Moda e tendenze
  • Dal look dinamico e dalle linee eleganti arriva quel tocco di novità pronto a rinnovare la ricetta GLC Coupè. Ovviamente ad oggi dove tutto è in salsa hi-tech, in casa Mercedes, oltre al rinnovamento dei motori, i riflettori sono puntati sui sistemi di assistenza alla guida e sull’introduzione dell’MBUX, experience di ultima generazione, che già […]

  • Nuova vita al Buggy! Volkswagen al Salone di Ginevra presenterà il concept car e-Buggy. Un veicolo elettrico, fedele nel look allo spirito originale dei tipici veicoli americani, senza tetto, né portiere, con ruote scoperte dotate di pneumatici offroad. Se ai tempi c’era il telaio del Maggiolino a fare da base alle circa 250.000 unità diffuse a livello globale […]

  • Europcar Mobility Group annuncia la nomina di Albéric Chopelin a nuovo Chief Commercial and Customer Officer. Albéric Chopelin entrerà inoltre a far parte del Management Board. Arriva da PSA Groupe, dove ricopriva il ruolo di Senior Vice President | Chief Sales & Marketing Officer. Il Management Board del Gruppo al 15 Aprile è composto da: Caroline Parot, […]

  • Pur non essendo propriamente rare come diffusione, in realtà le 17 “Terre Rare” previste in linea teorica esattamente 150 anni fa nella “tavola periodica degli elementi” di Mendeleev (il chimico russo che la rese nota il 6 marzo 1869 non ebbe mai il piacere di vederle) e poi effettivamente trovate in natura assai più tardi, […]

  • KÉRASTASE presenta 8H MAGIC NIGHT SERUM, il suo primo siero di bellezza notturno per i capelli secchi.     Nel 2019, l’haircare conquista la notte con Nutritive 8H Magic Night Serum. Il nuovo siero notturno nutre intensamente durante il sonno ed avvolge completamente la fibra donando una sensazione di estrema morbidezza e leggerezza al mattino.   […]

  • Nel 2017, SHISEIDO ha presentato WASO – la nuova linea di prodotti unici per la cura della pelle ispirati alla cucina tradizionale giapponese olistica e naturale del Washoku. Le novità della linea WASO sono i nuovi detergenti Reset Cleanser Squad in vendita singolarmente in esclusiva e in anteprima da SEPHORA da aprile 2019 e da luglio 2019 in […]

  • La storia di questa fragranza risale agli anni ’70 quando Jean Laporte volle creare un profumo ispirato alla natura, dopo aver visto uno spettacolo alle Folies Bergeres dove Joséphine Baker ballava indossando un gonnellino di banane.     Oggi, Céline Ellena ispirata da questa storia narrata dal padre (Jean-Claude Ellena, amico di Laporte) crea per la […]

  • Eau de Biarritz è un delizioso mix di note di marine e note fiorite. Un’intensità seducente, audace che ricorda le giornate di sole a Biarritz. Attraverso la qualità dei suoi ingredienti, questa fragranza si rivela frizzante e fresca. Un Eau de Toliette che ha come note di testa Bergamotto, Ylang-ylang e rosa, cuore note marine, […]

  • Uragano Studio, agenzia di consulenza, di sviluppo prodotto e di comunicazione, supporta giovani talenti creativi femminili, attivi in varie aree, settori e competenze. Uragano Studio nasce nel 2002, contando un team di collaboratori fissi e un ampio network di riferimento composto da professionisti free-lance. La struttura, flessibile ed elastica, si modella intorno ai bisogni espressi […]

  • La Milano Design Week del 2019 segna il ventesimo anniversario di HENZEL STUDIO (Svezia 1999) e la decima mostra dell’azienda in concomitanza con il Salone del Mobile. Quest’anno segna anche il quinto anniversario di HENZEL STUDIO COLLABORAZIONI, un programma rivoluzionario di tappeti progettato in collaborazione con alcuni dei più importanti artisti contemporanei e fondazioni artistiche dei […]

  • Il Gruppo Rino Snaidero S.p.A., leader nella produzione e commercializzazione di cucine dal design raffinato ed elegante, annuncia la creazione di Snaidero China Ltd, una joint venture con il partner Hi-Season Trading co. Ltd di Pechino, finalizzata alla distribuzione in via esclusiva del prodotto Snaidero sui canali retail e contract cinesi.     Il partner […]

