Moda e tendenze
  • Entro il 2050 il 70% della popolazione mondiale abiterà nelle città, aree già responsabili del 75% del consumo di energia (40% del quale attribuibile ai soli edifici) e, di conseguenza, del rispettivo aumento delle emissioni di co2. Un aumento che secondo gli esperti, già nel 2035 salirà al 30%.  Alla luce di questo una soluzione potrà […]

  • Nato dalla partnership tra il marchio TwoDots e la  casa automobilistica, scende in pista Glyboard Corse, il nuovo hoverboard ispirato all’inconfondibile stile Lamborghini, disponibile dal 23 marzo, ma prenotabile da subito sul sito http://www.twodots.it/lamborghini/ Dai cerchi in alluminio alle celle esagonali del motivo delle pedane, il  dispositivo rappresenta l’iconicità e l’aerodinamicità delle automobili Lamborghini. Dotato […]

  • Due nuove nomine  che ridefiniscono la riorganizzazione della direzione commerciale mondo: Olivier Murguet assume la direzione commerciale e Francois Renard quella del marketing del gruppo Renault. La separazione delle due funzioni  – prima erano gestite da  Thierry Koskas ora nominato presidente di Renault Sport Racing – è il modo per rinforzare tutta la struttura dedicata […]

  • È sempre interessante e talora anche divertente paragonare due fotografie d’ambiente riprese dallo stesso punto d’osservazione a distanza di anni tra loro. Se nel frattempo non sono intervenuti cambiamenti strutturali (come la demolizione di edifici) le differenze riscontrabili nelle fotografie scattate nelle aree urbane riguardano soprattutto la moda e il traffico. Un autorevole organo d’informazione […]

  • Mercoledì 12 dicembre a partire dalla 19.00 BIMBA Y LOLA, il noto brand spagnolo, brinda alle feste con un pink playful cocktail party. Welcome to BIMBA Y LOLA unique world: una bolla rosa shocking al confine tra sogno e realtà #CIAOBIMBAYLOLA!   Un surreale Xmas event in perfetto stile BIMBA Y LOLA: super fun, ironico […]

  • Nicole Kidman indossa Roger Vivier Maharaja Sandal e Pilgrim Jewel Clutch al Jimmy Kimmel studio di Los Angeles.

  • Doppia acquisizione per lo studio Clara Garcovich Events and Public Relations. Aigner, brand del lusso tedesco, per il quale l’agenzia già gestiva i Fashion Show durante Milano Moda Donna, affida allo studio PR tutte le attività di comunicazione integrata che spazieranno dall’ufficio stampa on e off line, eventi, attivazione della  boutique di Milano oltre a […]

  • Bourgeois tremblez, Borghesi tremate, si legge su un muro di Avenue de Friedland, poco lontano dagli Champs Elysées. Uno slogan scritto da un manifestante dei Gilet gialli che ricorda il ‘68. Per rimanere in tema, il primo grosso esproprio proletario è avvenuto da Dior il 24 novembre. Il saccheggio (in francese pillage) in prevalenza di gioielli […]

  • lavera LIPCARE è la soluzione – 100% naturale e senza oli minerali – per prendersi cura delle labbra durante la stagione più fredda. A base di cere naturali (cera d’api, candelilla e carruba) e pregiati oli da coltivazione biologica controllata, quattro balsami che assolvono a quattro necessità per la cura delle labbra, anche le più […]

  • Il trattamento notte multi-funzione che agisce su rughe, segni del cuscino e gonfiore da risveglio per rivelare al mattino un incarnato fresco e riposato.   MULTI­-AZIONE SULLE RUGHE:   FILORGA rivisita il cuore della formula iconica di TIME-FILLER, ispirata a 4 diverse tecniche di medicina estetica, per presentarne una versione notte dall’azione integrata su 4 tipi […]

  • Lamborghini presenta URUS, una fragranza dinamica e avvolgente, progettata per trasmettere forza, stabilità e sicurezza; tre caratteristiche distintive della nuova vettura sportiva Lamborghini. Queste qualità sono infuse non solo nel profumo ma anche nel packaging della fragranza, il cui intrinseco potere visivo e persuasivo è perfettamente allineato con il DNA del marchio. Un design non […]

  • Cara Delevingne è il nuovo volto di Dior Addict Lipstick. La giovane attrice e top model presenta la sua sfrontata bellezza per il nuovo lipstick creato da Peter Philips, Direttore Creativo e dell’Immagine del make Up Dior Addict Stellar Shine.  

