Moda e tendenze
  • Si avvicinano i giorni delle partenze massive, vacanze, viaggi in auto e con essi anche il bisogno di fare le valigie e caricare la propria auto senza perdere la pazienza, senza dimenticare nulla e facendo che ci stia tutto nel bagagliaio. Per questo SEAT ha pensato di preparare un breve video (https://youtu.be/Vdj7lsdhWaY) che racchiude 5 […]

  • Nato dalla partnership tra il marchio TwoDots e la  casa automobilistica, scende in pista Glyboard Corse, il nuovo hoverboard ispirato all’inconfondibile stile Lamborghini, disponibile dal 23 marzo, ma prenotabile da subito sul sito http://www.twodots.it/lamborghini/ Dai cerchi in alluminio alle celle esagonali del motivo delle pedane, il  dispositivo rappresenta l’iconicità e l’aerodinamicità delle automobili Lamborghini. Dotato […]

  • Mitsubishi Motors Corporation (MMC) ha annunciato oggi l’arrivo in MMC di Alessandro Dambrosio nella posizione di Executive Design Director of Advanced Design. Dambrosio sarà alla guida dei tre centri stile di Okazaki e Tokyo, in Giappone, e di Francoforte, in Germania. Risponderà direttamente a Tsunehiro Kunimoto, Corporate Vice President della divisione Design dell’azienda. “Alessandro è […]

  • Il fenomeno astronomico che ha caratterizzato lo scorso fine settimana, la lunga eclissi totale di Luna con la contemporanea visibilità eccezionale di Marte, Venere e Giove, non può (non dovrebbe) lasciarci indifferenti. Si è trattato di un avvenimento cosmico non rarissimo e largamente previsto dagli astronomi; quelli attuali e quelli di migliaia di anni orsono […]

  • Lo stile contemporary e il gusto chic-rock degli abiti di Federica Tosi conquistano la star internazionale Laura Pausini che sceglie di vestire anche le creazioni della designer romana in occasione del suo Worldwide Tour 2018. “Collaborare con Laura Pausini e tutto il suo team è stato per me un grande onore, un’occasione di crescita dal punto di vista personale […]

  • Simona Cavallari ha indossato l’ abito Sophia in colore Golden della collezione Tory Burch Pre Fall 2018, in occasione della 48° edizione del Giffoni Film Festival.  

  • Il CdA di Salvatore Ferragamo SpA  ha nominato Micaela Le Divelec Lemmi Amministratore Delegato. La Dottoressa Le Divelec Lemmi, entrata a far parte del Gruppo Salvatore Ferragamo nel mese di aprile 2018 con il ruolo di Direttore Generale, vanta una lunga e consolidata esperienza nel settore del fashion e del lusso maturata presso il Gruppo […]

  • Nei primi anni ’50,  giovanissima, vincendo l’opposizione soprattutto materna, riuscii ad andare a Parigi: al tempo, un gran viaggio.  Mentre Francoise Sagan sfrecciava sulla Croisette, ricca del successo riportato con “Bonjour Tristesse”, e Brigitte Bardot suscitava  ammirazione (incondizionata, da parte maschile) e commenti con i primi bikini sulla Costa Azzurra, nella Ville Lumière Sartre, Simone […]

  • I Laboratoires FILORGA presentano FLASH-NUDE, una nuova make up routine composta da trattamenti ibridi dai risultati immediati e a lungo termine. Prodotti intuitivi e veloci da utilizzare: una sintesi dell’expertise unica di Filorga nella medicina estetica e nella cosmetica d’avanguardia con la gestualità e i risultati express del make-up.     ACTIVE MAKE-UP ROUTINE IN […]

  • FILORGA presenta NCEF-NIGHT MASK, la sleeping mask in gel dalla formula rigenerante. Molto più di una crema notte, agisce sulla sintesi della melatonina a livello cutaneo e ottimizza i benefici del sonno, accelerando i processi di rigenerazione.   RINGIOVANIMENTO NOTTURNO A DOPPIA AZIONE   RIGENERAZIONE ATTIVA RIGENERAZIONE GLOBALE DELLA QUALITÀ DELLA PELLE Il segreto di […]

