Motori
  • ?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

    Il Duca e la Duchessa di Cambridge hanno attraversato il nuovo ponte Northern Spire sul fiume Wear a Sunderland a bordo della nuova Nissan Leaf, la vettura a zero emissioni, fabbricata a Sunderland, lo stabilimento aperto nel 1986, dove vengono costruite anche Nissan Qashqai e Nissan Juke.   Il modello del veicolo 100% elettrico più […]

  • car-2018-1

    La Ferrari ha presentato ieri la monoposto che correrà nei 21 grandi premi del 2018, la SF71H.   Mattia Binotto, direttore tecnico della squadra, ha spiegato che la macchina è uno sviluppo di quella 2017 con interventi determinanti sulle aree che l’anno scorso avevano fatto la differenza in favore della Mercedes. La Ferrari 2017, la […]

  • Senza titolo

    Si allarga la squadra di Ruoteclassiche e di TopGear con la nomina di Carlo Di Giusto a Vice Direttore delle due testate. Da sempre appassionato di motori e di auto d’epoca, Di Giusto – classe ‘68 e originario di Palmanova (UD) – ha già un trascorso nella redazione di Ruoteclassiche che lo ha visto impegnato […]

  • car-2018-1

    La Ferrari ha presentato ieri la monoposto che correrà nei 21 grandi premi del 2018, la SF71H.   Mattia Binotto, direttore tecnico della squadra, ha spiegato che la macchina è uno sviluppo di quella 2017 con interventi determinanti sulle aree che l’anno scorso avevano fatto la differenza in favore della Mercedes. La Ferrari 2017, la […]

  • 5a8feeef10c8d1519382255

    Il portale italiano conosciuto sino ad oggi con il nome di Dalani.it e che dal 1° Marzo sarà Westwing.it, fa parte del Gruppo Westwing fondato in Germania nel 2011 da Delia Fischer, giovane giornalista di Elle Decor Germania che all’età di 26 anni decide di dar vita ad un ambizioso progetto online: “Come editor ero […]

  • Schermata 2018-02-19 alle 11.17.24

    Sabato 17 febbraio, in occasione dell’incontro con il primo ministro kosovaro Ramush Haradinaj che ha preceduto il suo concerto per il 10° anniversario dell’indipendenza del Kosovo, la cantante Rita Ora ha scelto di indossare un abito in cady di seta con stampe di fiori e glicini di Ermanno Scervino.

  • Shanghai Tang

    Dopo il successo della prima capsule realizzata per il brand di Hong Kong in qualità di Project Supervisor, questa nuova posizione sancisce definitivamente il ruolo di Massimiliano Giornetti quale guida stilistica delle diverse branches del marchio, oggi di proprietà congiunta dell’imprenditore italiano Alessandro Bastagli, che ne è anche Executive Chairman, e del fondo di Private […]

  • Prada

    L’abito può essere un messaggio politico? Potrebbe e dovrebbe sostiene Miuccia Prada che giovedì sera  ha sfilato per la prima volta nella quasi ultimata torre della Fondazione che aprirà i suoi battenti per il Salone del Mobile.  “ Ma la moda è ancora vissuta come qualcosa di superficiale, per questo l’ho voluta  portare nella casa […]

  • hqdefault

    Due semplici step per un corpo più tonico   STEP 1: GEL DOCCIA ESFOLIANTE A base di particelle di semi di jojoba che aiutano a rimuovere le cellule morte riducendo le imperfezioni e un complesso di principi attivi bio: caffè verde, tè verde, rosmarino e uva. Ideale per una pella levigata e tonica. Massaggiare sulla pelle […]

  • Schermata 2018-02-23 alle 11.45.19

    Collegandoti al sito www.najolearibeauty.com potrai scoprire tutti i prodotti, i colori, conoscerne i principi attivi e le modalità di applicazione, i prodotti correlati e consigliati, i bestseller, le promozioni e tanto tanto altro ancora.   Acquisti facili, veloci e sicuri, con consegne express in massimo 48h. #najoleari #najolearibeauty #najoleariisback #haveacherryday    

  • Coty_Professional_Beauty_Rossano_Feretti

    Coty Professional Beauty, celebre per il suo portfolio di brand luxury, ha nominato Rossano Ferretti Global Ambassador della sua prima e più ampia divisione che include i marchi Wella Professionals, System Professional, ghd e OPI.   Rossano Ferretti, con 23 Luxury Hair spa a suo nome in tutto il mondo ed oltre 30 anni di […]

