Beauty
  • Entro il 2050 il 70% della popolazione mondiale abiterà nelle città, aree già responsabili del 75% del consumo di energia (40% del quale attribuibile ai soli edifici) e, di conseguenza, del rispettivo aumento delle emissioni di co2. Un aumento che secondo gli esperti, già nel 2035 salirà al 30%.  Alla luce di questo una soluzione potrà […]

  • Nato dalla partnership tra il marchio TwoDots e la  casa automobilistica, scende in pista Glyboard Corse, il nuovo hoverboard ispirato all’inconfondibile stile Lamborghini, disponibile dal 23 marzo, ma prenotabile da subito sul sito http://www.twodots.it/lamborghini/ Dai cerchi in alluminio alle celle esagonali del motivo delle pedane, il  dispositivo rappresenta l’iconicità e l’aerodinamicità delle automobili Lamborghini. Dotato […]

  • Due nuove nomine  che ridefiniscono la riorganizzazione della direzione commerciale mondo: Olivier Murguet assume la direzione commerciale e Francois Renard quella del marketing del gruppo Renault. La separazione delle due funzioni  – prima erano gestite da  Thierry Koskas ora nominato presidente di Renault Sport Racing – è il modo per rinforzare tutta la struttura dedicata […]

  • È sempre interessante e talora anche divertente paragonare due fotografie d’ambiente riprese dallo stesso punto d’osservazione a distanza di anni tra loro. Se nel frattempo non sono intervenuti cambiamenti strutturali (come la demolizione di edifici) le differenze riscontrabili nelle fotografie scattate nelle aree urbane riguardano soprattutto la moda e il traffico. Un autorevole organo d’informazione […]

  • La campagna Primavera Estate 2019 del Gufo vede ancora una volta come protagonista – per la nona stagione – il fotografo francese Serge Guerand.   Il piccolo equipaggio di esploratori del mare, per questa nuova missione, è salito a bordo di una nave per solcare le acque più blu e intraprendere un viaggio all’insegna dell’avventura. […]

  • Nicole Kidman indossa Roger Vivier Maharaja Sandal e Pilgrim Jewel Clutch al Jimmy Kimmel studio di Los Angeles.

  • Doppia acquisizione per lo studio Clara Garcovich Events and Public Relations. Aigner, brand del lusso tedesco, per il quale l’agenzia già gestiva i Fashion Show durante Milano Moda Donna, affida allo studio PR tutte le attività di comunicazione integrata che spazieranno dall’ufficio stampa on e off line, eventi, attivazione della  boutique di Milano oltre a […]

  • Bourgeois tremblez, Borghesi tremate, si legge su un muro di Avenue de Friedland, poco lontano dagli Champs Elysées. Uno slogan scritto da un manifestante dei Gilet gialli che ricorda il ‘68. Per rimanere in tema, il primo grosso esproprio proletario è avvenuto da Dior il 24 novembre. Il saccheggio (in francese pillage) in prevalenza di gioielli […]

  • Lancôme è stata una delle prime Maison che ha creato la sua rosa: la Rosa Lancôme. Frutto di migliaia di ibridazioni, è stata selezionata fra molte per la sua bellezza ma anche per il suo carattere resiliente. Questo fiore, trasformato tramite procedimenti di biotecnologia in ingrediente-attivo esclusivo, è dotato di poteri rigeneranti unici per la […]

  • lavera LIPCARE è la soluzione – 100% naturale e senza oli minerali – per prendersi cura delle labbra durante la stagione più fredda. A base di cere naturali (cera d’api, candelilla e carruba) e pregiati oli da coltivazione biologica controllata, quattro balsami che assolvono a quattro necessità per la cura delle labbra, anche le più […]

  • Il trattamento notte multi-funzione che agisce su rughe, segni del cuscino e gonfiore da risveglio per rivelare al mattino un incarnato fresco e riposato.   MULTI­-AZIONE SULLE RUGHE:   FILORGA rivisita il cuore della formula iconica di TIME-FILLER, ispirata a 4 diverse tecniche di medicina estetica, per presentarne una versione notte dall’azione integrata su 4 tipi […]