  • Pronte per le vacanze? Meta scelta, valigia perlomeno pensata, voglia di relax tantissima. Una necessità per corpo e spirito, ma attenzione a non dimenticare le chiome ! I nostri capelli, provati da un inverno a colpi di spazzole, phon e piastre , hanno anche loro bisogno di libertà, ma vigilata. Vanno infatti protetti con accorgimenti e […]

  • Nella beauty box di settembre prossimo, in prenotazione dal 13 agosto, una fortunata consumatrice troverà un golden ticket e vincerà un soggiorno nel resort 5 stelle e un trattamento presso la SPA delle Terme di Saturnia.   Le Terme di Saturnia hanno scelto www.abiby.it per inaugurare il lancio sul mercato della prima linea di toiletries: […]

  • La nuova mostra “HIROSHIMA APPEALS” sarà inaugurata  presso il 21_21 Design Sight a Tokyo, spazio ideato da Issey Miyake per promuovere il design nella vita di tutti i giorni. La mostra raccoglie i poster che ogni anno vengono realizzati in memoria del tragico avvento della bomba atomica, allo scopo di tenere viva la memoria di […]

  • Il 25 agosto, la nuova destinazione di Parigi sarà aperta al pubblico. Gli amanti del  benessere e della gastronomia potranno andare al  Beaupassage  una posizione unica in Francia che porta insieme arte, verde, gastronomia e benessere nel cuore del 7 ° arrondissement di Parigi. Guidata dal gruppo Emerige e dal fondatore Laurent Dumas, il progetto […]

  • la Galleria robertaebasta di Milano si presenta alla  Biennale di Parigi l’evento  internazionale d’arte più prestigioso al mondo. La mostra si terrà da sabato 8 a domenica 16 settembre 2018, con il patrocinio del Presidente Emmanuel Macron, al Grand Palais mitico monumento parigino creato per l’esposizione universale del 1900.   La Biennale di Parigi è […]

  • Gufram, brand storicamente legato alla rivoluzionaria stagione del radical design, celebra il mondo del clubbing con Disco Gufram, la sua discoteca visionaria. Attraverso la collaborazione con tre realtà creative – gli italiani Atelier Biagetti (Alberto Biagetti e Laura Baldassari), gli olandesi ROTGANZEN (Robin Stam e Joeri Horstink) e i francesi GGSV (Gaëlle Gabillet e Stéphane […]

  • Da FOREO 7 consigli per superare senza noia le lunghe attese al gate:   1. Fai un check dei tuoi social Qualche scroll su Instagram può aiutarti a far passare del tempo. Se il tuo feed ti annoia, grazie alla ricerca per luogo puoi vedere in real time cosa sta succedendo nel paradiso che ti […]

  • Atterrare dopo un viaggio in aereo e non vedere arrivare la propria valigia: chi non ha mai avuto, o peggio vissuto, questa paura con i vari disagi che ne comporta? Grazie a Carpisa, però, quest’estate si potrà viaggiare un po’ più sicuri e tranquilli. Il marchio italiano, infatti, ha annunciato la collaborazione con il brand […]

  • Sono più di 1.400.000 i piccoli che viaggiano ogni anno sui voli Air France, incluso circa 300.000 minori non accompagnati ma…molto ben seguiti, la compagnia francese si impegna a rendere divertente il viaggio per dare inizio alla vacanza! Air France da sempre dedica grande attenzione al benessere delle famiglie in viaggio: per i piccoli viaggiatori, […]

  • Lo scorso aprile Fraport AG, la società operativa dell’Aeroporto di Francoforte, il più grande della Germania, ha inaugurato un’incredibile terrazza nell’area del Terminal 1. Situata nella zona di transito, la terrazza, chiamata “Open Air Deck”, accoglie i visitatori con un’impressionante vista panoramica sulla zona di stazionamento dei velivoli. A rendere unico l’ambiente è anche il […]

