Rubriche ed editoriali Motori
Rubriche ed editoriali Motori
  • Renault, Nissan e Mitsubishi mettono nero su bianco le prossime strategie dell’alleanza. Da quanto dichiarato, per sostenere il business i partner trarranno vantaggio dalle rispettive posizioni di leadership e dai punti di forza geografici. Nello specifico, hanno avanzato un piano leader-follower con la quale si prospetta una nuova riduzione degli investimenti fino al 40% per i […]

  • Il Chi è Chi, progetto editoriale della Crisalide Press fondata da Bianca Carretto, lancia un completo rebranding. Il pattern originale nato nel 1984 che ha identificato il progetto in quasi quarant’anni rinnova la sua immagine diventando contemporaneo e ancora più simbolico. La genesi del logo è costituita dal carattere Montserrat customizzato nelle lettere C H […]

  • Tobias Moers è il nuovo CEO di Aston Martin.  Il manager , a capo di Mercedes AMG, prenderà il posto dal primo agosto  di Andy Palmer che dal 2014 guidava il marchio britannico.    

  • Vorrei creare un movimento di donne a favore dell’auto. L’automobile è stato uno dei mezzi che ha maggiormente contribuito all’emancipazione di noi donne. Ci ha regalato la libertà, l’indipendenza di muoverci in autonomia senza dover chiedere l’aiuto di nessuno. È stata la prima culla di nostro figlio, appena nato, il suo guscio sicuro, quando lo […]

  • Torna anche quest’anno la collezione in edizione limitata dedicata all’Italia e firmata per la prima volta dall’artista francese Amaël Isnard. Per l’occasione, cinque best seller che hanno fatto la storia e il successo del brand in Italia e nel mondo si vestono di questa nuova esclusiva immagine, realizzata da Amël e in esclusiva per l’Italia. […]

  • Per un look capelli impeccabile come quello sfoggiato appena uscite dal parrucchiere non può mancare nel beauty case Palette Tenuta Forte Mousse e Lacca. Questi prodotti, sviluppati e testati con i professionisti dello styling, formano una barriera fortificante sui capelli e donano un perfetto equilibrio per 48 h di tenuta e morbidezza. Palette Tenuta Forte […]

  • Per tutelare la salute e al contempo rinfrescare e profumare la pelle, CULTI MILANO ha creato il suo primo gel detergente igienizzante: l’Hand Cleansing Gel. La sua formulazione permette di pulire e igienizzare le mani senza l’uso di acqua o sapone: è sufficiente strofinare con cura il gel sulle mani fino a completa asciugatura per […]

  • Fenty Beauty presenta il nuovo Slip Shine Sheer Shiny Lipstick – un rossetto semplice, perfetto per essere utilizzato tutti i giorni, creato in 10 shades che donano luminosità e nutrimento. Slip Shine Sheer Shiny Lipstick sarà il prodotto di cui non si potrà più fare a meno – super confortevole e perfetto sia per il […]

  • “Inhabit the Future: a Series”. È il titolo di una serie di conversazioni mensili in cui i direttori di AD, Vanity Fair e Vogue Italia ospiteranno di volta in volta un protagonista del mondo del design. Tema: il modo in cui l’emergenza Covid-19, creando un nuovo e più stretto rapporto tra le persone e la […]

  • Jo Malone London presenta la nuova Home Collection in limited life con Martyn Thompson, quattro delle fragranze per la casa firmate dal marchio britannico e racchiuse da disegni decorativi in una ​​ceramica ideata da Martyn Thompson. Le candele e i diffusori sono stati realizzati con cura dai rinomati produttori ceramici britannici 1882 Ltd. a Stoke-on-Trent, […]

  • La libertà d’espressione delle linee e delle forme è l’elemento che contraddistingue la rivisitazione del modello One, R&D Ernestomeda. L’ambiente cucina è progettato seguendo un ideale di design versatile e contemporaneo, e utilizzando soluzioni materiche a diversi gradi di percezione tattile: le composizioni che si possono creare vivono in un equilibrio architettonico dove originalità e […]

  • MYYOUR, brand italiano specializzato nella produzione di arredi da esterno, ha immaginato i nuovi spazi che l’emergenza Covid-19 ha imposto, proponendo diverse soluzioni per il settore Food&Beverage e per le spiagge. Tra queste anche la novità FLAMINGO, realizzato con la collaborazione dello studio Moredesign, un sistema di delimitazione per le postazioni in spiaggia dotato di […]