  • 0707-hr-eyecare-01

    Nel 2018, Helena Rubinstein e Laclinic-Montreux celebrano il 10° anniversario della loro expertise e rinforzano la gamma Re-PLASTY proponendo due nuovi trattamenti anti-età mirati, dall’azione complementare, dall’efficacia scientificamente provata:   • LIGHT PEEL Si ispira al peeling superficiale che prepara la pelle prima dei trattamenti estetici e che consiste nell’applicare sul viso diversi tipi di […]

  • 5a8feeef10c8d1519382255

    Il portale italiano conosciuto sino ad oggi con il nome di Dalani.it e che dal 1° Marzo sarà Westwing.it, fa parte del Gruppo Westwing fondato in Germania nel 2011 da Delia Fischer, giovane giornalista di Elle Decor Germania che all’età di 26 anni decide di dar vita ad un ambizioso progetto online: “Come editor ero […]

  • conferenza_stampa_expo_casa_2018_-_paolo_belardi

    Expo Casa arriva alla XXXVI edizione e apre le porte ai visitatori dal 3 all’11 marzo al centro Umbriafiere di Bastia Umbra (sabati e domeniche dalle 10.00 alle 21.00, i restanti giorni dalle 15.00 alle 21.00). L’esposizione di Epta Confcommercio Umbria dedicata a Edilizia, Arredamento e risparmio energetico offre da oltre tre decenni soluzioni geniali […]

  • FROM_LIGHTING copia

    Grande ricerca tecnologica, approccio poetico, estetica rigorosa e attenzione ai dettagli sono gli ingredienti base di FROM LIGHTING, nuovo brand indipendente dedicato alla luce, progettato in Germania e prodotto in Italia.   A dar vita a FROM LIGHTING il sodalizio italo/tedesco di due industrial designer, Cesare Bizzotto e Tobias Nitsche, che dopo aver frequentato il […]

  • 39197852402_12bc7a2031_h

    Lo Studio Tortato continua il suo lavoro sia in Italia sia all’estero e “sbarca anche a Chicago” misurandosi con un progetto particolare e accattivante: lo spazio Stan’s Donuts a Chicago. Il concept del nuovo Flag Ship Stan’s Donuts, studiato da Giuseppe Tortato per Costagroup, è finalmente realtà e a Dicembre 2017 è stato inaugurato a […]

  • flykube

    Una start-up propone per la prima volta in Italia una nuova formula per i pacchetti vacanza di tre giorni. Data e destinazione del viaggio vengono svelati solo poche ore prima della partenza.   Una proposta originale, sorprendente ed economica. Nella home page del sito www.milanbergamoairport.it appare il banner FlyKube che rimanda alla pagina dedicata alle […]

  • Schermata 2018-02-16 alle 11.14.20

    È alta 120 centimetri, con gli occhi scintillanti e rotondi e una voce piacevole: a partire da oggi, “Josie Pepper” il robot risponderà alle domande per i passeggeri del Terminal 2. Se hanno bisogno di indicazioni stradali per il loro cancello o vogliono fermarsi in un determinato ristorante o negozio – Josie Pepper li guarderà […]

  • Masi - Air Dolomiti Partnership 2018 (9)

    Air Dolomiti sceglie Masi Agricola vino del 2018 (#Masi4AirDolomiti). La storica azienda vitivinicola della Valpolicella e la Compagnia aerea italiana del Gruppo Lufthansa, si uniscono per trasformare il volo in un viaggio che racconta la storia e la cultura di una terra ricca di tradizioni.   Il servizio di bordo Settimocielo, che vuole costantemente garantire […]

  • orio-650x431

    A partire dal 3 gennaio 2018 il Gruppo Carabinieri Forestali di Bergamo, in collaborazione con personale del Servizio Fitosanitario di ERSAF Lombardia, avvierà una campagna informativa rivolta ai passeggeri all’interno del terminal partenze dell’Aeroporto di Milano Bergamo (airside), con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza rispetto ai rischi connessi all’introduzione delle specie alloctone e invasive sul […]