  • Bvlgari Hotels & Resorts è orgoglioso di annunciare che  Il Ristorante Niko Romito aprirà al Bvlgari Hotel di Milano il prossimo 27 agosto 2018.   Questo annuncio segue le recenti aperture delle proprietà di Pechino, Dubai e Shanghai dove Niko Romito, uno dei più celebrati chef al mondo, 3 stelle Michelin per il suo ristorante […]

  • Domenica 2 settembre, nel cuore di Courmayeur si terrà Lo Matsòn, il mercato contadino dove si possono trovare le specialità che rendono unica la Valle D’Aosta. La parola “matsòn” in patois vuol dire “merenda” ed è il conviviale momento della giornata dedicato al cibo. È un mercato fatto soprattutto di storie e di tradizione e […]

  • Moët & Chandon, lo champagne del Cinema, è sponsor della 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia, confermando il suo legame indissolubile con la settima Arte.   Un appuntamento imperdibile per Moët & Chandon, lo champagne del glamour e del successo dal 1743, che anche quest’anno porterà la sua allure inconfondibile sul Red […]

  • Campari sbarca a Venezia in qualità di main sponsor in occasione della 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia. Con l’obiettivo di confermare il legame sempre più forte con il mondo del cinema, Campari sceglie così di affiancarsi alla nota kermesse che, da sempre, ha l’obiettivo di favorire la conoscenza e la diffusione […]

  • Laura Giuliani, calciatrice italiana, portiere della Juventus e della nazionale italiana, ha scelto di siglare una partnership con PUMA FOOTBALL. Laura Giuliani, 25 anni, dopo cinque stagioni in Germania nella Frauen-Bundesliga nelle quali ha difeso la porta del Gütersloh, dell’Herforder, del Colonia e del Friburgo ha deciso, nel 2017, di fare il suo ritorno in […]

  • Diletta Leotta e Paolo Maldini sono i nuovi volti di Dazn, il servizio di sport in streaming live e on demand. Diletta Leotta sarà la conduttrice della Serie A  a partire dalla stagione 2018/2019, e presenterà anche una trasmissione calcistica con un format originale.L’ex calciatore del Milan Paolo Maldini avrà il ruolo di brand ambassador […]

  • Il grande spettacolo del salto ostacoli torna a Roma, dal 6 al 9 settembrenella suggestiva cornice dello  Stadio dei Marmi “Pietro Mennea”dove si terrà la quindicesima tappa del Longines Global Champions Tour 2018, prestigioso circuito internazionale che vedrà in gara le migliori amazzoni e i migliori cavalieri del mondo. Il circuito, definito ‘la Formula 1 […]

  • Mancano solo le visite mediche e le firme: Gonzalo Higuain e Mattia Caldara al Milan, mentre Leonardo Bonucci torna alla Juventus. Il maxi-accordo  si è concretizzato nel pomeriggio di mercoledì: Higuain passa al Milan in prestito oneroso da 18 milioni con diritto di riscatto a 36 milioni. Scambio alla pari con una valutazione da 40 milioni di euro […]

mercoledì, 30 agosto 2017

LYDA BORELLI: UNA MOSTRA A VENEZIA A PALAZZO CINI E UN LIBRO

di Luciana Boccardi

Lyda Borelli in Salomè, 1910 circa. Fotografia Varischi e Artico. Siae-Burcardo, Roma

