Sport

Ott 05 #CALCIOLAND – ATALANTA E MILAN IN TESTA AL CAMPIONATO, LAZIO-INTER PARI

di Nestore Morosini

Il campionato sancisce una superiorità già alla terza giornata: quella dell’Atalanta che dopo aver strapazzato in trasferta Torino e Lazio strapazza in casa anche il Cagliari al quale, lo si è visto con chiarezza, in mezzo al campo manca Radja Nainggolan ancora in stallo: l’Inter vuole 10 milioni e due giovani, il Cagliari pretende solo un prestito. A pari punti con l’Atalanta c’è il Milan ma con tre vittorie decisamente più facili: con il Bologna lo Spezia in casa, col Crotone in trasferta. La terza giornata, oltre al caso Juventus-Napoli, si incentrava sul big match Lazio-Inter diretto dall’arbitro pompeiano Marco Guida, chiaramente fuori forma. Ma prima degli errori dell’arbitro, che non ha ammonito per falli anche cattivi espellendo Immobile (manata a Vidal) e Sensi (che stava allontanando con mani e pallone un avversario per la rimessa in gioco), ci sono stati gli errori dei giocatori dell’Inter, macroscopico quello in combinazione di Perisic e Handanovic in occasione del pareggio laziale. Il croato si è addormentato nella guardia a Malinkovic Savic, il portiere sloveno si è fatto bucare sul suo palo, senza uscire sul crosso alto e respingere di pugno, come un novellino della Primavera. Lo dico da tempo che all’Inter occorre un portiere, Handanovic ha fatto la sua parte in tutti questi anni ma anche per i bravi arriva il viale del tramonto.
A dar man forte a Simone Inzaghi, alle prese con tre infortuni muscolari e una espulsione, è stato Antonio Conte la cui protervia nel far giocare una squadra col 3-5-2 anche in superiorità numerica è stata il vero viatico del pareggio. L’Inter ha organico superiore a quello della Lazio, Conte può disporre di una rosa di riguardo ma non la sfrutta: i suoi cambi sono sempre in ritardo, a volte difficili da capire. Magari provando con due punte veloci, come Lautaro e Sanchez invece di tenere sempre in campo Lukaku, avrebbe potuto risolvere meglio la situazione di superiorità. E poi, secondo me, ha tolto Vidal dal campo troppo presto facendo entrare Brozovic che non è certo quello dell’anno scorso. Per fortuna, nella fascia sinistra al posto di Perisic, che Lazzari ha ridicolizzato in velocità, arriverà Darmian una pedina di sicuro affidamento.
In coda brutta sconfitta casalinga dell’Udinese contro la Roma che ha azzeccato la vittoria grazie a un gran tiro di Pedro. L’Udinese ha sbagliato occasioni propizie, alcune veramente clamorose. Meriterebbe più dei 0 punti in classifica ma il calcio è fatto così. A zero anche Crotone e Torino: passi il brutto inizio della matricola ma indecifrabile quello dei granata cui manca, in verità, la partita di Marassi col Genoa rinviata per il Covid che ha massicciamente colpito i rossoblu. Al Toro manca un centrocampo valido, Cairo aveva pensato a Gagliardini che l’Inter aveva sul mercato: ma a poche ore dalla fine del calcio mercato il presidente-editore ancora è in impasse.

.
.
Top