  • Conceria Superior, azienda toscana con sede a Santa Croce sull’Arno,  fondata nel 1962 che opera nel settore delle pelli di lusso per l’Alta Moda, inaugura il suo primo Atelier milanese in Via Quintino Sella, 3.   Un evento a tema Christmas Party in programma mercoledì 5 dicembre dalla 18.30 alle 21.30 nei nuovi prestigiosi spazi sarà l’occasione per […]

  • È stato inaugurato lunedì 19 novembre il nuovo spazio Flexform Shenzhen, sesto flagship store dell’azienda in Cina. Ubicato nel nuovo e prestigioso mall One Bay, lo showroom si sviluppa su una superficie di 550 mq disposti su tre piani. Il progetto a cura del Design Center dell’azienda è all’insegna di una raffinata e misurata eleganza. […]

  • Il 6 dicembre al MAXXI è stata inaugurata l’installazione site-specific “L’anello Mancante”, realizzata da Michele De Lucchi utilizzando HI-MACS®.   L’installazione è parte del ciclo di esposizioni “NATURE”, che all’interno della Galleria Gian Ferrari del museo ha già invitato differenti progettisti a confrontarsi sul tema del rapporto tra natura e artificio. Michele De Lucchi, chiamato […]

  • È la società milanese Eclettico Design, brand del Gruppo Lombardini22, a curare l’interior design del nuovo Pestana CR7 Lifestyle Hotel, che aprirà nel 2019 nel cuore della più importante tra le città imperiali del Marocco.   Cristiano Ronaldo oltre che un’icona del calcio mondiale è ormai anche un brand internazionale riconosciuto. CR7, in joint venture […]

  • In occasione dell’apertura dei voli diretti da Milano Malpensa verso l’India, rispettivamente Delhi il 6 dicembre e Mumbai il 13 dicembre, Air Italy, in omaggio alla nuova destinazione India, che è la patria dello yoga, ha voluto interpellare Linda Gastaldello per alcuni consigli utili per rilassarsi a bordo dei voli intercontinentali.   La talent Yoga […]

  • Dopo aver lanciato il kit per neonati “Renard” lo scorso giugno, Air France lancia una nuova trousse per i suoi piccoli viaggiatori: la collezione “Penguin”.   La nuova utilissima e divertente trousse bebé di Air France, si presenta sotto forma di pinguino e contiene un bavaglino plastificato, un cucchiaio adatto per neonati, salviette e crema […]

  • Gesac è la società di gestione servizi degli aeroporti campani. E’ dotata del primo chatbot che sia stato realizzato sulla nostra Penisola per uno scalo. Parliamo di un elemento tale da migliorare la customer esperience, mentre il marketing, come è noto, si evolve a livello globale in modo da privilegiare l’esperienza di chi naviga, fruisce […]

  • Il countdown a Natale è già iniziato…regala il piacere di viaggiare in tutta libertà con Air France! Un regalo da sogno…lungo quanto un viaggio verso luoghi magici, per essere realmente cittadini del mondo.   Acquistare la Gift Card Air France da regalare è semplicissimo e, in più, ti offre un omaggio! È sufficiente collegarsi al […]

  • I JRE lo avevano preannunciato al XXV° Congresso Nazionale, e ora diventa realtà: “#tavola 25”, la campagna promozionale che avvicina i giovani alla cucina d’autore abbattendo la barriera del prezzo, è operativa.   In occasione del 25° compleanno dell’associazione infatti, con la partnership di Tenute Marchesi Antinori, è stata lanciata questa attività tesa a consentire […]