Assistendo a una rappresentazione di Manon Lescaut, che alla fine dell’opera muore tra le braccia di Des Grieuyx salvando il suo grande amore: “…ma l’amor mio non muore” , Mario Caserini , il giovane regista che sarebbe diventato uno degli autori più apprezzati del cinema muto che si affacciava allora nel panorama della cinematografia in evoluzione, immaginava di realizzare un film proprio con quella frase come titolo. Cosa che accadde nel 1913 con la produzione del film che avrebbe dato il via non solo alla sua carriera folgorante, ma a un modo di comportarsi, di palesare le proprie emozioni, sull’onda di gesti e sguardi languorosi esasperatamente espressivi che la protagonista, Lyda Borelli , dispensava senza economia nel film con svenimenti e languori che vennero consegnati alla storia con il nome di “borellismo” indicato anche dal Panzini nel suo dizionario per raccontare appunto il decadentismo dei gesti, l’abbandono amoroso, il linguaggio del corpo che Lyda Borelli, già attrice di prosa di successo trasformò in comunicazione spettacolare, in “moda”. Tanto grande fu il successo del film di Caserini da suggerire a poeti e critici, musicanti e disegnatori , battute a tratti irriverenti , ironie, commenti che con Petrolini divennero motivo di spettacolo a sua volta. Indimenticabili i famosi versi del comico che nel suo “Ma l’amor mio non muore”, canta “Tutto muore quaggiù: muore l’insetto, muore il cane , il cavallo ed il cammello; muore il rospo, la pecora, il capretto, muore il pesce, il mammifero e l’uccello. Muore la pianta, la radice, il fiore, ma l’amor mio… ma l’amor mio non muore!”.

 

Per la Borelli, già famosa come attrice di prosa, quel film decretò il suo divenire “diva del muto” Era stata scelta dal regista proprio per quelle sue interpretazioni enfatiche, per il suo identificarsi totale con le espressioni di dannunzianesimo, le pose da “Salomè”, i gesti eccessivi che hanno dato forma al verbo “borelleggiare” citato dal Panzini nel suo dizionario di italiano. Era il tempo della decadenza cantata da D’Annunzio, la fase finale del Liberty, e l’esasperazione dei gesti languorosi corrispondeva alla forza d’attrazione che la Borelli, primadonna del teatro italiano di quel primo Novecento , aveva sul pubblico contrastata dall’altra primadonna in lizza, Francesca Bertini, meno “liberty”, meno sofisticata, meno surreale nell’avvitarsi languidamente a una colonna, alle tende, a un uomo impacciato e imbarazzato da cotanta gestualità, ma comunque grande protagonista della cinematografia nascente. Lyda Borelli garantiva a un regista la spettacolarità: Il suo viso affilato, la sua espressione dolorosa e sensualissima, la sua abilità di attrice consumata (aveva iniziato quasi bambina nella compagnia dove lavoravano anche i suoi genitori e la sorella, tutta gente di teatro), si imponeva sul pubblico non solo in Italia ma nel mondo dove raccolse successi esaltanti. Il successo accompagnava ormai ovunque la giovane Lyda (era nata in provincia di La Spezia il 22 marzo 1887) che riscuoteva ammirazione sia dal pubblico femminile che maschile, facendo innamorare pazzamente uomini di ogni censo che lei quasi non prendeva in considerazione dichiarandosi appagata dal suo vero amante, il suo pubblico. “ Se mi innamorassi – ebbe occasione di dire – mi butterei a capofitto in quella avventura e lascierei tutto , ma proprio tutto, per stare accanto al mio amore”.

 

Fu così in effetti perchè Lyda, divenuta diva assoluta , regina del suo tempo, improvvisamente si innamora di un giovane imprenditore ferrarese, aitante ufficiale di cavalleria, ritenuto uno degli uomini più ricchi d’Italia, Vittorio Cini, e nel 1918, si sposa (in quell’anno nascerà il primo figlio, Giorgio) e dice addio a Lyda Borelli attrice, sulla quale stende il velo dell’oblio totale, per diventare a tutti gli effetti la signora Lyda Cini. Ad allontanarla definitivamente dal mondo del teatro e dell’arte ci avrebbe pensato il marito, futuro conte Cini, acquistando e facendo distruggere tutti i film girati dalla moglie come anche ogni possibile documento di riferimento . Di Lyda Borelli, alla quale erano concesse tutte le ricchezze possibili il mondo dell’arte non si sarebbe occupato più, né le cronache mondane che la vita ritiratissima di Lyda sapeva tenere lontane. (Né – diciamo noi – fotografo o giornalista di gossip avrebbe osato sfidare la volontà del potente conte Cini che voleva annullato il passato della moglie. Dopo una vita trascorsa tra iniziative di immensa portata per l’Italia e sponsorizzazioni culturali di grande lungimiranza (ad esempio la Fondazione “Giorgio Cini” voluta per celebrare la morte del figlio Giorgio, caduto con l’aereo mente salutava la fidanzata Merle Oberon ), il conte Cini, alla morte della moglie avvenuta dopo lunga malattia a Roma nel 1959, volle ricordare il suo passato di attrice – arbitrariamente (ma forse anche con la complicità di Lyda) cancellato – realizzando a Bologna la Casa per artisti “Lyda Borelli” dove vengono tuttora ospitati artisti , cantanti, personaggi di spettacolo in condizioni difficili.

