Moda e tendenze
  • Si avvicinano i giorni delle partenze massive, vacanze, viaggi in auto e con essi anche il bisogno di fare le valigie e caricare la propria auto senza perdere la pazienza, senza dimenticare nulla e facendo che ci stia tutto nel bagagliaio. Per questo SEAT ha pensato di preparare un breve video (https://youtu.be/Vdj7lsdhWaY) che racchiude 5 […]

  • Nato dalla partnership tra il marchio TwoDots e la  casa automobilistica, scende in pista Glyboard Corse, il nuovo hoverboard ispirato all’inconfondibile stile Lamborghini, disponibile dal 23 marzo, ma prenotabile da subito sul sito http://www.twodots.it/lamborghini/ Dai cerchi in alluminio alle celle esagonali del motivo delle pedane, il  dispositivo rappresenta l’iconicità e l’aerodinamicità delle automobili Lamborghini. Dotato […]

  • Mitsubishi Motors Corporation (MMC) ha annunciato oggi l’arrivo in MMC di Alessandro Dambrosio nella posizione di Executive Design Director of Advanced Design. Dambrosio sarà alla guida dei tre centri stile di Okazaki e Tokyo, in Giappone, e di Francoforte, in Germania. Risponderà direttamente a Tsunehiro Kunimoto, Corporate Vice President della divisione Design dell’azienda. “Alessandro è […]

  • Il fenomeno astronomico che ha caratterizzato lo scorso fine settimana, la lunga eclissi totale di Luna con la contemporanea visibilità eccezionale di Marte, Venere e Giove, non può (non dovrebbe) lasciarci indifferenti. Si è trattato di un avvenimento cosmico non rarissimo e largamente previsto dagli astronomi; quelli attuali e quelli di migliaia di anni orsono […]

  • Lo stile contemporary e il gusto chic-rock degli abiti di Federica Tosi conquistano la star internazionale Laura Pausini che sceglie di vestire anche le creazioni della designer romana in occasione del suo Worldwide Tour 2018. “Collaborare con Laura Pausini e tutto il suo team è stato per me un grande onore, un’occasione di crescita dal punto di vista personale […]

  • Simona Cavallari ha indossato l’ abito Sophia in colore Golden della collezione Tory Burch Pre Fall 2018, in occasione della 48° edizione del Giffoni Film Festival.  

  • Il CdA di Salvatore Ferragamo SpA  ha nominato Micaela Le Divelec Lemmi Amministratore Delegato. La Dottoressa Le Divelec Lemmi, entrata a far parte del Gruppo Salvatore Ferragamo nel mese di aprile 2018 con il ruolo di Direttore Generale, vanta una lunga e consolidata esperienza nel settore del fashion e del lusso maturata presso il Gruppo […]

  • Nei primi anni ’50,  giovanissima, vincendo l’opposizione soprattutto materna, riuscii ad andare a Parigi: al tempo, un gran viaggio.  Mentre Francoise Sagan sfrecciava sulla Croisette, ricca del successo riportato con “Bonjour Tristesse”, e Brigitte Bardot suscitava  ammirazione (incondizionata, da parte maschile) e commenti con i primi bikini sulla Costa Azzurra, nella Ville Lumière Sartre, Simone […]

  • I Laboratoires FILORGA presentano FLASH-NUDE, una nuova make up routine composta da trattamenti ibridi dai risultati immediati e a lungo termine. Prodotti intuitivi e veloci da utilizzare: una sintesi dell’expertise unica di Filorga nella medicina estetica e nella cosmetica d’avanguardia con la gestualità e i risultati express del make-up.     ACTIVE MAKE-UP ROUTINE IN […]

  • FILORGA presenta NCEF-NIGHT MASK, la sleeping mask in gel dalla formula rigenerante. Molto più di una crema notte, agisce sulla sintesi della melatonina a livello cutaneo e ottimizza i benefici del sonno, accelerando i processi di rigenerazione.   RINGIOVANIMENTO NOTTURNO A DOPPIA AZIONE   RIGENERAZIONE ATTIVA RIGENERAZIONE GLOBALE DELLA QUALITÀ DELLA PELLE Il segreto di […]

  • Pronte per le vacanze? Meta scelta, valigia perlomeno pensata, voglia di relax tantissima. Una necessità per corpo e spirito, ma attenzione a non dimenticare le chiome ! I nostri capelli, provati da un inverno a colpi di spazzole, phon e piastre , hanno anche loro bisogno di libertà, ma vigilata. Vanno infatti protetti con accorgimenti e […]