  • L’Aeroporto di Milano Bergamo, rimasto aperto e operativo nella Fase 1 dell’emergenza Covid-19, ha accolto lunedì 18 maggio il primo volo di linea dopo il decreto di riapertura dello scalo al traffico passeggeri dello scorso 5 maggio. Alle ore 6:51 del mattino è atterrato il volo Wizz Air W6 4351 proveniente da Sofia con a […]

  • Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha disposto con effetto immediato la riapertura dell’Aeroporto di Bergamo ai voli passeggeri. A seguito del Decreto 112 del 12 marzo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’Aeroporto di Bergamo è rimasto aperto H24 al traffico garantendo i movimenti relativi ai voli sanitari, di […]

  • È ripartito, con volo della compagnia aerea SAS decollato dall’Aeroporto di Bergamo, il Contingente Sanitario della Norvegia, che ha prestato servizio presso l’ASST Bergamo Est “Ospedale Bolognini” di Seriate a supporto dell’emergenza Covid-19. Il Contingente, composto da 19 tra medici, infermieri e logisti, è stato salutato in rappresentanza della Regione Lombardia dal consigliere Giovanni Malanchini. […]

  • KLM ha adottato misure per proteggere i propri clienti e il proprio personale dall’epidemia di Covid-19.   Rimpatrio La priorità assoluta è quella di riportare a casa dalle loro famiglie le persone bloccate all’estero. Sono stati pertanto operati centinaia di voli di rimpatrio, riunendo ai propri cari circa un quarto di milione di viaggiatori olandesi […]

  • Il lusso è una cosa semplice. Una camera sull’acqua, la spiaggia di ciottoli su un mare cristallino , un buon piatto di spaghetti .Ovviamente se lo chef è stellato e siamo in Costiera Amalfitana il tutto è  più accattivante, ma alla Taverna del Capitano rimane autentico, tradizionale, vero, come non ci si aspetta in un […]

  • Affacciato su piazza Farnese, a due passi da Campo de’ Fiori, una delle piazze storiche di Roma e punto nevralgico della vita notturna della capitale, VyTA Farnese, firmato dallo studio di interior design COLLIDANIELARCHITETTO unisce i tratti del tradizionale bar all’italiana al design contemporaneo. Il progetto è un’eclettica e sperimentale trasformazione di uno storico locale, […]

  • L”Astemia Pentita, l’innovativa cantina dell’imprenditrice piemontese Sandra Vezza, rende omaggio all’Italia, presentando, in occasione delle celebrazioni per la nascita della Repubblica, il progetto di solidarietà d’impresa “Barbera d’Italia” con un’esclusiva edizione limitata: 1946 bottiglie di Barbera d’Alba Superiore. Il progetto “Barbera d’Italia” nasce con la volontà di sostenere le piccole attività, imprese e botteghe in […]

  • È arrivata la bella stagione e con lei è terminato anche il lungo e difficile lockdown. Per festeggiare il ritorno a una prima parvenza di “normalità”, cosa c’è di meglio di una flûte di champagne? Ruinart Blanc de Blancs è la scelta perfetta per brindare in questi giorni. Cuvée emblematica della Maison, Ruinart Blanc de […]

  • Edinson Cavani ha fatto conoscere all’Inter la sua pretesa di contratto per vestire nella prossima stagione la maglia nerazzurra a parametro zero: 10 milioni netti annui. L’Inter deve rinforzare l’attacco, ha in mano i cartellini di  Pianamonti e Icardi, quest’ultimo in predicato di essere confermato dal PSG, squadra alla quale è attualmente in prestito. Ma […]

  • Equitazione è sinonimo di eleganza e stile. Un capo su misura ne è la massima espressione. Lorenzo de Luca è riconosciuto in tutto il Mondo dell’equitazione per lo stile impeccabile in sella, caratteristica che si riflette anche nel suo carattere e nel suo abbigliamento. Numero 32 della Longines Ranking FEI, Lorenzo ha scelto le giacche su […]

  • Nella mia nota di ieri avevo parlato di ingiustizia a proposito dell’eventualità di sostituire la ripresa intera della serie A con play off scudetto fra le attuali prime sei della classifica essendo Roma e Napoli, soprattutto quest’ultima, troppo lontane dalle prime due-tre. E avevo espresso il convincimento che prima del nuovo via al campionato si […]