 

“Bellissima, attraversa la scena come un giglio, sa puntare due occhi appassionati folgorandoti per tenerti poi a debita distanza, alta, sinuosa, sensualissima” : di lei i racconti quasi leggendari del primo Novecento si sprecano salvo rare penne ribelli (come quella di Gramsci) che pur confermando il fascino irresistibile della Borelli, sottolineavano una sua assenza di personalità drammatica. “Non esce mai dal suo personaggio – è l’accusa che le muove una certa critica senza soffermarsi però sul fatto che proprio questa era la grande qualità della diva. La forza di Lyda Borelli era nell’affermare ciò che voleva si cogliesse in lei_una, nessuna, centomila .

 

Personaggio interessante e pieno di sfaccettature, la Borelli oggi viene ricordata con una mostra che rappresenta la prima “riproposta” storica di Lyda Borelli – soprattutto artista di teatro – dopo una vita dedicata ad annullarne tempi e storie. La Mostra “Lyda Borelli – primadonna del Novecento” , allestita da Maria Ida Biggi, direttrice dell’istituto per il Teatro e il Melodramma in Palazzo Cini, a Venezia, dove la Borelli abitò dopo le nozze con Vittorio Cini – si avvale di foto e documenti rari forniti dalla famiglia, dipinti, qualche vestito (ricostruito nell’atelier veneziano di Stefano Nicolao). Alla Mostra, che ospiterà anche proiezioni di alcuni film recuperati, fa da corredo esauriente e importante il libro curato da Maria Ida Biggi (con i contributi di Maria Dolores Cassano e Marianna Zannoni e la partecipazione di Domizia Alliata). Un altro dei momenti importanti che si aggiunge alle proposte e ricerche condotte dall’Istituto del Teatro e del Melodramma della Fondazione, fiore all’occhiello dell’universo colto e informatissimo che dall’isola di San Giorgio, a Venezia, con la presidenza di Giovanni Bazoli, porta nel mondo la voce della cultura di ieri e di oggi.

 

“Ero un bambino quando mia nonna ci lasciò – ricorda Giovanni Alliata di Montereale, del Consiglio Generale della Fondazione “Cini” ( figlio di Yana , una dei quattro figli di Lyda Borelli, unico nipote che vive tuttora a Venezia) – Di lei mi resta il ricordo di una grande dolcezza e della sua passione infinita per i fiori che coltivava con amore nella nostra villa romana sull’Appia Antica . Il primo giorno di ogni mese, mio nonno, Vittorio Cini , andava a Ferrara, in casa Cini e alla tomba di famiglia alla Certosa, per ricordare gli anniversari del figlio Giorgio (morto il 31 agosto1949 ) e della moglie, Lyda Borelli (morta il 2 giugno 1959). Spesso quando ero a Venezia lo accompagnai in questa trasferta affettuosa”.

 

Il libro è dedicato “ A Lida Guglielmi , che ha sentito intensamente il desiderio di conoscere il valore artistico di sua nonna, Lyda Borelli”.

 

Mostra a Palazzo Cini – Venezia – dal 1 settembre 2017  al 15 novembre 2017 

E presentazione del libro di Maria Ida Biggi: “Il teatro di Lyda Borelli”

TAG:

Non sono presenti commenti per questo articolo.


Lascia un commento »