  • Lamborghini presenta URUS, una fragranza dinamica e avvolgente, progettata per trasmettere forza, stabilità e sicurezza; tre caratteristiche distintive della nuova vettura sportiva Lamborghini. Queste qualità sono infuse non solo nel profumo ma anche nel packaging della fragranza, il cui intrinseco potere visivo e persuasivo è perfettamente allineato con il DNA del marchio. Un design non […]

  • Taglio del nastro per il nuovo centro esclusivo Ernestomeda nel capoluogo toscano: è stato inaugurato oggi, infatti, Ernestomeda Firenze by Lama, il nuovo punto vendita situato in via Ponte alle Mosse, storica via della città da cui in passato partiva – in gergo tecnico, “prendeva le mosse” – il “Palio de’ barberi”, antica competizione a […]

  • Conceria Superior, azienda toscana con sede a Santa Croce sull’Arno,  fondata nel 1962 che opera nel settore delle pelli di lusso per l’Alta Moda, inaugura il suo primo Atelier milanese in Via Quintino Sella, 3.   Un evento a tema Christmas Party in programma mercoledì 5 dicembre dalla 18.30 alle 21.30 nei nuovi prestigiosi spazi sarà l’occasione per […]

  • È stato inaugurato lunedì 19 novembre il nuovo spazio Flexform Shenzhen, sesto flagship store dell’azienda in Cina. Ubicato nel nuovo e prestigioso mall One Bay, lo showroom si sviluppa su una superficie di 550 mq disposti su tre piani. Il progetto a cura del Design Center dell’azienda è all’insegna di una raffinata e misurata eleganza. […]

  • Il 6 dicembre al MAXXI è stata inaugurata l’installazione site-specific “L’anello Mancante”, realizzata da Michele De Lucchi utilizzando HI-MACS®.   L’installazione è parte del ciclo di esposizioni “NATURE”, che all’interno della Galleria Gian Ferrari del museo ha già invitato differenti progettisti a confrontarsi sul tema del rapporto tra natura e artificio. Michele De Lucchi, chiamato […]

  • Rocca, storica catena italiana leader nella distribuzione di gioielleria ed orologeria di alta gamma, dedica a ROLEX un nuovo temporary store nello scalo aeroportuale di Milano Malpensa.   Lo spazio ROLEX si caratterizza per gli arredi nei toni del legno noce, del beige e dell’ottone bronzato uniti al verde iconico del Marchio. Per Rolex si […]

  • In occasione dell’apertura dei voli diretti da Milano Malpensa verso l’India, rispettivamente Delhi il 6 dicembre e Mumbai il 13 dicembre, Air Italy, in omaggio alla nuova destinazione India, che è la patria dello yoga, ha voluto interpellare Linda Gastaldello per alcuni consigli utili per rilassarsi a bordo dei voli intercontinentali.   La talent Yoga […]

  • Dopo aver lanciato il kit per neonati “Renard” lo scorso giugno, Air France lancia una nuova trousse per i suoi piccoli viaggiatori: la collezione “Penguin”.   La nuova utilissima e divertente trousse bebé di Air France, si presenta sotto forma di pinguino e contiene un bavaglino plastificato, un cucchiaio adatto per neonati, salviette e crema […]

  • Gesac è la società di gestione servizi degli aeroporti campani. E’ dotata del primo chatbot che sia stato realizzato sulla nostra Penisola per uno scalo. Parliamo di un elemento tale da migliorare la customer esperience, mentre il marketing, come è noto, si evolve a livello globale in modo da privilegiare l’esperienza di chi naviga, fruisce […]

