpg--

    Quando nelle scuole italiane si studiava (mi auguro si studi tuttora) il “De Bello Gallico” di Giulio Cesare nessuno nascondeva la simpatia per le conquiste territoriali dei Romani che andavano costruendosi il famoso Impero di cui noi italiani andiamo ancora orgogliosi. Qualcuno, tipo Vercingetorige (abbastanza celebrato in Francia, come eroe nazionale), non sarà stato d’accordo […]

  • Made in Prison Grid (1)

    Schmid, azienda milanese leader nella fornitura di tessuti per le scarpe e le borse realizzate dai più importanti brand mondiali, stringe una collaborazione con Carmina Campus per introdurre, nella prossima collezione A/I 2018-2019, una parte di accessori realizzata, tra gli altri, anche con tessuti delle passate collezioni Schmid.   Rimanenze di collezioni passate, materiali ormai […]

  • Schermata 2018-05-24 alle 09.50.18

    per la sua prima uscita ufficiale, la nuova Duchessa di Sussex ha scelto di indossare gli orecchini in oro rosa con diamanti della collezione ​”​Idylle​”​ e firmati Vanessa Tugendhaft​ in ​occasione del 70° anniversario del principe C​harles​.   Il 18 aprile, Meghan Markle è stato visto accanto al principe Harry, indossando l’anello ​”​Infinity​”​ ​in oro […]

  • Domus Academy 2010

    Barbara Trebitsch si è unita al team dell’Accademia Costume & Moda nel ruolo di nuovo Direttore dei Programmi Accademici.   Barbara si affiancherà al Direttore Didattico Adrien Roberts, International Trustee della Graduate Fashion Week (Londra), per contribuire al lavoro di ricerca, rafforzamento e contemporaneità del contenuto educativo, oltre che allo sviluppo dei rapporti con l’Industria […]

  • images

    Tanto, e più che giustamente, in questi giorni si è ricordata una personalità straordinaria qual è stata Ermanno Olmi: che desidero ricordare in una veste insolita, ovvero quando gli venne consegnato il Premio Masi “Civiltà Veneta”, nel 1994, ed ebbi la fortuna, o il privilegio, d’essere poi a tavola con lui. Col regista de “L’albero […]

  • ghd

    Dal 21 maggio 2018, sarà lo Studio Errani a seguire le attività di comunicazione – ufficio stampa, pubbliche relazioni e digital PR – di ghd Italia, brand leader internazionale dell’hairstyling nel settore fashion di alta gamma.  

  • Schermata 2018-05-23 alle 10.04.20

    Biotherm, brand skincare nel mercato selettivo lusso, dà oggi l’annuncio ufficiale della sua nuova Ambasciatrice Globale Emily DiDonato. La modella dalla bellezza naturale e studentessa in psicologia alla Columbia University si aggiunge a Christy Turlington-Burns e Candice Swanepoel quale nuovo volto per l’ingrediente chiave di tutti i trattamenti Biotherm, il Life Plankton™.   Beauty star […]

  • Chiara Nasti_Sunsilk_2

    Sunsilk presenta la linea Scintille di Luce + Effetto Seta, il nuovo alleato irrinunciabile nel beauty case di ogni ragazza. Una linea per la prima volta ideata con l’influencer Chiara Nasti che saprà conquistare tutte. Un irresistibile packaging rosa sparkling, una profumazione che cattura tutti i sensi, performance e multifunzionalità messi a punto dal team […]

  • Schermata 2018-05-22 alle 10.29.11

    VERY PERFUME GALLERY approda all’interno di The Shop at Bluebird, il lussuoso concept store multimarca che ha recentemente aperto un nuovo negozio in Covent Garden, il quartiere londinese famoso nel mondo per celebrare solo i migliori della moda, della bellezza, della casa, del lifestyle e del cibo di lusso. Una destinazione internazionale per tutti coloro che cercano l’eccellenza […]

