Moda e tendenze
  • La Casa spagnola deve la sua rinascita alla nuova gamma suv composta da Ateca, Arona e Tarraco che, per la prima volta, si “fanno un giro”, insieme, per le strade della splendida Barcellona. “L’Ateca avrà un ruolo decisivo nella nostra nuova strategia di brand. Segna l’inizio della più grande offensiva di prodotto della storia Seat. […]

  • Grande idea proposta da Clarion: si chiama Multi Camera Washing System ed è un sistema di lavaggio per le videocamere. E di videocamere, sulle vetture di nuova generazione, ce ne sono davvero tante… Come funziona Quante volte è captato di ritrovarsi con le telecamere “sporche” e non riuscire, per esempio, a vedere durante una retromarcia? […]

  • Gaetano Thorel sarà il nuovo Direttore Generale di Groupe PSA Italia e risponderà direttamente a Maxime Picat, Executive Vice President Europe. Thorel diventerà operativo a partire dal prossimo 1° febbraio e prenderà il posto di Massimo Roserba che, contemporaneamente, sarà nominato Direttore Generale di Dongfeng Peugeot Citroën Automobiles rispondendo gerarchicamente a Carlos Gomes, capo della […]

  • È arrivato l’inverno e a maggior ragione, per i motivi che vedremo, è bene dare una controllata alla pressione dei pneumatici. Scrivo “i pneumatici”, come si usa, ad esempio, nell’azienda produttrice Pirelli; certi ”puristi” preferiscono “gli pneumatici”; entrambe le forme sono accettabili.  Alcuni automobilisti hanno provveduto in novembre al cambio “gomme estive-gomme invernali”, operazione che […]

  • Twinset sceglie Milano come set della nuova campagna pubblicitaria Primavera/Estate 2019, scattata dal fotografo Giampaolo Sgura e interpretata dalle top model Faretta e Birgit Kos. Dopo aver esplorato gli scenari californiani, le Lowlands scozzesi e le atmosfere della ‘swinging’ London, il viaggio on the road di Twinset prosegue tra le vie della città simbolo dello […]

  • Colmar e Lacoste vestiranno in alcune scene Alessandra Mastronardi, protagonista del nuovo film di Valfango de Biasi che uscirà nelle sale il 17 Gennaio ’19.

  • Da Gennaio  2019, Maria Chiara Arona entra a far parte dell’agenzia di PR e Comunicazione Giorgio Innocenti & C., con il ruolo di Communication Director. Il suo arrivo segna un ulteriore step al piano di espansione dell’agenzia guidata da Giorgio Innocenti che potrà così offrire un servizio più personalizzato e multimediale ai suoi clienti. Il […]

  • In principio c’era il desiderio, anche sfrenato, del possesso. Se non avevi, non esistevi. File di scarpe, borse e, ovviamente, abiti in bell’ordine (o disordine) dentro a cabine armadio dotate della stessa sacralità di un tempio. Poi, vennero le case di moda che prestavano per poche ore o poco più abiti a celebrities come fossero […]

  • The Estée Lauder Companies Italy ha annunciato il nuovo assetto organizzativo effettivo dal 1 gennaio 2019. Il nuovo modello di Go to Market risponde alla volontà dell’organizzazione di voler anticipare le sfide che il mercato presenterà nel futuro e alla volontà di rispondere sempre meglio alle esigenze del consumatore oltre che a valorizzare ulteriormente la […]

  • Dolcissimo, il rossetto di Dolce&Gabbana dalla formula innovativa e dal packaging decorato con romantiche rose. Dolcissimo esalta al massimo la sensualità: è l’accessorio ideale per vestire le labbra di un colore matte intenso e a lunga durata, creando un’allure irresistibile. L’indizio è nel suo nome: un gioco di parole, il superlativo di “Dolce”, che ne […]

  • In omaggio alle donne realizzate che danno vita ai sogni più ambiziosi, YSL Beauté incarna l’antica leggenda cinese della carpa Koi, simbolo di speranza e realizzazione personale, con un lussuosissimo TOUCHE ECLAT LE CUSHION COLLECTOR, da conservare come portafortuna per la prosperità e il successo di domani.   TOUCHE ECLAT LE CUSHION COLLECTOR offre una […]

  • Il successo di una sfilata non dipende solo dai capi presentati in passerella. È il lavoro dietro le quinte, febbrile e adrenalinico, che diventa fondamentale. Come sempre è il lavoro di squadra che porta il risultato. Non solo gli abiti, non solo i modelli, non solo le sarte o le vestiariste, ma l’insieme di make […]

