Sport

Giu 13 #CALCIOLAND – TORNA IL CAMPO, NOIOSA LA PRIMA, GIOCATORI CHE NON RISPETTANO IL PROTOCOLLO: 0-0 E JUVE IN FINALE

Collaboratore

È tornato il campo, con la semifinale di ritorno di Coppa Italia. Juventus-Milan è un classico, in campionato la partita è sempre scintillante. Ma dopo tre mesi e cinque giorni di allenamenti per metà finti, la première fra biancorossoneri senza pubblico è stata priva di ritmo, di conseguenza piuttosto noiosa, violando anche il protocollo stabilito fra governo e federcalcio sugli assembramenti. Perché quando l’arbitro Daniele Orsato ha, giustamente, espulso Rabic per un’entrata assassina su Danilo (roba da togliergli un occhio se lo avesse preso con i tacchetti!) l’attaccante senza mantenere le distanze, va dall’arbitro con Kessie, Calhanoglu e Romagnoli e tocca addirittura il braccio di Orsato. Poco prima, il “fischietto” vicentino aveva decretato un altrettanto giusto calcio di rigore, per un fallo volontario di Conti (braccio allargato e colpetto volontario di gomito sul pallone per non farlo intercettare di petto da Cristiano Ronaldo) che CR7 ha spedito sul palo alla destra di Donnarumma lanciato nella direzione giusta, dalla quale arrivava la sfera: il secondo errore, su 16 tiri dal dischetto, da quando veste la maglia juventina. Della Juventus darei sufficienza, ma senza eccessi di gran gioco, a tutti con Bentancur un piccolo gradino sopra gli altri. Ma sicuramente insufficienti CR7 ancora senza lo scatto bruciante che supera le difese (in un’occasione Romagnoli lo ha rimontato togliendogli una bella palla gol) e Pjanic, scarsamente efficace in regia, forse già con la testa a Barcellona.

Il Milan, in dieci, ha attaccato con ritmo discreto per tutta la ripresa, mettendo in mostra una maggiore vivacità della Juventus ma, allo stesso tempo, pure la cronica incapacità di concretizzare le azioni d’attacco. Una in particolare, visto l’errore dal dischetto di CR7,  è costata probabilmente la qualificazione per la finale alla squadra di Pioli: su cross di Bonaventura, Calhanoglu a quattro metri da Buffon ha sfiorato il palo mettendo fuori! Con l’1-1 dell’andata a San Siro la Juventus conquista il primo dei due posti per la finale del 17 giugno. Stasera Napoli-Inter, arbitro Rocchi.

Il calcio è riapparso dopo il Coronavirus: ma per tornare alla normalità, di tempo ne dovrà passare parecchio.

 

 

.
.
Top