  • Nella beauty box di settembre prossimo, in prenotazione dal 13 agosto, una fortunata consumatrice troverà un golden ticket e vincerà un soggiorno nel resort 5 stelle e un trattamento presso la SPA delle Terme di Saturnia.   Le Terme di Saturnia hanno scelto www.abiby.it per inaugurare il lancio sul mercato della prima linea di toiletries: […]

  • La nuova mostra “HIROSHIMA APPEALS” sarà inaugurata  presso il 21_21 Design Sight a Tokyo, spazio ideato da Issey Miyake per promuovere il design nella vita di tutti i giorni. La mostra raccoglie i poster che ogni anno vengono realizzati in memoria del tragico avvento della bomba atomica, allo scopo di tenere viva la memoria di […]

  • Il 25 agosto, la nuova destinazione di Parigi sarà aperta al pubblico. Gli amanti del  benessere e della gastronomia potranno andare al  Beaupassage  una posizione unica in Francia che porta insieme arte, verde, gastronomia e benessere nel cuore del 7 ° arrondissement di Parigi. Guidata dal gruppo Emerige e dal fondatore Laurent Dumas, il progetto […]

  • la Galleria robertaebasta di Milano si presenta alla  Biennale di Parigi l’evento  internazionale d’arte più prestigioso al mondo. La mostra si terrà da sabato 8 a domenica 16 settembre 2018, con il patrocinio del Presidente Emmanuel Macron, al Grand Palais mitico monumento parigino creato per l’esposizione universale del 1900.   La Biennale di Parigi è […]

  • Gufram, brand storicamente legato alla rivoluzionaria stagione del radical design, celebra il mondo del clubbing con Disco Gufram, la sua discoteca visionaria. Attraverso la collaborazione con tre realtà creative – gli italiani Atelier Biagetti (Alberto Biagetti e Laura Baldassari), gli olandesi ROTGANZEN (Robin Stam e Joeri Horstink) e i francesi GGSV (Gaëlle Gabillet e Stéphane […]

  • Da FOREO 7 consigli per superare senza noia le lunghe attese al gate:   1. Fai un check dei tuoi social Qualche scroll su Instagram può aiutarti a far passare del tempo. Se il tuo feed ti annoia, grazie alla ricerca per luogo puoi vedere in real time cosa sta succedendo nel paradiso che ti […]

  • Atterrare dopo un viaggio in aereo e non vedere arrivare la propria valigia: chi non ha mai avuto, o peggio vissuto, questa paura con i vari disagi che ne comporta? Grazie a Carpisa, però, quest’estate si potrà viaggiare un po’ più sicuri e tranquilli. Il marchio italiano, infatti, ha annunciato la collaborazione con il brand […]

  • Sono più di 1.400.000 i piccoli che viaggiano ogni anno sui voli Air France, incluso circa 300.000 minori non accompagnati ma…molto ben seguiti, la compagnia francese si impegna a rendere divertente il viaggio per dare inizio alla vacanza! Air France da sempre dedica grande attenzione al benessere delle famiglie in viaggio: per i piccoli viaggiatori, […]

  • Lo scorso aprile Fraport AG, la società operativa dell’Aeroporto di Francoforte, il più grande della Germania, ha inaugurato un’incredibile terrazza nell’area del Terminal 1. Situata nella zona di transito, la terrazza, chiamata “Open Air Deck”, accoglie i visitatori con un’impressionante vista panoramica sulla zona di stazionamento dei velivoli. A rendere unico l’ambiente è anche il […]

  • Bvlgari Hotels & Resorts è orgoglioso di annunciare che  Il Ristorante Niko Romito aprirà al Bvlgari Hotel di Milano il prossimo 27 agosto 2018.   Questo annuncio segue le recenti aperture delle proprietà di Pechino, Dubai e Shanghai dove Niko Romito, uno dei più celebrati chef al mondo, 3 stelle Michelin per il suo ristorante […]

  • Domenica 2 settembre, nel cuore di Courmayeur si terrà Lo Matsòn, il mercato contadino dove si possono trovare le specialità che rendono unica la Valle D’Aosta. La parola “matsòn” in patois vuol dire “merenda” ed è il conviviale momento della giornata dedicato al cibo. È un mercato fatto soprattutto di storie e di tradizione e […]

  • Moët & Chandon, lo champagne del Cinema, è sponsor della 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia, confermando il suo legame indissolubile con la settima Arte.   Un appuntamento imperdibile per Moët & Chandon, lo champagne del glamour e del successo dal 1743, che anche quest’anno porterà la sua allure inconfondibile sul Red […]

