Sport

Gen 22 #CALCIOLAND – COPPA ITALIA: BRUTTA SORPRESA PER LA LAZIO ELIMINATA DAL NAPOLI

Collaboratore

Uno strepitoso gol di Lorenzo Insigne, due minuti dopo l’inizio della partita, ha condannato la Lazio all’eliminazione dalle semifinali della Coppa Italia. Colpa soprattutto della squadra di Inzaghi, che non ha saputo approfittare delle occasioni capitatele. Prima fra tutte un calcio di rigore che Immobile ha calciato alto cadendo perché al momento di arrivare sul pallone è scivolato ed è caduto. Poi per doppia ammonizione Hysaj è stato espulso: con un uomo in più e qualitativamente migliore, la Lazio a quel punto avrebbe potuto tranquillamente rimontare lo svantaggio. Ma a Lucas Leiva, autore di un fallo inutile quanto stupido in mezzo al campo, sono saltati i nervi quando l’arbitro Massa lo ha ammonito. L’adrenalina fa brutti scherzi, perché Leiva ha mandato a quel paese (uso un eufemismo) l’arbitro ligure che ha estratto il rosso riequilibrando le forze. Così il Napoli ha controllato la partita, un “legno” per parte e Lazio eliminata mentre Gattuso disputerà la semifinale con la vincente di Inter Fiorentina che si disputerà la prossima settimana. Stasera tocca a Juve e Roma, l’allenatore bianconero Sarri è incerto se far giocare Cristiano Ronaldo per non sottoporlo ad affaticamento con tre partite in sette giorni.

 

Sul fronte mercato ci sono due notizie importanti da registrare.

 

La prima: il Napoli sta cercando di ingaggiare Matteo Politano dall’Inter, sorpassando così la Roma che nelle ore scorse si era riaffacciato alla sede nerazzurra per cercare una nuova possibilità. Visto però che le cose con la Roma stavano andando molto a rilento, Politano ha dato il suo assenso all’eventuale trasferimento alla corte di Gattuso.

 

La seconda. Christan Eriksen, dopo aver saputo della convocazione per la partita contro il Norvich di domani, ha chiesto al presidente del Tottenham di essere ceduto all’Inter in questa sessione. È quindi possibile che la situazione si sblocchi venerdì mattina, come anticipato dai media qualche giorno fa, ed Eriksen possa arrivare a Milano per visite mediche e firma a 8 milioni annui più bonus. Intanto le condizioni di Brozovic, infortunatosi a Lecce, sono meno allarmanti del previsto. Il giocatore è stato sottoposto a risonanza magnetica e gli accertamenti hanno messo in evidenza una distorsione della caviglia sinistra. Niente fratture, quindi, e tempi di recupero valutabili fra 20 e 40 giorni.

 

Si è bloccato invece sul nascere lo scambio Bernardeschi-Rakitic col Barcellona. Il vero problema del blocco è da risalire al conguaglio di 10 milioni che la Juventus pretende dalla società catalana per mandare in onda da subito la cessione del giocatore ai blaugrana. Conguaglio che la Juventus ha richiesto perché Bernardeschi è un ventiseienne con ottime possibilità di crescita mentre Rakitic ha 32 anni e con il contratto in scadenza tra un solo anno. Fra l’altro è da un anno che Rakitic è in vendita. Ma il Barcellona, per ora, ha fatto sapere di non voler pagare conguagli: per cui lo scambio se è bloccato.

 

 

.
.
Top