  • In occasione del prossimo FuoriSalone di Milano, Sammontana presenterà per la prima volta una serie di arredi progettati dal noto architetto e designer Fabio Novembre e frutto di un innovativo processo di stampa 3D che utilizza Bio plastica, plastica riciclata e riciclabile.     La collezione di oggetti sostenibili andrà in scena nell’affascinante cornice dell’Hotel Magna Pars, nel cuore di zona Tortona, […]

  • British Airways ha annunciato l’apertura del collegamento tra Milano Bergamo e Londra Gatwick, attivo dal 1° settembre 2019 e operato tutti i giorni, eccetto il sabato, con un Airbus 320 da 177 posti. La vendita dei biglietti per volare sulla nuova rotta, a partire da oggi 21 marzo 2019, segna l’ingresso ufficiale di British Airways […]

  • Dopo esser stata protagonista nel 2018 della EA7 Emporio Armani Milano Marathon, della Huawei Venice Marathon e della Maratona di Ravenna Città d’Arte, la compagnia aerea Air France atterra nuovamente in Veneto il prossimo 28 aprile in occasione dell’evento podistico più atteso del territorio e fra i principali appuntamenti per i runner di tutta Italia: la Padova Marathon.     Air France si pone al fianco […]

  • Air France, KLM e Virgin Atlantic hanno annunciato l’accordo di codeshare andando, così, ad incrementare le rotte disponibili per i passeggeri che volano da e per il Nord America e ad offrire maggiori opportunità di accumulo di miglia frequent flyer.     La partnership rende, da oggi, più semplice per i clienti costruire il proprio […]

  • Per celebrare la settima edizione di #AFDigiDays, Air France presenta le sue ultime novità in campo digitale. Con una vasta gamma di soluzioni, tra cui l’app Air France, un sistema di monitoraggio bagagli e la carta d’imbarco biometrica, l’azienda migliora costantemente ogni aspetto del viaggio dei propri passeggeri, per garantir loro un’esperienza di viaggio semplice, […]

  • La vecchia stazione ferroviaria della Bullona in via Piero della Francesca, un tempo pensata per servire la zona di Corso Sempione e della Fiera, è stata dismessa nel 2003 ed è ora un locale nightlife, ma recandosi nell’attigua “Osteria della Bullona” si può ancora partire per un viaggio. In questo discreto ed elegante ristorante di […]

  • Ormai in tutto il mondo, il modo in cui viene prodotto ciò che finisce sulle nostre tavole sta cambiando e conquistando un nuovo interesse, grazie a progetti sempre più innovativi e rispettosi dell’ambiente: lo chef Benjamin Darnaud va alla ricerca dei sapori più autentici e a km0 per incontrare proprio chi sta riscrivendo le regole della produzione e […]

  • Tannico, l’enoteca online di vini italiani più grande del mondo, riaccende i motori del suo Double Decker, il tipico bus inglese a due piani, per l’immancabile appuntamento con Vinitaly. Quest’anno però in una veste completamente nuova. Per la prima volta infatti, Tannico lascia i padiglioni della fiera e ferma direttamente in città in occasione del Vinitaly and the City, il […]

  • La Primavera è alle porte e per Giancarlo Perbellini è tempo di rinnovamenti. A pochi giorni dall’atteso ritorno in TV su Gambero Rosso Channel, lo chef due stelle Michelin presenta al pubblico il nuovo volto di “Casa Perbellini”: ingresso raccolto, open space sala-cucina ulteriormente valorizzato con l’inserto di pareti semisferiche che conferiscono maggior armonia e […]

  • Il rosso e il blu lasciano il posto a un grigio medio mentre i campioni in carica della Lc Fc Barcelona scambiano i loro kit a strisce per la sartoria classica su misura di flanella di Thom Browne.     Lionel Messi, Luis Suárez, Gerard Piqué, Samuel Umtiti, Ivan Rakitić e il resto delle stelle […]

  • Roberto Mancini dovrà fare a meno di Federico Chiesa e Alessandro Florenzi per i primi due incontri dei preliminari del campionato europeo, domani a Udine contro la Finlandia e martedì a Parma contro il Liechtenstein. L’attaccante della Fiorentina è stato oggetto di un comunicato della federcalcio del quale si dice che “a seguito del protrarsi […]