  • Seul Bottega Lounge 4

    In coincidenza con le due settimane olimpiche, che hanno visto protagonista la Corea del Sud, l’azienda Bottega ha inaugurato a Seul, in collaborazione con il proprio partner locale, una prestigiosa Bottega Lounge, dove vengono proposti vini, distillati e liquori.   Lo spazio si trova a Gangnam-Gu, esclusivo quartiere della capitale sudcoreana, che è stato scelto […]

  • Senza titolo

    Per il terzo anno consecutivo Cirio si è aggiudicato il premio Quality Award 2018 per le passate, le polpe e i pelati. La particolarità del premio è che è il risultato di una valutazione diretta da parte di 300 consumatori chiamati a giudicare componenti quali l’etichetta, l’aspetto, gli ingredienti, il sapore, la consistenza, l’odore, ecc. […]

  • Senza titolo

    LaCucinaItaliana.it, declinazione online del magazine La Cucina Italiana, chiude il mese di gennaio con il dato record di 5 milioni di contatti sulle piattaforme digital, che comprendono 3,7 milioni di visitatori unici a dicembre 2017, risultato più che raddoppiato negli ultimi 12 mesi grazie a una produzione sempre più importante sia sul fronte news che […]

  • glasses-262382_960_720-1500324590-4941

    Annunciato l’evento-degustazione Best Wine Stars, un progetto annuale organizzato da Prodes Italia in collaborazione con la sommelier e scrittrice Adua Villa. L’evento si svolgerà il 12 e 13 Maggio 2018 in una prestigiosa location nella capitale italiana del fashion e del lusso: il Museo Diocesano di Milano, situato in Corso di Porta Ticinese 95.   […]

  • GIiovanni Soldini e Maserati Multi 70_tagliano il traguardo al Queen Eli...

    Maserati Multi 70 è il nuovo detentore del record Hong Kong-Londra. Giovanni Soldini e il suo team si aggiudicano la Rotta del Tè in 36 giorni, 2 ore e 37 minuti.  Alle 13h20’26” UTC, Maserati Multi 70 ha tagliato la linea di arrivo della Rotta del Tè tra Hong Kong e Londra passando sotto il […]

  • og-default

    L’Europa League promuove solo Lazio e Milan. I rossoneri, contro i bulgari del Ludogorets sconfitti a casa loro per 3-0, si sono imposti 1-0 col rete di Gorini. La Lazio, che doveva recuperare un gol dallo Steaua Bucarest, ha presnetato ai romeni una “manita” con tre reti di Ciro Immobile. Prevista la sconfitta del Napoli […]

  • car-2018-1

    La Ferrari ha presentato ieri la monoposto che correrà nei 21 grandi premi del 2018, la SF71H.   Mattia Binotto, direttore tecnico della squadra, ha spiegato che la macchina è uno sviluppo di quella 2017 con interventi determinanti sulle aree che l’anno scorso avevano fatto la differenza in favore della Mercedes. La Ferrari 2017, la […]

  • La dott.sa Magda Pozzo con Bernard Chretien

    Udinese Calcio – in virtù della partnership con Dacia, casa del gruppo Renault – ha partecipato all’evento di presentazione della Show Car Clio Moschino. Una partnership che vede Renault e Moschino insieme per dar vita ad un progetto totalmente inedito. Renault CLIO, icona del nuovo corso del design Renault, concentrato di passione e tecnologia, si è […]

lunedì, 15 gennaio 2018

CI LASCIA JOHN YOUNG E LA LUNA SI ALLONTANA

di Carlo Sidoli
201935327-1d9ca4a1-88af-4069-b124-2d34949105c6

La vigilia dell’Epifania di quest’anno è morto John Young, non il più famoso degli astronauti americani, ma certamente il più completo.

Aveva ottantasette anni, cioè era nato in quei primi anni trenta del secolo scorso in cui vennero al mondo tutti e dodici gli astronauti che scesero sul suolo lunare.

Ne rimangono in vita ancora cinque, anziani; comunque, anche quelli scomparsi se ne sono andati di recente, quasi tutti ultraottantenni.

 

Di certo gli astronauti, tutti selezionati tra ex piloti militari americani di aerei supersonici, “top gun” come vengono altrimenti definiti, hanno dei fisici eccezionali; tuttavia c’è da credere che nel prossimo futuro i viaggi spaziali, nonostante le grandi accelerazioni e il tempo da trascorrere in assenza di gravità, non provocheranno danni tali da portare ad una fine prematura anche gli esseri umani “normali”.