  • Campari sbarca a Venezia in qualità di main sponsor in occasione della 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia. Con l’obiettivo di confermare il legame sempre più forte con il mondo del cinema, Campari sceglie così di affiancarsi alla nota kermesse che, da sempre, ha l’obiettivo di favorire la conoscenza e la diffusione […]

  • Laura Giuliani, calciatrice italiana, portiere della Juventus e della nazionale italiana, ha scelto di siglare una partnership con PUMA FOOTBALL. Laura Giuliani, 25 anni, dopo cinque stagioni in Germania nella Frauen-Bundesliga nelle quali ha difeso la porta del Gütersloh, dell’Herforder, del Colonia e del Friburgo ha deciso, nel 2017, di fare il suo ritorno in […]

  • Diletta Leotta e Paolo Maldini sono i nuovi volti di Dazn, il servizio di sport in streaming live e on demand. Diletta Leotta sarà la conduttrice della Serie A  a partire dalla stagione 2018/2019, e presenterà anche una trasmissione calcistica con un format originale.L’ex calciatore del Milan Paolo Maldini avrà il ruolo di brand ambassador […]

  • Il grande spettacolo del salto ostacoli torna a Roma, dal 6 al 9 settembrenella suggestiva cornice dello  Stadio dei Marmi “Pietro Mennea”dove si terrà la quindicesima tappa del Longines Global Champions Tour 2018, prestigioso circuito internazionale che vedrà in gara le migliori amazzoni e i migliori cavalieri del mondo. Il circuito, definito ‘la Formula 1 […]

  • Mancano solo le visite mediche e le firme: Gonzalo Higuain e Mattia Caldara al Milan, mentre Leonardo Bonucci torna alla Juventus. Il maxi-accordo  si è concretizzato nel pomeriggio di mercoledì: Higuain passa al Milan in prestito oneroso da 18 milioni con diritto di riscatto a 36 milioni. Scambio alla pari con una valutazione da 40 milioni di euro […]

lunedì, 12 febbraio 2018

MARIO VALENTINO: UN RICORDO IN OCCASIONE DEL’USCITA DEL LIBRO A LUI DEDICATO

di Maria Vittoria Alfonsi

Foto storica pubblicata sul libro Mario Valentino con gli stilisti nel 1985

Mario Valentino è mancato, prematuramente, nel 1991. Ora, il figlio Enzo ne segue le orme rilanciandone il marchio e, alla Triennale di Milano, è stato presentato il libro “Mario Valentino-Una storia fra moda design e arte”.Nel volume -edito da Skira- curato da Ornella Cirillo, docente di Storia della Moda all’Università di Napoli, Mario Valentino viene definito “il napoletano illuminato”: illustrandone l’attività di imprenditore-stilista che si avvaleva “del più” in ogni settore: come Brunetta e Antonio Lopez quali illustratori, e – fra gli altri – Rubertelli, Avedon, Mappletorpe, Newton quali fotografi.

 

A settembre verrà rinnovata la storica boutique Mario Valentino nella milanese via Brera, mentre Enzo anticipa che la collezione per il prossimo inverno sarà caratterizzata da riferimenti al passato “rivisti” con l’occhio d’oggi. E la prospettiva di una nuova forte internazionalità.

A me piace ricordare Mario Valentino, e farlo ricordare, con un nostro incontro-intervista nel quale troviamo il “napoletano illuminato” più autentico. Anche se già nel 1974 lo inclusi nel mio libro “I grandi personaggi della moda”; poi, nel 1984, in “Leaders in Fashion”, e nel 1988 lo citai in “Questo è il Made in Italy”, libro in cui inclusi anche i suoi figli: Fortuna, Enzo, Gianni; protagonisti, poi, di un capitolo di “Figli d’arte? No grazie”.

 

 

Arriva, quasi correndo, al bar del “De la Ville” di Roma, dove lo sto attendendo.

“Gesù, Gesù! Sono due giorni che non mangio, ieri sera ero all’”Alcazar”, a Parigi: divertente lo spettacolo, ma il cibo…”.

-Condivido appieno: tanto lo spettacolo, all’”Alcazar” (quello degli anni ’70/’80!-n.d.a.,) è divertente, tanto è bravo Jean-Marie Rivière, altrettanto è deludente la cena: non ci si deve illudere di trovare la famosa cucina francese, ma accontentarsi di ciò che si vede, non è vero?