  • Hyundai lancia il teaser del suo nuovo film – “Il Giorno della Partita in Europa” – che sarà presentato il prossimo 27 marzo.     Il video racconta il viaggio di 5 gruppi di tifosi – uno per ciascuna delle squadre partner di Hyundai: AS Roma, Atlético de Madrid, Chelsea FC, Hertha BSC e Olympique Lione – […]

  • Dopo 36 giorni di braccio di ferro, senza vincitori né vinti, la telenovela nerazzurra è terminata: Mauro Icardi, alle 9,45 di questa mattina, è arrivato ad Appiano Gentile e si è messo a disposizione di Spalletti. La tela tessuta dall’a.d. Marotta e dall’avvocato del giocatore, Nicoletti, si è rivelata resistente per ricostruire un rapporto che […]

martedì, 13 novembre 2018

INSTAGRAM INFLUENZA I GIRI DI POLTRONE E L’EDITORIA TRADIZIONALE.

di Anna Franco

Simone Marchetti nuovo direttore di Vanity Fair è anche uno che di fronte all’avanzata di Internet non ha criticato o fatto finta di nulla, ma che ha cavalcato web e anche social, diventandone attivo propulsore, dichiarando di non voler influenzare, ma ispirare, ma accaparrandosi, intanto, 106mila follower su Instagram e la famosa spunta blu.

Eppur si muove. Galileo Galilei lo disse in tutt’altra epoca, in altro ambito e con diverso scopo, ma la famosa frase che gli è attribuita sembrerebbe calzare a pennello agli attuali tempi dell’editoria di moda, dove i movimenti, appunto, ci sono.

 

Piccoli, forse, portati avanti con passo felpato, ma, indubbiamente, interessanti. Anche perché, laddove non c’è mutamento e moto si rischia di ritrovarsi come nulla in una deludente pozza stantia che non permette di vedere al di là dei suoi bordi e sulla quale imperversa una nube fitta di noia.

 

Elle da mensile è diventato un settimanale, a prima vista e primo numero, almeno, scattante e che rinnova l’appuntamento con i suoi lettori a scadenze più brevi per star meglio dietro ai tempi che cambiano altrettanto velocemente.

 

Il femminile del Corriere della Sera, Io Donna, si è sottoposto recentemente a un interessante restyling con pagine dal formato più ampio e la voglia di essere uno “slow magazine”, come nella dichiarazione d’intenti.

 

Riccardo Pozzoli, colui che ha fondato quell’affaire noto come The Blonde Salad insieme a Chiara Ferragni, ha aperto le porte insieme a Vogue alla Condé Nast Social Talent Agency. In pratica un’agenzia di influencer gestita dalla casa editrice stessa, che sembra più o meno sottolineare come quando non puoi combattere il nemico sarebbe meglio te lo facessi amico. Del resto, non è un mistero che molti marchi abbiano preferito, recentemente, dirottare le loro risorse pubblicitarie (leggi investimenti) sui social e relative campagne. Dolce&Gabbana, ad esempio, ha tagliato pesantemente l’advertising su alcune pur blasonate testate preferendo altri canali.

 

Da poco tempo è arrivata un’altra interessante notizia sempre dalla Condé Nast: Simone Marchetti, giornalista di Repubblica, sarà il nuovo direttore di Vanity Fair. Il suo talento è indiscusso e indiscutibile, unito alla capacità di cercare quel famoso fil rouge che lega tanti aspetti di una stessa tendenza, abito o sfilata. Il neo direttore, però, è anche uno che di fronte all’avanzata di Internet non ha criticato o fatto finta di nulla, ma che ha cavalcato web e anche social, diventandone attivo propulsore, dichiarando di non voler influenzare, ma ispirare, ma accaparrandosi, intanto, 106mila follower su Instagram e la famosa spunta blu.

 

Il punto, in ogni caso, non è fare l’apoteosi di Simone Marchetti, che in queste giorni ne avrà già sentite abbastanza e non ne ha certo bisogno. Il punto è capire che il nuovo non è necessariamente il male, che se Instagram ha oltre un miliardo di utenti e 2 milioni di advertisers attivi un motivo ci sarà e non è colpa degli influencer “brutti e cattivi” se questa enorme opportunità non viene sfruttata da tutti, ma è solo un problema di sistemi editoriali pachidermici e con poca curiosità e voglia di sperimentazione.