  • Pluripremiata per l’ecosostenibilità delle sue creazioni, Hiromi è andata nelle piantagioni di mango, ossessionata della perfezione della frutta esposta sui banchi ha studiato una linea di dolci dedicata, utilizzando uno degli alimenti più costosi del mercato giapponese.   A base di farina di riso, fagioli azuki, patate dolci, ma anche sesamo, soia, agar-agar (la gelatina […]

  • I JRE lo avevano preannunciato al XXV° Congresso Nazionale, e ora diventa realtà: “#tavola 25”, la campagna promozionale che avvicina i giovani alla cucina d’autore abbattendo la barriera del prezzo, è operativa.   In occasione del 25° compleanno dell’associazione infatti, con la partnership di Tenute Marchesi Antinori, è stata lanciata questa attività tesa a consentire […]

  • Natale e Capodanno all’Hassler Roma: un must per chi vuole trascorrere delle festività indimenticabili nella Città Eterna. L’atmosfera raffinata, l’incomparabile stile delle camere, la vista unica e senza eguali renderanno splendide le feste di quest’anno.   Con lo speciale pacchetto “Incanto di Natale”, potrai scegliere tra: Deluxe Doppia / Twin € 2266 Grand Deluxe Doppia […]

  • Per gli amanti del pollo, a Milano esiste una vera chicca in grado di soddisfare ogni tipo di palato: 131 Chicken Experience. Un ristorante inserito nella deliziosa cornice della zona di Porta Romana al n°131, che accoglie gli ospiti in un’atmosfera piacevole e rilassante, quasi come se fossero a casa, ma in un contesto dove […]

  • Pessimo bilancio del calcio italiano nelle coppe europee: cinque sconfitte (tre in champions e due in Europa League) e un pareggio inutile, quello dell’Inter contro il PSV Eindhoven. Nella conclusiva giornata della seconda competizione, la Lazio è stata superata in casa dall’Enintracht Francoforte, confermando una sorta di crisi altalenante: di fatto, dopo situazioni di vantaggio, […]

  • Birra Moretti torna a far parte della grande famiglia dell’Udinese grazie a un accordo triennale, attivo fino alla conclusione della stagione 2020-2021, riportando alla memoria storici ricordi sportivi e un forte legame con il territorio.     «Siamo lieti che Birra Moretti sia di nuovo disponibile nello stadio dell’Udinese Calcio – ha dichiarato il direttore […]

  • Champions a gruppi conclusa per Roma e Juventus, già qualificate prima dell’ultimo turno, entrambe battute sui campi delle ultime della classe, rispettivamente Viktoria Pilzen e Young Bois di Berna. Con qualunque risultato la Roma sarebbe stata seconda, dietro al Real nel suo gruppo, la Juventus sarebbe stata obbligata a vincere se il Valencia avesse perso […]

  • Brooks Brothers, storico brand newyorkese, è stato sponsor formalwear del team FlaminGOs al Monza Rally Show, che si è tenuto presso l’autodromo monzese, dal 7 al 9 dicembre, a chiusura della stagione racing 2018.   Già protagonista della Distinguished Gentleman’s Ride e sponsor ufficiale della Scuderia Franciacorta Squadra Corse Brooks Brothers, Brooks Brothers conferma la […]

lunedì, 12 marzo 2018

#TBT – MALA RUBINSTEIN: NON ESISTONO DONNE BRUTTE, MA SOLO DONNE TRASCURATE

di Maria Vittoria Alfonsi

La prima volta che vidi Mala Rubinstein fu quando, ufficialmente, raccolse l’impegnativo compito di dirigere la famosa casa di prodotti cosmetici: a Parigi, nel luglio del 1965, nello splendido appartamento – ricco di favolose collezioni d’arte – sul Quai de Béthune dove, fino ad aprile, aveva abitato Helena Rubinstein: ovvero, la “grande Helena”, che diceva: “Siate buone con voi stesse, concedetevi cinque minuti di relax”….”non esistono donne brutte, vi sono soltanto donne trascurate”. Ed insegnando a valorizzare il proprio aspetto e ad averne cura, a molte donne donò veramente la bellezza.

