Auto

Mar 18 Al Politecnico di Milano il Master che disegna l’auto del futuro

Redazione

Nell’arco dei suoi dieci anni di attività il Master in Transportation & Automobile design (TAD) del Politecnico di Milano, ha ideato tanti prototipi che prefigurano nuove strade per la mobilità.  Alcuni progetti tra i più significativi sono: Anuri. Il probabile innalzamento del livello del mare causato dal riscaldamento globale ridisegnerà il tessuto urbano delle città costiere. Anuri è un veicolo anfibio progettato per fornire, in questo futuro prossimo, un servizio di premium sharing nelle città in cui la commistione di acqua e terra diventerà un tratto caratterizzante del nuovo tessuto urbano. La guida completamente autonoma permette all’utente di preoccuparsi esclusivamente di godersi l’esperienza a bordo. La particolare forma degli esterni, spiccatamente idrodinamica, deriva dall’accostamento di due volumi distinti, ovvero quello della capsula abitativa centrale e quello degli elementi di propulsione, terrestri ed acquatici, che la circondano.

Kimera. 2040: le smart cities saranno una realtà diffusa e tutti gli aspetti della vita saranno regolati da intelligenze artificiali. Kimera nasce per coloro che vogliono concedersi una fuga nella natura, liberi dal controllo delle macchine. Come la creatura mitologica da cui prende il nome, Kimera nasconde una doppia anima in un unico corpo. A prima vista si presenta come un van elettrico urbano a quattro posti, ma all’occorrenza si trasforma in un veicolo adatto a terreni sconnessi. La vera sorpresa, però, è costituita dalla possibilità di sganciare il sistema di trazione dal corpo del veicolo. L’abitacolo, sorretto da quattro gambe telescopiche, diventa un modulo abitativo minimalista per il camping. Lo chassis, invece, si trasforma in explorer, un veicolo autonomo a controllo completamente manuale che permette un’escursione nella natura selvaggia.

Audi_IN rappresenta un concept molto particolare, destinato al superamento dei limiti di mobilità. Vuole consentire gli spostamenti, in maniera indipendente, delle persone costrette a muoversi con una sedia a rotelle. Audi_IN, permette di alloggiare la carrozzina direttamente a bordo, dove diviene sedile di guida, evitando ogni spostamento della persona.

4senses è una concept car autoguidata, progettata per una categoria particolare di utenti: non vedenti e ipovedenti. Per questo motivo ogni soluzione progettuale è nata per rendere confortevole e sicuro il viaggio in auto.

Audi e-twin. L’idea alla base di e-twin è quella di progettare un’auto a guida autonoma per Milano, pensando che all’interno potrebbe essere possibile rilassarsi e recuperare energie. L’ispirazione viene dalla cultura del giardino zen con la forza della calma. Uno degli elementi chiave sono i due sedili vis-à-vis accessibili dal lato destro, utilizzando porte che si aprono in modo contrapposto.

 

.
.
Top