 

Eppure, nella moda i segnali che l’esclusività non ha più molto senso ci sono tutti. Stilisti che si lanciano in stories su Instagram, l’ad di Gucci Marco Bizzarri che parla dell’inclusività come valore fondamentale e come caratteristica che i commessi in boutique, in primis, devono avere cucita addosso per accogliere e far aumentare al meglio la clientela.

 

Lo stesso marchio del lusso che è Hermés, quello delle borse con lista d’attesa, sta portando avanti una serie di iniziative a porte aperte, come la tintura dei suoi carré, l’opportunità di toccare con mano alcuni oggetti d’archivio, il divertimento di entrare in un negozio di alto livello senza dover necessariamente comprare e la possibilità di vedere da vicino il lavoro artigianale con la mostra “Hermés. Dietro le Quinte”.

 

La ricerca è, insomma, verso quella comunicazione bidirezionale che Instagram ha celebrato, togliendo le barriere tra consumatori e aziende. Chi le mantiene si ritroverà solo e con scarsezza di idee. Business of Fashion titolava qualche tempo fa: “Instagram killed the fashion magazine”.

 

Se si goggla un po’ si vedrà che Instagram avrebbe ucciso anche supermodel editor, fashion week, stylist e via dicendo. Praticamente potrebbe essere accusato di crimini contro l’umanità, se non fosse che dalla morte, in questo caso, si può ancora risorgere, anche più belli grazie a un filtro social, magari. Un’elettricità di sottofondo c’è, simile a quella che ha portato a quel cambio di poltrone tra i direttori creativi e che forse non è del tutto terminata.

TAG:

Per questo articolo sono presenti 2 commenti:

  1. Beatrice says:

    Cara Anna Franco, ho letto con piacere i tuoi articoli passati e mi sembrava che facessi riflessioni interessanti. Questa volta ho riletto quello che hai scritto e mi sembra che tu abbia esagerato. Hai ragione che molti giornalisti devono svecchiarsi, così come il sistema. Assolutamente ragione. Dillo a me! Però non mi sembra che Marchetti sia questo genio e un po’ di fortuna l’ha avuta, al di là del suo essere su instagram. Lo conosci bene? Pensi che sia tutto così limpido? Mi sembra tutto patetico, invece. Allora, o sei amica di Marchetti o cerchi di ingraziarti un neo direttore. Quale delle due? Sai, piacerebbe anche a me, ma sono solo una copy senza tanto diritto di parola. Per il resto tutt scritto bene e chiaro, ma i tuoi scopi sono oscuri.

    • Anna Franco says:

      Cara Beatrice, mi fa piacere che tu abbia letto, come affermi, con attenzione questo o precedenti miei articoli. Così come mi fa piacere che, tutto sommato, avvalori la mia tesi su quanto Instagram e la sua modalità di comunicazione abbiano preso il sopravvento sul nostro modo di esprimerci e anche sull’editoria, che è o dovrebbe essere un veicolo di espressione collettiva. Le ipotesi che fai, infatti, su quello che scrivo (a tuo giudizio, troppo benevolmente) su Simone Marchetti sembrano dettate da quei sentimenti che dividono tutto il mondo in fan o hater, restringendo ogni aspetto a un like o dislike. Invece, ti stupirò, ma non sono né fan nè hater di Marchetti. Lo ritengo semplicemente un collega capace, appassionato e che ama approfondire. Lo incontro ad alcuni appuntamenti della moda, ma non sono sua amica, so pochissimo di lui e la bontà non è probabilmente la mia principale caratteristica. Semplicemente sono felice per lui e per il suo merito e non ricorrerei a questi mezzi per ingraziarmi un direttore. Quando cerco una collaborazione posso assicurarti che agisco in tutt’altro modo. La vita, anche quella lavorativa, non è tutta un do ut des, fortunatamente, e a volte è assai liberatorio riconoscere i meriti altrui senza quella noiosa dietrologia che sembra andare tanto di moda. Vorrei, poi, sottolineare che Simone Marchetti, così come gli esempi di Elle o di Io Donna, sono solo un mezzo per raccontare un mondo che, da una parte, cerca di cambiare, dall’altra, ahimè, rimane inchiodato a un mondo che fu. Come dire che guardare a questi esempi soltanto è un po’ come guardare il dito invece della luna.

Lascia un commento »