  • Ricorda molto la fiaba di Hans Christian Andersen e, in effetti, chi non ha mai considerata estrema l’asserzione della “famosa” principessa?! Eppure, per quanto estremizzata nella celebre fiaba, in realtà in molti sottovalutano l’importanza della qualità e soprattutto i benefici di un buon sonno. Lo sa bene VISPRING, che da più di 100 anni realizza […]

  • Pininfarina ha ricevuto il prestigioso  Good Design Award2018 per VISION, una cucina innovativa progettata per Snaidero, e STILE, una collezione di pentole realizzata da Mepra, azienda all’avanguardia nella produzione di posate e articoli in acciaio.   Il prestigioso premio internazionale è conferito dal Chicago Athenaeum Museum of Architecture and Design e rappresenta il più antico […]

  • È recente l’inaugurazione al MAXXI dell’installazione site-specific “L’anello Mancante”, realizzata da Michele De Lucchi utilizzando HI-MACS®.   L’installazione è parte del ciclo di esposizioni “NATURE”, che all’interno della Galleria Gian Ferrari del museo ha già invitato differenti progettisti a confrontarsi sul tema del rapporto tra natura e artificio. Michele De Lucchi, chiamato allo stesso modo […]

  • Per un intero weekend la località sciistica per eccellenza delle Dolomiti accoglierà uno dei più attesi e apprezzati appuntamenti della stagione per tutti gli appassionati di sci.   La suggestiva cornice di Cortina d’Ampezzo torna, infatti, a ospitare una delle tappe della Coppa del Mondo di sci Alpino Femminile, con le gare di discesa libera […]

  • JetBlue Airways ha firmato un ordine per 60 Airbus A220-300, il modello più grande della nuova Famiglia A220, leader del settore. “Ci stiamo avvicinando al nostro 20° anniversario e l’efficiente Famiglia A220, con la sua notevole gamma e gli importanti aspetti economici, insieme alle eccezionali prestazioni della nostra attuale flotta di Airbus A321 e di […]

  • Star Alliance e Guangzhou Baiyun International Airport Co. Ltd. (CAN) si sono accordati circa l’assegnazione dello spazio per agevolare la creazione di una lounge brandizzata Star Alliance presso l’aeroporto. A tal fine è stato siglato un Memorandum of Understanding (MoU) da parte di Jeffrey Goh, CEO di Star Alliance, e Qiu Jiachen, Chairman of the […]

  • A partire dal 15 gennaio con DriveNow sarà possibile raggiungere e parcheggiare direttamente all’aeroporto di Milano Malpensa. Primo e attualmente unico tra gli operatori di auto in condivisione a flusso libero, il car sharing del Gruppo BMW, operativo a Milano con 500 auto BMW e MINI,  estende la sua area operativa anche all’importante hub aeroportuale […]

  • Rocca, storica catena italiana leader nella distribuzione di gioielleria ed orologeria di alta gamma, dedica a ROLEX un nuovo temporary store nello scalo aeroportuale di Milano Malpensa.   Lo spazio ROLEX si caratterizza per gli arredi nei toni del legno noce, del beige e dell’ottone bronzato uniti al verde iconico del Marchio. Per Rolex si […]

  • Cantine Ferrarie Tenute Lunelli entreranno quest’anno nella dispensa di MasterChef Italia, il talent show culinario più amato della televisione, giunto alla sua ottava edizione e in onda da giovedì 17 gennaio in prima serata su Sky Uno HD. Le bollicine Ferrari Trentodoc, da sempre protagoniste nella ristorazione di qualità, e i vini umbri delle Tenute […]

  • Pupillo Pura Pizza bis sarà una pizzeria fedele alle origini e di fedeli della tradizione. Per chiunque abbia voglia di vedere e di provare com’è fatta una vera pizza artigianale Luca Mastracci da pochissimi giorni ha collaudato le sue creazioni a Frosinone, per un campionato della pizza da serie A al grido di “Tutto il mondo è […]

  • E’ arrivata anche in Italia la collezione di whisky Diageo ispirata a Game of Thrones, la serie TV acclamata dalla critica che ha appassionato milioni di spettatori. A poche ore dall’annuncio di HBO della data di lancio dell’ottava e ultima stagione, anche Diageo fa sapere che l’intera collezione è ora disponibile in pre-order per il mercato […]

  • Dal 13 al 16 febbraio, si terrà il charity dinner esclusivo firmato dalla chef georgiana Tekuna Gachechiladze, all’interno di una magica dome sotto il cielo stellato di Courmayeur.   Questa speciale food experience avrà un format ben preciso: quattro cene in un contesto unico – un magico dome trasparente sotto al cielo stellato di Courmayeur. […]