-Sì, si guarda pure, ma l’appetito resta. Questa mattina, poi, in aereo nemmeno ho fatto colazione; ed eccomi qua. Spero di rifarmi, sia pure a notte, a casa, a Napoli. Tanto più che domattina riparto per New York….”.

 

Nel frattempo, Mario si mette a posto i capelli che gli ricadono sulla fronte, sistema gli occhiali dalla larga montatura, e l’appetito -o sarebbe più giusto dire la fame?- da “napoletano verace”, unito alla stanchezza (anche se per forza è abituato ad una vita del genere!) lo fa essere di cattivo umore: non esuberante, brillante, vivace come sempre; non ritroviamo in lui il Mario Valentino che ti riferisce aneddoti, che ti diverte con storie e racconti accompagnati dalla sua mimica e dal suo fare tipicamente partenopei che arrivano -così come Bianca, sua moglie- a farti ricordare Eduardo, la più alta, intensa rappresentazione dell’arte: protagonisti assoluti.

 

E non penso nemmeno di offrirgli un caffè, o uno dei famosi corroborati cocktail del barman Santino: ritengo che, forse, per vederlo sorridere, per fargli ritrovare tutta la sua “verve” ci vorrebbe il suo vino d’Ischia, che ha virtù addirittura terapeutiche (l’ho sperimentato: efficace più di qualsiasi medicinale, un solo bicchiere è riuscito a togliermi da uno stato ansioso-febbrile).

 

Dopo un po’ -grazie al cielo- riesce ugualmente a rilassarsi, a riprendersi: la sua tradizionale disponibilità, ed il suo stile, hanno il sopravvento.

 

“Dunque, che vuoi sapere? (ma già sai tutto…!). Sì, va be’, ricordiamolo. Sono nato a Napoli (non si vede, non si sente?) e mio padre -il più bravo artigiano del mondo- aveva una piccola fabbrica in uno dei quartieri più antichi della città, nella piazza delle Mura Greche: già nel 1908, o giù di lì… Terminate le scuole medie mi fece seguire gli studi classici: ma io, contemporaneamente, lavoravo con lui (però mi dedicavo anche all’aeronautica: pilotavo un vecchio apparecchio che ero riuscito ad acquistare con i miei risparmi; bei tempi avventurosi, quelli…). In quell’epoca -continua l’ormai tornato sorridente Mario Valentino- non esisteva ancora un mercato del settore calzaturiero (feci io il conto: dovevano essere gli anni fra il ’45 e il ’50, se non erro -n.d.a.) : ma vi erano soltanto le singole produzioni, già molto apprezzate -alcune- anche all’estero, d’accordo. Però, non avevano niente a che fare col “boom” che sarebbe venuto poi.

 

Ad un certo momento -inevitabile, come per ogni cosa- cominciò il declino di mio padre: un declino -devo precisare- dovuto anche ad altri suoi nuovi interessi: così, continuai questa attività da solo, mettendomi a fare poche scarpe, sempre accuratissime, ricercatissime:come la serie di décolleté tutte rosa a tacchi sottili (pensa un po’! Negli anni ’50 costavano già 10/12mila lire al paio!). Così arrivai alla prima mostra dell’Alta Moda a Roma, con Livio DE Simone; di me, e delle mie creazioni, si interessarono Irene Brin (che le descrisse in un suo articolo; in questo modo venni conosciuto pure all’estero, e cominciarono ad arrivarmi ordinazioni da ogni parte : anche da Ava Gardner…) e Matt Bally : così che ora un mio sandalo di corallo si trova al Museo della Calzatura, in Svizzera, unico esemplare che stia a rappresentare la nostra epoca, accanto ala scarpa che calzò la Regina d’Inghilterra quando andò sposa).

 

Già…il sandalo di corallo…venne fotografato da Guy Bourdin (allora un esordiente) assieme ad un bracciale di Cartier, e la fotografia comparve su Vogue Francia; ricevetti quindi varie proposte dall’America, e firmai un contratto con la I.Miller, l’unica azienda d’oltre oceano che produceva scarpe di lusso. Ma facevo sempre l’artigiano, con un laboratorio di venti-venticinque operai. Dopo cinque anni, però, pensai di trasformare l’artigianato in industria, cercando contemporaneamente di conservargli un tono personalizzato e sempre divertente”.

 

“Ma perchè poi gli abiti, Mario? Perchè questi “oggetti” splendidi dei quali ho scritto “…riescono a stupirci ogni volta, sempre più: devi toccarli, per constatare che quei “velluti”, quelle “sete”dai colori e dai motivi straordinari sono esclusivamente pelle morbida come velluto, leggera come seta”.