 

Mala Rubinstein: nipote di Helena. Intuitiva, ricca di immaginazione, portata ad una eleganza sobria (suoi sarti preferiti -non si parlava di stilisti!- erano Balenciaga e Yves Saint Laurent a Parigi, Valentino e Mila Schon in Italia, mentre in America prediligeva Trigère da quando Nando Sarmi – il conte Sarmi, definito da Diana Vreeland il “creatore dei più begli abiti da sera al mondo”- era tonato in Italia) sceglieva i colori in modo da mettere particolarmente in risalto i suoi meravigliosi gioielli personali. Elegante, quindi; e con i capelli neri raccolti in uno chignon, madame Mala si trovava perfettamente a suo agio nel compito al quale zia Helena l’aveva preparata nel corso degli anni, portandola a Parigi dalla natia Cracovia.

 

La sua formazione, rigorosa e completa, sempre sotto la sorveglianza diretta di Helena Rubinstein, l’aveva fatta viaggiare in tutta Europa e, nel contempo, le sue conoscenze sulla struttura della pelle e le varie tecniche per curarla, sulla stretta relazione che esiste fra il regime di vita, la ginnastica, la dietetica e la bellezza, e poi sul maquillage, la rendevano perfettamenete adatta al suo compito; e dalle basi scientifiche sulle quali Helena Rubinstein aveva fondato il suo impero, veniva a contribuire con una nota d’attualità.

 

Dal luglio ’65, passarono alcuni anni: e Mala Rubinstein, quale Executive-Vice President e Vicepresidente dell’Attività Creativa, proseguiva nella ricerca di proiettare nel futuro la visone dei problemi della moda, adattando contemporaneamente i metodi razionali all’uso dei prodotti di bellezza. E poiché la sua maggiore attività era rappresentativa, la sua vita anche un continuo viaggio da uno all’altro continente.

 

Felice anche nella vita privata (era sposata da più di trent’anni con Victor Silson, noto “industrial designer” e abile pittore -una sua veduta di Central Park era, ed è, uno dei miei quadri preferiti – che divideva con lei il gusto appassionato di collezionista d’arte: famose erano le sue raccolte di quadri, di sculture italiane moderne, di gioielli artistici preziosi più per la firma dell’autore che per il valore del metallo o delle pietre), dotata di una meravigliosa semplicità e intelligentissima (“non sono mai troppo stanca per parlare con qualsiasi persona, perchè è proprio attraverso questi contatti personali ed umani – diceva – che sono costantemente informata delle necessità di ogni donna, che noi desideriamo soddisfare”), non limitava la sua dinamica attività al mondo della cosmesi, ma era anche membro dei Consigli di Amministrazione della scuola degli studi generali dell’Università di Columbia e del Fashion Group Inc., faceva parte di vari comitati di beneficenza e soprattutto della Fondazione Helena Rubinstein, all’epoca una delle più importanti attinenti all’arte.

 

Inoltre, questa donna supervitale era riuscita a trovare il tempo per scrivere “Book of Beauty”, un libro sulla bellezza , edito nel ’73 in America, nel ’74 in Francia; per di più, veniva invitata regolarmente dalle varie reti TV americane per essere intervistata o tenere veri e propri corsi di bellezza: e si deve ricordare che le venne assegnato il premio “Humanitarian Award” per il contributo da lei dato all’ospedale ed istituto di ricerche per bambini asmatici di New York e, su invito della fondazione statunitense per le persone prive della vista , creò un programma di istruzione per la cura della pelle e il trucco per le donne non vedenti: programma che riscosse un successo superiore ad ogni previsione. Successo che, nel ’71, aveva rappresentato il motivo principale dalla sua prima visita in Italia: perchè proprio presso l’Istituto dei Ciechi di Milano , nel marzo di quell’anno, Mala inaugurò il primo -in Europa- corso di bellezza per donne prive della vista. La ricordo, con l’incomparabile Franco Savorelli , pronta ad un incontro con la stampa. Vestita di bianco, con un lungo filo di ametiste a perla al collo e una stupenda ametista montata su legno e oro al dito, dimostrava quanto era, in qualsiasi momento, straordinariamente cordiale.