  • cbc7de27-3b14-40d8-9770-9aeebd9b38cf

    In un mondo sempre più digitale, in cui tutto è accessibile nell’immediato, sentiamo la necessità di concentrarci sulle cose importanti, dando valore a ciò che davvero conta.   Da questo pensiero nascono i due nuovi sistemi bulthaup, presentati in occasione della Milan Design Week 2018: la reinterpretazione dell’isola di bulthaup b3, sempre più improntata alla […]

  • 02_Radic Cappella esterno

    In occasione della 16. Mostra Internazionale di Architettura, Moretti SpA è stata chiamata dal curatore Francesco Dal Co per realizzare due delle dieci cappelle commissionate a dieci grandi nomi dell’architettura mondiale dalla Santa Sede per il proprio Padiglione Vatican Chapels, che ha trovato la sua naturale ambientazione sull’isola di San Giorgio Maggiore.   Moretti SpA […]

  • alabriga 1

    Uno degli ambiti nei quali Platek si esprime al meglio e nei quali vanta referenze di altissimo livello in tutto il mondo è l’hôtellerie. L’articolato catalogo, che include sia linee di prodotto tecniche sia decorative per esterni e interni, consente infatti a Platek di soddisfare a 360° le esigenze del cliente, dando vita a un […]

  • 04 Pimar_One Two Five

    Prorogata fino al 27 giugno la mostra ONE TWO FIVE – Steven Holl, presso la Galleria Jannone di Milano – inaugurata il 18 aprile – per celebrare il ritorno ufficiale del grande architetto Steven Holl in Italia, dopo una personale presso la Galleria AAM a Roma nel 1981. Una mostra dedicata alla sua identità progettuale […]

  • Red Bull Air Race World Championship - i piloti

    AERONAUTICA MILITARE è Official Apparel Partner dell’edizione 2018 della Red Bull Air Race, la più importante competizione aeronautica del mondo, e vestirà i piloti che partecipano a questa manifestazione creata nel 2003 dalla Red Bull. 8 tappe in 3 diversi continenti, un evento unico nel suo genere che terrà con il fiato sospeso appassionati e non.   Il […]

  • 4uXd4aIqIjbPdRtvaECx_t9-0_qWCrFPNXC73Ar4wCI

    Blue Panorama Airlines ha inaugurato oggi, mercoledì 16 maggio 2018, il collegamento diretto tra Milano Bergamo e l’aeroporto Amilcar Cabra di Sal, Capo Verde. Il volo, in collaborazione con CaboVerdeTime, si effettuerà tutte le settimane fino al 12 settembre 2018 ogni mercoledì, mentre dal 22 settembre 2018 verrà effettuato ogni sabato. L’aeromobile impiegato sulla tratta, […]

  • _IMG0586

    BIS-BGY International Services, società di handling controllata al 100% da SACBO, ha presentato nel terminal partenze dell’Aeroporto di Milano Bergamo, le nuove divise in dotazione al proprio personale. Un’innovazione frutto di uno studio della linea e dei tessuti, mirato alla cura del disegno e dei particolari, che riflette lo stile e l’identità delle figure operative […]

  • sprng-meeting-2018-delta-decolla

    Presto i cieli del Friuli saranno presi d’assalto dagli appassionati di volo in deltaplano provenienti da tutta Europa. Si tratta di un appuntamento internazionale, lo Spring Meeting 2018 – Trofeo Friuli Venezia Giulia, valido anche come campionato italiano di questo entusiasmante sport.   La competizione, organizzata dall’Aero Club Lega Piloti e da Flyve, si svolgerà […]

  • Andrea-Ilaria-Mattia

    Mattia Dan, dell’Istituto Alberghiero Alfredo Beltrame di Vittorio Veneto è stato proclamato vincitore dell’edizione 2018 di “Maestri dell’Espresso Junior” organizzata da illycaffè, leader globale del caffè di alta qualità, e Gruppo Cimbali, leader nella progettazione e produzione di macchine professionali per caffè, bevande a base di latte e attrezzature dedicate alla caffetteria. Secondo posto invece […]