  • Alla fine l’ha spuntata la Juventus, con un gol di CR7 e una “cappella” di Donnarumma che si è fatto scivolare il debole pallone dell’attaccante bianconero dalle mani. Una partita che è vissuta di scambi insignificanti nel primo tempo, in cui il Milan ha condotto le danze per molti minuti e rasentando il gol con […]

  • Se Stefano Accorsi è tra gli attori contemporanei più noti, altrettanto famosa è la sua passione per i motori. E’ così che l’attore – pilota, protagonista di Veloce come il vento, non poteva mancare a immergersi nel mondo di DAR – Dainese Archivio di Vicenza, l’esposizione permanente che presenta l’incredibile collezione di prodotti creati per la […]

  • Porsche Design e PUMA hanno stretto una partnership strategica per portare sul mercato una nuova linea di abbigliamento sportivo, calzature e accessori di fascia alta a partire dalla stagione primavera / estate 2019. La collaborazione coniuga la filosofia design sofisticata e funzionale di Porsche Design alle innovative tecnologie di performance PUMA. Unendo il patrimonio di […]

  • L’Espresso”ha documenti che dimostrerebbero come la Uefa abbia deciso di “agevolare” l’Inter con sanzioni più morbide, nonostante un deficit più alto.   Ecco le cifre: «Dal giugno 2014 al dicembre 2017, il Milan ha accumulato perdite per 146 milioni di euro. Sottraendo da questa cifra la quota considerata “deviazione accettabile dall’Uefa” (45 milioni in quegli […]

martedì, 13 novembre 2018

INSTAGRAM INFLUENZA I GIRI DI POLTRONE E L’EDITORIA TRADIZIONALE.

di Anna Franco

Simone Marchetti nuovo direttore di Vanity Fair è anche uno che di fronte all’avanzata di Internet non ha criticato o fatto finta di nulla, ma che ha cavalcato web e anche social, diventandone attivo propulsore, dichiarando di non voler influenzare, ma ispirare, ma accaparrandosi, intanto, 106mila follower su Instagram e la famosa spunta blu.

Eppur si muove. Galileo Galilei lo disse in tutt’altra epoca, in altro ambito e con diverso scopo, ma la famosa frase che gli è attribuita sembrerebbe calzare a pennello agli attuali tempi dell’editoria di moda, dove i movimenti, appunto, ci sono.

 

Piccoli, forse, portati avanti con passo felpato, ma, indubbiamente, interessanti. Anche perché, laddove non c’è mutamento e moto si rischia di ritrovarsi come nulla in una deludente pozza stantia che non permette di vedere al di là dei suoi bordi e sulla quale imperversa una nube fitta di noia.

 

Elle da mensile è diventato un settimanale, a prima vista e primo numero, almeno, scattante e che rinnova l’appuntamento con i suoi lettori a scadenze più brevi per star meglio dietro ai tempi che cambiano altrettanto velocemente.

 

Il femminile del Corriere della Sera, Io Donna, si è sottoposto recentemente a un interessante restyling con pagine dal formato più ampio e la voglia di essere uno “slow magazine”, come nella dichiarazione d’intenti.

 

Riccardo Pozzoli, colui che ha fondato quell’affaire noto come The Blonde Salad insieme a Chiara Ferragni, ha aperto le porte insieme a Vogue alla Condé Nast Social Talent Agency. In pratica un’agenzia di influencer gestita dalla casa editrice stessa, che sembra più o meno sottolineare come quando non puoi combattere il nemico sarebbe meglio te lo facessi amico. Del resto, non è un mistero che molti marchi abbiano preferito, recentemente, dirottare le loro risorse pubblicitarie (leggi investimenti) sui social e relative campagne. Dolce&Gabbana, ad esempio, ha tagliato pesantemente l’advertising su alcune pur blasonate testate preferendo altri canali.

 

Da poco tempo è arrivata un’altra interessante notizia sempre dalla Condé Nast: Simone Marchetti, giornalista di Repubblica, sarà il nuovo direttore di Vanity Fair. Il suo talento è indiscusso e indiscutibile, unito alla capacità di cercare quel famoso fil rouge che lega tanti aspetti di una stessa tendenza, abito o sfilata. Il neo direttore, però, è anche uno che di fronte all’avanzata di Internet non ha criticato o fatto finta di nulla, ma che ha cavalcato web e anche social, diventandone attivo propulsore, dichiarando di non voler influenzare, ma ispirare, ma accaparrandosi, intanto, 106mila follower su Instagram e la famosa spunta blu.