  • PUMA annuncia di aver stretto una partnership a lungo termine con la Football Association of Iceland (KSI) per diventare official technical sponsor delle squadre maschili, femminili e giovanili. Con una popolazione di soli 330.000 abitanti, l’Islanda si è qualificata per la fase finale di UEFA EURO 2016™ ed è stata la squadra nazionale più piccola […]

lunedì, 4 novembre 2019

LABORATORIO SCANDINAVO PER AUTO ELETTRICHE

di Carlo Sidoli

Nello scorso luglio si è diffusa la notizia che alcune agevolazioni in atto in Norvegia per favorire la vendita di automobili elettriche, dette EV (Electric Vehicle), vengono progressivamente ridotte o addirittura eliminate. Mi è parso che, almeno nei titoli italiani, la cosa sia stata annunciata con un certo compiacimento, come la fine di un “paradiso drogato”, di un “falso mito” et similia. Forse è il caso di analizzare nello specifico come mai la Norvegia (popolazione di circa cinque milioni di abitanti) sia oggi il Paese al mondo dove si immatricolano più vetture elettriche che vetture con motore a combustione interna, nonostante il clima piuttosto freddo riduca di parecchio l’autonomia delle auto a batteria. Ovviamente la Norvegia non è la nazione dove si vendono più EV (la Cina e gli Stati Uniti sono in testa) ma è quella dove la proporzione, che normalmente vede le automobili elettriche come una frazione minima del mercato delle nuove immatricolazioni, viene rovesciata. Senza contare che i numeri sarebbero ancora più clamorosi se si considerasse che molti automobilisti hanno prenotato le auto elettriche e stanno aspettando le consegne; in testa a tutte ci sono la Tesla “Model 3”, la Nissan “Leaf” e la Volkswagen “e-Golf”.

 

La Norvegia, pur essendo la nazione dell’Europa occidentale più ricca di petrolio, lo consuma con parsimonia e produce energia elettrica quasi esclusivamente di tipo idroelettrico, cioè “pulita” e “rinnovabile”. Perciò l’uso delle auto elettriche non “sposta il problema delle emissioni dalla strada alle centrali termoelettriche” come (discutibilmente) si sente dire dalle nostre parti. È anche il Paese dove, più che altrove, si punta sull’elettrificazione dei trasporti pubblici, su terra, su acqua (traghetti) ma anche addirittura aeronautici. L’acquisto delle EV norvegesi (la lettera E compare al primo posto sulle targhe) è stato agevolato dal punto di vista normativo e fiscale con la riduzione dei costi di immatricolazione e delle tasse, le corsie preferenziali, le aree di sosta gratuite, l’esenzione dai pedaggi e persino con la ricarica gratis alle colonnine pubbliche. Considerando che il traguardo delle 50.000 auto elettriche circolanti è stato raggiunto il 20 aprile 2015 con tre anni di anticipo sul previsto, il governo sta pianificando la riduzione delle agevolazioni che, a conti fatti, costerebbero secondo alcuni (in termini di mancate entrate) parecchi milioni di Euro l’anno. Un bilancio discutibile, dato che non sono conteggiati in entrata i benefici per la riduzione delle spese sanitarie attribuibili all’inquinamento urbano. Diciamo allora che la diffusione delle EV in Norvegia è parte di un piano “pilotato” che il governo tiene sotto controllo con la leva delle agevolazioni e che tutto il mondo dovrebbe osservare considerandolo un “laboratorio” dove si sperimenta la trasformazione della mobilità dall’uso dei combustibili fossili a quello delle fonti rinnovabili.

 

La realtà della Norvegia è trasferibile ad altre nazioni? Non parliamo dell’Italia, dove ci possono essere (e ci sono) le agevolazioni, ma dove i metodi di produzione dell’energia elettrica e soprattutto le capacità di pianificazione e decisionale del governo di Roma non sono neanche lontanamente paragonabili a quelle di Oslo; tuttavia con circa 1.000 immatricolazioni al mese (il doppio rispetto al 2018), anche da noi qualcosa si muove. Restiamo in Scandinavia e precisamente in Svezia (circa dieci milioni di abitanti) dove nel 2010 si immatricolavano più EV rispetto alla Norvegia, mentre oggi se ne immatricola un decimo; tuttavia nell’ultimo semestre, anche grazie alle agevolazioni, si è raggiunta la cifra di circa 7.000 unità, che è il triplo rispetto all’anno scorso, a conferma che un “effetto traino” esiste. In Svezia non c’è abbondanza di produzione di energia elettrica per cui l’esistenza delle EV, con le loro batterie a bordo, è vista anche in funzione di “stoccaggio”, utile per rinforzare la fornitura. In altre parole le auto elettriche dovrebbero caricare nelle ore di scarsa richiesta dalla rete e, se non sono in viaggio, rimanere collegate per fare da magazzino di rinforzo per i picchi di richiesta. Un test, anche questo, da seguire con interesse.

 

 

TAG:

Non sono presenti commenti per questo articolo.


Lascia un commento »