  • Camila Raznovich_1

    “Negli anni ’90 Camila Raznovich e Nescafé raccontavano un mondo fatto di amicizia”.   Si apre con questa voce fuori campo, il video-hero della nuova campagna ideata da Publicis per Nescafé Cappuccino da Zuccherare. Ed è impossibile non fare un tuffo in quegli anni e nell’atmosfera goliardica del gruppo di giovani amici e delle loro […]

  • Ben Marks

    Il ristorante Torre, in collaborazione con CARE’s – The Ethical Chef Days, il progetto ideato da Norbert Niederkofler e Paolo Ferretti, presenta CARE’s Chef under 30 diventando così un luogo dove poter esplorare cucine internazionali che si basano sulle idee.   Durante l’anno, quattro chef sotto i trent’anni da tutto il mondo verranno invitati come […]

  • Divulgazione[1]

    illycaffè, azienda leader globale nel segmento del caffè di alta qualità, è partner della prima edizione del Milano Coffee Festival, la manifestazione dedicata interamente alla cultura del caffè espresso in programma dal 19 al 21 maggio al BASE MILANO in via Tortona, 54.   Cuore della partecipazione di illy, all’interno dell’areaeducational, sarà lo stand dell’Università […]

  • Ancelotti

    Tira e molla, molla e tira: Aurelio De Laurentiis si è stufato, ha esonerato Maurizio Sarri e ha ingaggiato Carlo Ancelotti, sei milioni e mezzo netti per due anni di contratto. Ora il presidente del Napoli deve dare ad Ancelotti una rosa di giocatori tale da poter contrastare la Juventus nelle tre competizioni italo-europee: non […]

  • Arsenal FC 1819 Home kit_06

    Il desiderio, il ritmo e la passione dei fan è ciò che alimenta il Club, sono il ritmo della città, il battito che risuona intorno all’Emirates Stadium e attraversa i giocatori in campo.   WE CELEBRATE THE BEAT OF THE CITY…   La campagna “We Are THE Arsenal” rappresenta il senso di appartenenza che i […]

  • buffon-cropped_u5cc8yaeu0p0141iog33ugxot

    Ho letto una marea di sdolcinature su Gianluigi Buffon al quale, fra gli altri, molti commentatori riconoscono un merito prioritario: non aver lasciato, come molti compagni di squadra, la Juventus retrocessa d’ufficio all’ultimo posto del campionato 1985-1986 e quindi retrocessa in serie B. Questo merito prioritario è sicuramente ascrivibile a Gigi Buffon, ma ciò non […]

  • Schermata 2018-05-21 alle 11.25.22

    Walter Mazzarri allena la sua squadra su quanto sia importante essere rapidi e scattanti per muoversi negli spazi stretti e per destreggiarsi nelle zone più congestionate, come un’area di rigore. L’auto giusta per l’allenatore del Torino FC non poteva che essere Suzuki SWIFT 1.0 BOOSTERJET HYBRID S. Grazie alle dimensioni ridotte, al motore turbo e alla […]

mercoledì, 2 maggio 2018

Buon viaggio, Pietro Marzotto: el Conte de Valdagno.

di Maria Vittoria Alfonsi
Pietro Marzotto - foto Il Sole 24 Ore

Pietro Marzotto - foto Il Sole 24 Ore

Incontrai più volte Pietro Marzotto: in occasioni ufficiali, e private. Ma soltanto due volte lo intervistai. La prima, brevemente, negli anni ’80, in occasione del “Progetto Marzotto”per nuovi giornalisti di moda.

 

Gli dissi:

“Parliamo di questo”Progetto Marzotto”. Non è che lei, Alberoni e gli altri , abbiate ritenuto le attuali giornaliste sul viale del tramonto, oppure incompetenti o inadeguate al settore?O le nuove leve incapaci di sostenere il compito che le aspetta?E’ una domanda polemica, lo so, ma ritengo utile la puntualizzazione, soprattutto dopo l’interpretazione del “Progetto” data da alcun e colleghe:diversa forse dalle vostre attese.