 

Il punto, in ogni caso, non è fare l’apoteosi di Simone Marchetti, che in queste giorni ne avrà già sentite abbastanza e non ne ha certo bisogno. Il punto è capire che il nuovo non è necessariamente il male, che se Instagram ha oltre un miliardo di utenti e 2 milioni di advertisers attivi un motivo ci sarà e non è colpa degli influencer “brutti e cattivi” se questa enorme opportunità non viene sfruttata da tutti, ma è solo un problema di sistemi editoriali pachidermici e con poca curiosità e voglia di sperimentazione.

 

Eppure, nella moda i segnali che l’esclusività non ha più molto senso ci sono tutti. Stilisti che si lanciano in stories su Instagram, l’ad di Gucci Marco Bizzarri che parla dell’inclusività come valore fondamentale e come caratteristica che i commessi in boutique, in primis, devono avere cucita addosso per accogliere e far aumentare al meglio la clientela.

 

Lo stesso marchio del lusso che è Hermés, quello delle borse con lista d’attesa, sta portando avanti una serie di iniziative a porte aperte, come la tintura dei suoi carré, l’opportunità di toccare con mano alcuni oggetti d’archivio, il divertimento di entrare in un negozio di alto livello senza dover necessariamente comprare e la possibilità di vedere da vicino il lavoro artigianale con la mostra “Hermés. Dietro le Quinte”.

 

La ricerca è, insomma, verso quella comunicazione bidirezionale che Instagram ha celebrato, togliendo le barriere tra consumatori e aziende. Chi le mantiene si ritroverà solo e con scarsezza di idee. Business of Fashion titolava qualche tempo fa: “Instagram killed the fashion magazine”.

 

Se si goggla un po’ si vedrà che Instagram avrebbe ucciso anche supermodel editor, fashion week, stylist e via dicendo. Praticamente potrebbe essere accusato di crimini contro l’umanità, se non fosse che dalla morte, in questo caso, si può ancora risorgere, anche più belli grazie a un filtro social, magari. Un’elettricità di sottofondo c’è, simile a quella che ha portato a quel cambio di poltrone tra i direttori creativi e che forse non è del tutto terminata.

TAG:

Per questo articolo sono presenti 2 commenti:

  1. Beatrice says:

    Cara Anna Franco, ho letto con piacere i tuoi articoli passati e mi sembrava che facessi riflessioni interessanti. Questa volta ho riletto quello che hai scritto e mi sembra che tu abbia esagerato. Hai ragione che molti giornalisti devono svecchiarsi, così come il sistema. Assolutamente ragione. Dillo a me! Però non mi sembra che Marchetti sia questo genio e un po’ di fortuna l’ha avuta, al di là del suo essere su instagram. Lo conosci bene? Pensi che sia tutto così limpido? Mi sembra tutto patetico, invece. Allora, o sei amica di Marchetti o cerchi di ingraziarti un neo direttore. Quale delle due? Sai, piacerebbe anche a me, ma sono solo una copy senza tanto diritto di parola. Per il resto tutt scritto bene e chiaro, ma i tuoi scopi sono oscuri.

    • Anna Franco says:

      Cara Beatrice, mi fa piacere che tu abbia letto, come affermi, con attenzione questo o precedenti miei articoli. Così come mi fa piacere che, tutto sommato, avvalori la mia tesi su quanto Instagram e la sua modalità di comunicazione abbiano preso il sopravvento sul nostro modo di esprimerci e anche sull’editoria, che è o dovrebbe essere un veicolo di espressione collettiva. Le ipotesi che fai, infatti, su quello che scrivo (a tuo giudizio, troppo benevolmente) su Simone Marchetti sembrano dettate da quei sentimenti che dividono tutto il mondo in fan o hater, restringendo ogni aspetto a un like o dislike. Invece, ti stupirò, ma non sono né fan nè hater di Marchetti. Lo ritengo semplicemente un collega capace, appassionato e che ama approfondire. Lo incontro ad alcuni appuntamenti della moda, ma non sono sua amica, so pochissimo di lui e la bontà non è probabilmente la mia principale caratteristica. Semplicemente sono felice per lui e per il suo merito e non ricorrerei a questi mezzi per ingraziarmi un direttore. Quando cerco una collaborazione posso assicurarti che agisco in tutt’altro modo. La vita, anche quella lavorativa, non è tutta un do ut des, fortunatamente, e a volte è assai liberatorio riconoscere i meriti altrui senza quella noiosa dietrologia che sembra andare tanto di moda. Vorrei, poi, sottolineare che Simone Marchetti, così come gli esempi di Elle o di Io Donna, sono solo un mezzo per raccontare un mondo che, da una parte, cerca di cambiare, dall’altra, ahimè, rimane inchiodato a un mondo che fu. Come dire che guardare a questi esempi soltanto è un po’ come guardare il dito invece della luna.

Lascia un commento »