 

Young è rimasto in servizio presso la NASA per oltre quarant’anni, il che gli ha consentito di partecipare, unico tra i colleghi, a tutti e tre i principali programmi di esplorazione dello spazio con il coinvolgimento diretto dell’uomo. Due volte è stato inserito nel programma orbitale Gemini, due volte nel programma di esplorazione lunare Apollo e due volte è stato al comando della navetta spaziale Shuttle Columbia. Fu anche uno dei sei terrestri che finora hanno viaggiato sulla Luna in automobile: la “Moon Buggy”, come viene scherzosamente chiamato il fuoristrada lunare LRV (Lunar Rover Vehicle), con riferimento alle Dune Buggy terrestri. Una carriera che avrebbe potuto interrompersi subito, se i superiori avessero punito severamente Young quando portò nella capsula Gemini, da offrire al collega Gus Grissom, un panino imbottito che, con le sue briciole, minacciò di danneggiare gli strumenti di bordo. Invece fu solo rimbrottato e non ci furono conseguenze per il prosieguo dell’attività di astronauta.

 

Certamente, l’esperienza vissuta nel 1972 con la missione Apollo 16, quando John Young scese sul suolo lunare assieme al collega Charles Duke (83 anni, vivente), è quella più importante, che verrà ricordata per gli anni a venire. Solo nel 2015, dopo trent’anni di ricerche, la NASA riuscì ad individuare tramite le riprese del satellite LRO (Lunar Reconnaissance Orbiter, che gira attorno alla Luna a poche decine di chilometri dal suolo) il punto di impatto nel “Mare Insularum” del terzo stadio del razzo Saturn V che portò Apollo 16 sulla Luna. Per inciso, questa scoperta, come tutte le altre individuazioni dei resti delle sei esplorazioni lunari rilevati da LRO (rover, bandiere, eccetera), secondo i “Lunacomplottisti” (sottocategoria dei “Complottisti” tout court) sono solo delle montature, messe in scena realizzate dalla NASA, filmate in particolari studi cinematografici terrestri, ovviamente segreti.

Ci sarebbe da dire che questi tizi dell’Ente Spaziale americano sono veramente dei deficienti perché pubblicano delle fotografie da cui i complottisti, in quattro e quattr’otto, scoprono che si tratta di falsi clamorosi. Pensate, ci cascano gli esperti dei governi ostili agli USA (per un certo tempo principalmente l’URSS), che hanno tutto l’interesse a screditare le imprese lunari, e invece loro “scoprono gli altarini” come se niente fosse.

Sarà perché Russia, Cina e altri, che pure tengono d’occhio la Luna coi loro strumenti e la sorvolano coi satelliti artificiali, hanno visto le stesse cose? No, è che sono tutti d’accordo per ingannare il popolino.

 

Non è ancora noto il parere dei complottisti sulle rocce lunari che Young e Duke hanno portato sulla terra. Si tratta di circa un quintale di pietre che, con quelle portate successivamente dagli astronauti di Apollo 17 (l’ultima missione, finora), raggiungono il totale di quasi 400 chili. “Stranamente” hanno la stessa composizione dei piccoli campioni portati a Terra dalle missioni lunari sovietiche (“Luna 16, 20 e 24”, senza astronauti) tra il 1970 e il 1976 e tutte sono databili a miliardi di anni fa, molto più antiche delle rocce terrestri.

 

John Young fu un uomo di poche parole, difficile da coinvolgere in una conferenza stampa e uso ad esprimersi per monosillabi. Di quanto accadde sulla Luna sappiamo di più dal suo compagno Charles Duke che, in un incontro con gli studenti di ingegneria dell’università della Sapienza in Roma nel 2015, ci ha raccontato che nelle settanta ore passate sul satellite i due fecero persino una gara di salto in alto a gravità ridotta e Young si esibì in alcune “sgommate” (non si sa quanto volontarie) alla guida della Moon Buggy; dal protagonista non lo avremmo mai saputo, non lo scrisse neppure nell’autobiografia dal titolo quasi inevitabile: “Forever Young”.

 

TAG:

Non sono presenti commenti per questo articolo.


Lascia un commento »