 

“No! Ma le pare?! Io non potrei avere la presunzione di emettere giudizi sul giornalismo di moda, né credo lo avrebbero Alberoni e gli altri. No. Non è un giudizio di merito su ciò che esiste. E’ una riflessione. Il settore moda si è espanso molto, rappresenta un parte molto importante per l’economia italiana, del bisogno di comunicazione. Spesso questa comunicazione è vista dal giornalista attuale -lo diceva Alberoni- con uno stacco fra l’ aspetto estetico e tutto il contenuto di economia e di industria che le sta dietro. Pensiamo che non sia giusto: che la giornalista di moda, oltre ad essere un critico del prodotto, del gusto,dando al consumatore finale la comunicazione di questi aspetti, possa darla meglio comprendendo la grande macchina, ed i problemi molto grossi, che si muovono dietro quell’abito che poi appare nelle boutique e nel grande magazzino. Ragion per cui abbiamo pensato che, in sostanza, esiste una domanda (sia pure limitata: anche in questo campo i posti di lavoro sono limitati) di comunicazione nel settore. Perchè, dunque, non cercare di dare un contributo a chi è praticante, facendo trattare l’argomento con una visone d’insieme su tutti gli aspetti del problema?”.

 

Indubbiamente, ero d’accordo sulla necessità di una maggior conoscenza del settore, di un linguaggio comprensibile a tutti, ovviamente; anche se , peraltro, in molti casi doveva essere personalizzato.

 

 

Anni dopo salii a Valdagno. Pietro Marzotto, all’epoca, era presidente della Società; nonché presidente dell’Associazione Industriali di Vicenza, vice presidente dell’Ital-Jolly Hotel; consigliere amministrativo di: Banco di Roma, Consortium S.p.A., Data Bank S.p.A,, Gresicotto S.p.A., IBM Italia, Zignago S.p.a;. Larix, Snia Viscosa. E speravo non dimenticare qualcosa!

 

I Marzotto, i Conti…il tono riverente-rispettoso con cui ne parlavano, nel vicentino, era sempre quello. Perciò cominciai chiedendo:

Vogliamo parlare dell’importanza di chiamarsi Marzotto?

 

“Per una industria del tessile-abbigliamento è un fatto abbastanza singolare; conta 150 anni- ed è molto importante perchè, tutto sommato, sono 150 anni di successi. Per la persona che conduce un’azienda del genere, è una responsabilità gravosa, dato che deve metterla in condizioni di progredire per almeno un altro mezzo secolo”.

 

Ma lei, ed i suoi fratelli, da quando siete nati ve lo siete sentito un po’, questo nome, sulle spalle?

 

Certamente! Certamente! L’orgoglio; e d’altra parte il peso -o meglio i doveri- che determinano una tradizione”.

 

Perciò siete cresciuti assmilando la tradizione, giorno dopo giorno?

 

“Sì, nel senso del dover fare”

 

Quale ruolo ha ricoperto, per lei, la famiglia?

 

“Un ruolo molto importante, per il senso di sicurezza che mi ha dato”.

 

La famiglia, e la dinastia Marzotto…

 

“Come famiglia industriale, come sa,contiamo 150 anni: sei generazioni . Siamo in sette fratelli (cinque maschi, due femmine). E cominciano già a lavorare i nostri figli”.

 

E’ importante per voi lo stilismo?

 

“Noi attribuiamo importanza primaria al rapporto gusto-qualità intrinseca-prezzo. Ovvero, non riteniamo che la griffe sia un fattore determinante: la griffe aiuta chi vuol fare i 1000 metri, ma il maratoneta porta avanti i propri marchi. Per portarli avanti, deve naturalmente possedere contenuto di gusto, di qualità, di moda: nei tessuti, nei modelli,nella vestibilità; e deve porre molta attenzione al servizio, perchè anche la puntualità è essenziale. Questi elementi sono tenuti da noi in maggior considerazione che non la grande firma alla quale, ovviamente, riconosciamo un valore.”

 

Cosa pensa dell’interesse sempre più esteso e diffuso dei vari mezzi di comunicazione per la moda?