  • Natale e Capodanno all’Hassler Roma: un must per chi vuole trascorrere delle festività indimenticabili nella Città Eterna. L’atmosfera raffinata, l’incomparabile stile delle camere, la vista unica e senza eguali renderanno splendide le feste di quest’anno.   Con lo speciale pacchetto “Incanto di Natale”, potrai scegliere tra: Deluxe Doppia / Twin € 2266 Grand Deluxe Doppia […]

  • Per gli amanti del pollo, a Milano esiste una vera chicca in grado di soddisfare ogni tipo di palato: 131 Chicken Experience. Un ristorante inserito nella deliziosa cornice della zona di Porta Romana al n°131, che accoglie gli ospiti in un’atmosfera piacevole e rilassante, quasi come se fossero a casa, ma in un contesto dove […]

  • 101CAFFE’ ha partecipato al Man’s World Winter Edition come unico marchio del mondo del caffè, evento dedicato al mondo maschile che si è tenuto presso Fabbrica Orobia 15 a Milano dal 30 Novembre al 2 Dicembre, contribuendo all’area degustazione all’interno dei due eleganti punti bar e nella lounge di Mediolanum. Artigianalità italiana per una “coffee […]

  • Brooks Brothers, storico brand newyorkese, è stato sponsor formalwear del team FlaminGOs al Monza Rally Show, che si è tenuto presso l’autodromo monzese, dal 7 al 9 dicembre, a chiusura della stagione racing 2018.   Già protagonista della Distinguished Gentleman’s Ride e sponsor ufficiale della Scuderia Franciacorta Squadra Corse Brooks Brothers, Brooks Brothers conferma la […]

  • ICRIM (International Center of Research in International Management) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e Udinese Calcio hanno annunciato oggi l’organizzazione congiunta, a Udine, della Summer School in football Stadia Management, un programma di formazione dedicato a documentare e discutere le migliori pratiche relative alla gestione degli stadi calcistici. Il Corso gode del patrocino della Lega […]

  • La Champions non accetta Napoli e Inter, eliminate rispettivamente da Liverpool e Tottenham. Ma se per la squadra di Carlo Ancelotti la sconfitta all’Anfield Road ci poteva stare, il pareggio casalingo dei nerazzurri col fanalino di coda del Gruppo, il PSV Eindhoven, appare come un macigno sulla testa e sulle convinzioni tattiche personali di Luciano […]

  • Di lui Kakà, non uno qualsiasi, ha detto: “Come allenatore è un fenomeno”. Di chi stiamo parlando? Di Rino Gattuso, che sul campo, risultati alla mano, sta facendo vedere cose importanti. E non tragga in inganno il pari interno contro il Torino, squadra quadrata che farà penare parecchie grandi squadre.   C’è chi è andato […]

martedì, 31 luglio 2018

#TBT: JULIETTE GRECO: i giorno Sonia Rilke, di sera Saint Laurent.

di Maria Vittoria Alfonsi

Nei primi anni ’50,  giovanissima, vincendo l’opposizione soprattutto materna, riuscii ad andare a Parigi: al tempo, un gran viaggio.  Mentre Francoise Sagan sfrecciava sulla Croisette, ricca del successo riportato con “Bonjour Tristesse”, e Brigitte Bardot suscitava  ammirazione (incondizionata, da parte maschile) e commenti con i primi bikini sulla Costa Azzurra, nella Ville Lumière Sartre, Simone de Beauvoir, Cocteau,  Prèvert, destavano tutto il mio interesse, e mi recavo in St. Germain-de-Prés, sperando di vederli al caffè Flore, o  al Les Deux Magots.  Ricca di voglia di fare, di conoscere, riuscire, sognavo di intervistarli. Così come Juliette Greco, “musa” delle Caves.  Riuscii, al Deux Magots, avvicinando con un sorriso Sartre e Simone de Beauvoir, Cocteau ad una sfilata (sì, ad una sfilata!) da Dior; Juliette mentre arrivava al “Tabou”.