 

-Le calzature erano il mio “amore primo”: ma alle scarpe desiderai accostare le borse, quale naturale completamento della linea. E l’abbigliamento cominciò quasi per caso: avevo visto delle pelli eccezionali, che mi ispirarono la loro “trasformazione” in pantaloni; ai pantaloni aggiunsi le giacche, alcuni tailleurs, per arrivare alle sfilate di oggi.

 

Oggi… il mio compito -come ha detto qualcuno- è di “direttore d’orchestra”: un’orchestra formata da “solisti” quali Armani (per la linea donna), Montana (per lo sportivo-uomo) e Lagerfeld (per scarpe e borse). Ma il settore donna, ricordiamolo, è curato da Bianca, che è la mia collaboratrice più preziosa”.

 

-Lo so: Bianca è una donna eccezionale! Non soltanto come collaboratrice, ma anche nel preparare -come ho avuto la fortuna di constatare- pietanze squisite, da grande chef…Per forza senti la mancanza della cucina di casa…!” Ma torniamo alla moda: come è “nata” la collezione per uomo?

 

“Era una tentazione, dopo la donna. Ma anche in questo caso si tratta di combinazioni fortuite. La “Confezioni di Agnano”, dopo alcune traversie, era passata alla “Gepi”; io -artigiano: sono, e mi voglio definire sempre tale- la rilevai nel ’79. Ora, dopo alcune buone stagioni ed un successo in crescendo, ritengo giusto essermi lasciato tentare”.

 

-Oltre alla creatività, allo stile, al gusto e via dicendo, qual è la formula del successo, per Mario Valentino?

 

“Produrre qualcosa che rappresenti una novità e nel contempo possa essere accettato dal gusto del pubblico; non produrre quantità eccessive, lusingati dai successi delle stagioni precedenti: ma lasciare piuttosto i clienti col “desiderio”; riuscire ad autofinanziarsi completamente, senza ricorrere ai crediti bancari”.

 

-Ma dimmi: voli ancora? (non soltanto voli Pindarici…ogni tanto ti astrai da tutto e da tutti, sembri rincorrere chissà che, chissà chi…).

 

“Volare? Oh, no! Soltanto sugli aerei di linea, guidati da altri: ed è sufficiente, considerando quanto devo viaggiare, Resto, non appena posso, sulla terra ferma e sul mare: fra Napoli ed Ischia. Amo moltissimo e soprattutto la lettura, e poi i fiori, la musica classica (il jazz e tutta la musica d’oggi d’ogni genere me la fanno sentire inevitabilmente, quando sono a casa, i miei figli…Sì, è vero, sono bravi e da loro dipendono le decisioni future per l’azienda).

 

 

Non ho modo di dedicarmi ad altro (ed è già tanto quando riesco a trovare il tempo per lettura-fiori-musica): lavoro anche, frequentemente, la domenica, e mi riposo soltanto a ferragosto. Ma tutta la mia vita è una continua eterna vacanza: perchè mi piace, il mio lavoro: non mi pesa”.

 

 

E Mario Valentino -sempre in movimento fra Napoli (dove ha la sua residenza e “tiene le fabbriche”, in via Fontanelle, nel Rione Sanità, tanto caro a De Filippo), Agnano (dove è lo stabilimento di abbigliamento uomo e donna), i suoi negozi (che lo portano a Parigi, Milano, Roma; e poi da S.Margherita Ligure a New York, a Firenze, all’Isola Margarita e alle boutiques in franchesing di Hong Kong, Singapore e Guam- salta -proprio!- di corsa su di un taxì trovato in modo fortunoso per arrivare in tempo al treno che lo porterà a Napoli. Nell’attesa di ripartire domani, e dopo domani, doman l’altro ancora, fra brevi tregue che lo tengono, e lo vogliono, nei suoi stabilimenti campani. Coadiuvato da una validissima eccezionale équipe: con Bianca in primo piano; e Fortuna, Enzo e Gianni. E poi con Franco (Franco Savorelli, il “Conte della Moda”: p.r. insuperabile), Walter; e Giorgio, Karl, Claude: i creativi. Anche questa è abilità: a parte i familiari (dono del destino) , sapersi circondare dalle persone giuste al posto giusto.

 

Ed a lui si deve anche in parte l’avventura di “Azzurra” (per cui feci un tifo al vertice), la barca della grande sfida all’ America’s Cup nel 1983. Salutamme, don Mario: sempre “Leader in Fashion”!

 

 

TAG:

Non sono presenti commenti per questo articolo.


Lascia un commento »