 

“Credo che l’interesse sia cresciuto con l’accesso di una componente sempre più vasta della nazione verso la moda. Di conseguenza è naturale che i mezzi di comunicazione a loro volta si prendano cura di ciò che maggiormente interessa la popolazione”.

 

E delle sponsorizzazioni?

 

“Non posso esprimere un’opinione di tipo astratto, in generale. In alcuni casi vanno bene, in altri no.”

 

Le dà molto il suo lavoro?

 

 “Poichè rappresenta l’80% del tempo della mia vita che trascorro sveglio, direi che mi dà l’80% della mia vita”.

 

E’ molto! Ma poiché generalmente c’è un dare e un avere -o un togliere- non la priva di qualcosa che vorrebbe avere?

 

 “Probabilmente. Però l’apprezzo per quello che mi dà, non per quello che mi toglie”.

 

Passiamo alla stampa moda. Lei ritiene che sia amata, sopportata o odiata?

 

“Dal pubblico, evidentemente, è amata. Dai produttori qualche volta amata, qualche volta odiata. In genere, è un male necessario”

 

Quando la amate?

 

Quando è precisa, quando è fedele. Quando non vuole far spettacolo su un evento privato. Quando non mescola le opinioni con i fatti (e questo non è soltanto per la stampa di moda, ma per tutta la stampa), Quando cerca di rappresentare le sue opinioni da un lato, i suoi commenti dall’altro”.

 

E la stampa di moda la giudicate talvolta di parte, poco obiettiva?

 

“Sì,molto spesso”

 

C’è qualcuno che mettereste al palo?

 

Sì…ma non glielo direi. C’è una parte di giornalisti di moda che giudichiamo non obiettiva, non sufficientemente informata, non sufficientemente preparata. Dietro al mondo della moda c’è un’industria, che è una cosa seria. Anche se il mondo della moda è di per sé piuttosto frivolo; quindi si giustificano anche le frivolezze, le incertezze”.

 

Un po’ duro, conte Marzotto. O forse , e giustamente, la prima persona – e la più- sincera? Secondo lei, quali dovrebbero essere le doti di un autentico giornalista di moda?

 

“ La curiosità, e la preparazione tecnica. E naturalmente la capacità di capire cosa vuole il pubblico”.

 

Lei ritiene più preparata la stampa del quotidiano, o quella del periodico?

 

“Generalmente è più preparata quella del periodico…però mi fa una domanda che esorbita un po’ dalle mie specifiche conoscenze, sono più manager che uomo di moda: anche se gestisco cose della moda”.

 

Già: i quotidiani. Non vorrei, ma non riesco a trattenermi. Mi vien da chiederle: ma lei ha mai letto i miei articoli?

 

 “Sì! Certamente, li ho letti! Ho letto bene di lei:devo dirlo onestamente. Mi piace come scrive. Mi sembra esauriente e completa”.

 

Touchè, conte Marzotto. E il suo stile si riconosce non soltanto dal suo impeccabile doppio petto. Abbassai il capo, fingendo di controllare il registratore, di cercare qualcosa (chissà che!) nella mia famosa borsa. Tentai di non far notare che ero arrossita.  Pietro Marzotto lasciò il Gruppo nel 2011. Lo rividi poi, in una veste inconsueta, a Milano: da Peck, che aveva acquisito nel 2013. Ero alla cassa, stavo pagando; un taxì mi aspettava, non ebbi il tempo di avvicinarlo.  L’ultima volta che lo incontrai fu l’anno dopo, in treno: mi accorsi che cercava di non essere riconosciuto, tenendo il viso, con occhialoni, nascosto dietro un giornale. Rispettai il suo desiderio. Prima di scendere, però, non mi trattenni dal salutarlo; mi ringraziò dei saluti,mi disse che tornava a casa. Gli feci gli auguri per la sua nuova attività. Sorrise. E mi ringraziò nuovamente. Forse, anche per aver rispettato la sua privacy,

 

TAG:

Non sono presenti commenti per questo articolo.


Lascia un commento »