 

 

Il viso dai lineamenti aggressivi, un grinta notevole, indossando quel maglione nero a collo alto e quei pantaloni pure neri che divennero quasi una divisa, cantava al “Tabou”. La sua voce bassa, intensa, seduceva con “Les feuilles mortes”,”Si tu t’immagine”, “ L’eternel féminine”, “Pigalle”, “Amour perdu”, “Les enfants qui s’amusen”…In quella Parigi che, nel dopoguerra, rappresentava un mondo artistico-intellettuale unico, punto d’incontro essenziale per la cultura, che si collegava a Cocteau, Sartre, Simone de Beauvoir, Camus, Malreaux,Barrault (anche  se i seguaci di Kierkegaard volevano essere antifilosofici ed anticulturali).

 

Chi non ammirava la “musa” dell’esistenzialismo  francese, la regina delle Caves di Saint-Germain-de-Prés, allieva prediletta di Sartre, interprete di Prévert?

 

 

Il naso “rifatto”, l’abito -nero, sempre- che sostituiva pantaloni e maglione, già anche diva del grande e piccolo schermo  (i giovanissimi erano “fans” di “Belfagor”) dopo molti anni  incontrai ancora -sempre a Parigi- l’ex sacerdotessa del beatnik : non al Flore, non  sulla Rive Gauche, ma ad un cocktail-champagne  al Plaza, per l’inaugurazione di una mostra di gioielli-scultura.

 

Non senza curiosità, attesi quindi l’ultima versione di Juliette Greco, musa-mito-artista. Personaggio sempre.

 

Sottile e scattante, i grandi occhi ombreggiati da lunghe ciglia finte, i capelli alle spalle leggermente ramati, l’abito nero lungo (di Saint Laurent!) questa  quasi sessantenne nata nel segno dell’acquario, era ancora più attraente di tante ventenni: con quella “allure”, quella personalità e quella scuola di grandi cantanti che “recitano” le canzoni : da Chevalier a Montand, a Brel -e non dimentichiamo la Piaf- dotati del medesimo fascino, seducenti più di tanti bellissimi.

 

Al termine del suo recital (“C’est-ci-bon”, “Paris canaille”…e, naturalmente, “Mon homme”) mentre il pubblico, dopo il  più religioso silenzio -via via avvinto e coinvolto non soltanto dalla voce ma dal movimento delle mani, espressivo come gli occhi, come il corpo- le tributava gli applausi più calorosi, chiedeva il bis.

 

Non quella che per fare spettacolo deve mangiarsi le parole o renderle un birignao incomprensibile, oppure urlare; non quella che si sente tanto primadonna da abbandonare tutto e tutti non appena terminato il suo show, ma sorridente malgrado l’inevitabile stanchezza, il viso un po’ pallido, gli occhi un po’ cerchiati sotto le luci cocenti dei riflettori, ecco Juliette mentre -disponibilissima, nonostante non sia facile, con il pubblico che la circonda, le chiede autografi- che  risponde alle mie domande.

Qual è, oggi, la cosa più importante per lei?

 

“L’amicizia. Anche nell’amore: fare l’amore senza amicizia è soltanto sesso” 

 

-E l’amore, perciò, cosa rappresenta?

 

Tutto! Tenerezza, generosità, saper ascoltare la persona che ti è vicino”.

 

-E’ sempre innamorata?

 

“No. Ma quando mi innamoro è una cosa seria. Amare è come cantare:dare, ricevere”.

 

Lei dà tutta se stessa, anche nel canto…

 

“Sì, è vero. E niente fa risplendere, rendere bella una donna come quando dà tutta sé stessa, come quando ama”. 

 

-Ritiene la bellezza importante?

 

“Molto!