 

Naturalmente, desiderai sapere da lei qualcosa di particolare sui corsi.

 

“Anche i non vedenti -mi disse- devono essere sempre più inseriti nella società. Questo primo esperimento europeo ci dimostra con quanto entusiasmo, con quanta passione e con quanta felicità -davvero commoventi- queste giovani e giovanissime donne desiderino dedicarsi alla cura della propria persona, ed essere giustamente il più possibile come ogni altra donna. Già il secondo giorno di scuola cominciano ad imparare, a prendere conoscenza dei loro barattoli e di tutto ciò che necessita al trucco: la loro sensibilità tattile è eccezionale, sentono immediatamente anche le minime imperfezioni della pelle. Le maestre non vedenti, poi, insegnano a loro volta alle compagne tutti gli accorgimenti per la realizzazione di un maquillage leggerissimo, per il quale ovviamente necessitano direttive molto precise, molto esatte, e molto ordine”.

 

Ma ecco poi Mala Rubinstein a New York -quella New York che vide per la prima volta nell’ormai lontanissimo 1934- nella sua incantevole casa di fronte al Central Park; e nel suo ufficio nella Fifth Avenue, al 40° piano dela General Motors, circondato da altri grattacieli e ancora di fronte a Central Park, da dove si gode una delle più incredibili visioni della Grande Mela. Le chiesi a quale età -in questo mondo che era già in continua evoluzione, nel quale i giovani tendevano sempre più ad “invecchiare” e ad imitare precocemente gli adulti (o spesso viceversa!) – consigliava alle ragazze di cominciare a truccarsi. Perchè ciò che mi disse mi sembra potrebbe essere attuale?

 

“Oggi -con le rubriche di bellezza su quotidiani e settimanali femminili, con la televisione, con i viaggi -le ragazze cominciano molto prima a conoscere il mondo. Pertanto, dai 14 ai 16 anni cominciano anche a truccarsi: però il loro non deve essere un trucco vero e proprio, ma soltanto una cura d’igiene che consente di conoscere e pulire la pelle in profondità con prodotti speciali, curandone le eventuali imperfezioni, usando un tonico rinfrescante (non astringente!). Il trucco vero e proprio deve essere delicatissimo, tenue, con un fondo tinta molto leggero, un tocco di crema sulle labbra e, soltanto se sono pallide e stanche, con un lieve rosso sulle guance”.

 

E per la bellezza di ogni donna?

 

“Poichè lei scrive per le donne del suo Paese -mi rispose- desidero prima ricordare quanto ha avuto modo di dire altre volte: le italiane sono squisite, uniscono il brio della giovinezza ad un nobile portamento, cosa che ammiro moltissimo. Poi, per la bellezza, è essenziale innanzi tutto la salute: che è la base per poter avere un aspetto fresco, piacente; quindi, il riposo e, infine, la scelta di un trucco appropriato al tipo di pelle, adatto al tipo di donna”. E Mala Rubinstein (che di riposo, in verità, se ne concedeva ben poco ) sorrise, mentre fumava con un originalissimo e sottilissimo bocchino a forma di minuscola pipa, dando prova di come la vitalità e lo spirito, uniti ad una cura adatta alla propria persona e al proprio viso, possono rendere una donna affascinante, -e giovanile, se non giovane!- a lungo.

 

Mala Rubinstein è mancata, a New York, nel 1999. Aveva 93 anni.

Purtroppo, molte volte si dimenticano i “pionieri” di alcune importanti iniziative che nel tempo rimangono, si evolvono.

 

 

 

 

TAG:

Non sono presenti commenti per questo articolo.


Lascia un commento »