 

-I testi di Prévert, di Apollinaire…E Sartre:: come lo può ricordare?

 

“Un uomo meraviglioso, generoso, ricco di “sense of humour.”

 

-Simone  de Beauvoir?

 

“Una donna eccezionale: bella, e intelligente. E trovavo bello anche Sartre, pur se tanti dicevano che era brutto: la sua bellezza interiore lo faceva risplendere. Per questo anche Simone è straordinaria”.

 

-La bellezza interiore, ciò che “abbiamo dentro”. Esteriormente, nonostante la  celebrità, lei non è molto cambiata: anche se ha sostituito il maglione con la tuta di Sophia Rilke, e l’abito di Saint Laurent, E forse ha ancor più fascino. Ma “dentro”, com’è ora?

 

-”Niente può far cambiare del tutto una persona, ciò che ha alla base. La celebrità può portare l’”argent”, ma per me non è  assolutamente tutto, non è la mia massima aspirazione: anche se riconosco che è molto utile, per me, per le persone che lavorano con me (e credo per tutti…). 

 

-Trova molto diversi i ragazzi d’oggi da quelli delle “Caves”? 

 

“Oggi fanno anche cose assurde, ma in molti casi tentano di non cedere i loro ideali, desiderano cose buone, una vita vera, ma per avere questo devono abolire la violenza”.

 

-Ha riposto in un cassetto la Juliette del “Tabù”?

 

“No. Al pubblico posso dare anche oggi  quello che davo allora. E proprio il pubblico è stato, ed è, ciò che vi è do più importante nel mio lavoro”.

 

-Come a quei tempi, veste sempre di nero. E di una semplicità estrema: dalla tuta per giorno al lungo per sera”.

 

“Sì, per avere per ogni occasione, per ogni momento, l’atteggiamento adeguato, e l’abito adeguato a questo. Come lei ha detto, di giorno vesto Sonia Rilke, di sera Saint Laurent. La semplicità mi si addice, è quella che sento. Il ricostruito, il ricercato, è per le giovani”voyantes”. –

 

-E’ vero che si trucca sempre, per tutto il giorno?

 

 “Sì. Come ha sentito, tengo il maquillage sul viso anche quando dormo, pur se è contro ogni regola, Ho cominciato a truccarmi per lavoro: sono passati trent’anni, e non ho più smesso…”

 

-Progetti?

 

“La pubblicazione di un libro”.

 

-Sulla sua vita?

 

“…e sull’amore”.

 

Ancora e sempre l’amore. Avrei desiderato chiedere alla ragazza del “Tabu”, delle caves, alla donna che ancora canta, dice, scrive l’amore, se conosce la giovinetta -sua omonima-protagonista di un dramma di Shakespeare: con quel suo amore  così gioioso, e così  triste, così disperato e drammatico. Ma il pubblico si era fatto più pressante, più insistente. E Juliette, affatto diva, aveva un sorriso ed una risposta per tutti.

 

Oggi , Juliette Greco, può essere annoverata fra quelle donne eccezionali che ho definito  “pantere bianche”: ha 91 anni, e fino allo scorso anno si è esibita in recital di gran successo. Non dimenticando l’amore: quell’amore che la portò ad  avere una intensa relazione con Miles Davis nel’49, e tre matrimoni: con gli attori Philippe Lemaire nel ’53 (durato tre anni) e Michel Piccoli (durato 11 anni); e infine, nell’88 col compositore-pianista Gérard Jouannest, durato fino alla sua scomparsa, lo scorso maggio. Trent’anni di un matrimonio che, indubbiamente poteva durare  anni ancora, data l’intesa che vi era fra loro: Jouannest, ricordiamo, fu autore (o co-autore) di  canzoni di Brel, e di molti  successi di Juliette , che accompagnava al pianoforte nei suoi concerti. Con amicizia, tenerezza, generosità. E amore, è ovvio.

 

TAG:

Non sono presenti commenti per questo articolo.


Lascia un commento »