Sport

Set 17 #CALCIOLAND – JUVENTUS E INTER SI AFFIDANO AI SUPER TRENTENNI: PERCHE’ LI STRAPAGANO?

di Nestore Morosini

Edin Dzeko 34 anni compiuti, Arturo Vidal 33 anni compiuti, Olivier Giroud 34 anni da compiere il prossimo il 30 settembre. Siamo in presenza di tre grandi professionisti del calcio, che in certi momenti ne hanno fatto anche pezzetti di storia. Pur essendo in fine di carriera sono molto importanti sotto il profilo tecnico, al punto da essere centrali nelle scelte di due delle formazioni di punta della serie A: il primo della Juventus, gli altri due dell’Inter. Andrea Pirlo e Antonio Conte li hanno chiesti in base a precise intenzioni: lo juventino vuole vincere il decimo scudetto consecutivo come allenatore debuttante ed entrare così nel Guinness dei primati; l’interista vuole togliere lo scudetto alla Juventus e riportarlo nella Milano nerazzurra dopo dieci anni di astinenza.
I tre di cui sopra, tuttavia, non cambieranno squadra per stipendi da viale del tramonto. Dzeko è d’accordo nel firmare un contratto biennale da 7,5 milioni annui netti a stagione. A Vidal è stato offerto dall’Inter un biennale con opzione per un terzo anno con un ingaggio da 6 milioni all’anno. Giroud al Chelsea guadagna 5,72 milioni di sterline annue che in moneta UE fanno circa 6 milioni e 200 euro. La domanda che faccio: è logico pagare tanto giocatori così attempati che, alla fine dei rispettivi contratti non avranno più mercato e quindi i loro appannaggi sono da considerare a fondo perduto? La risposta è duplice: sì per gli allenatori, no per le società.
Gli allenatori vogliono vincere, a loro delle casse societarie importa fino ad un certo punto, per non dire niente. Ritengono di avere questa missione e chiedono i giocatori giudicati idenei allo scopo, costino quel che costano. Le società, invece, vorrebbero pianificare anche per il futuro, puntare più su giovani elementi di talento. La Juventus aveva messo gli occhi su Andrea Pinamonti, cresciuto nelle giovanili dell’Inter, di cui però i nerazzurri oggi stanno trattando il rientro dal Genoa: Pirlo ha chiesto un giocatore di esperienza, Dzeko appunto trattando anche Luis Suarez del Barcellona. L’Inter aveva ottenuto il sì di Sandro Tonali, oggi al Milan, ma Conte ha insistito per avere Vidal e il procedimento di passaggio dal Barça è nella fasi finali. Conte vuole anche Kanté del Chelsea, 29 anni, che avrebbe anche mercato a fine contratto: ma costa 60 milioni, che potrebbero arrivare cedendo Brozovic e Perisic. L’idea di Conte, per il quarto attaccante, sarebbe appunto Olivier Giroud ma intanto si dovrà anche contentare del ventunenne Andrea Pinamonti salvo poi autorizzarne la cessione se Giroud diventerà disponibile.
E i tifosi, cosa ne pensano? Ecco, questo è il dilemma. I tifosi della Juve seguono Pirlo perché sognano la vittoria in Champions dopo 25 anni. Quelli dell’Inter si accontentano dello scudetto, sognando magari anche un folgorante cammino in champions che li riporti ai fasti del triplete. E i poveri Paratici (Juve), Marotta e Ausilio (Inter) che devono contentare tutti? Vivono giornate difficili, sognando un’oasi nel Sahara!!

.
.

SEGUICI SU FACEBOOK

Facebook Pagelike Widget


ULTIMI TWEET

BELEN: SONO UNA LAVORATRICE PRECARIA. INTERVISTA AI FRATELLI RODRIGUEZ TRA DESIDERI DI MATERNITA’ E AMORE PER L’ITALIA E UN PENSIERO SU QUANTO DETTO DA ELISABETTA FRANCHI. https://www.crisalidepress.it/belen-sono-una-lavoratrice-precaria-intervista-ai-fratelli-rodriguez-tra-desideri-di-maternita-e-amore-per-litalia-e-un-pensiero-su-quanto-detto-da-elisabetta-franchi/

VALENTINA FERRAGNI: I SOCIAL SONO IL CONTENITORE DEL BELLO. CON LA MIA LINEA DI GIOIELLI SONO IO CHE HO “INFLUENZATO” MIA SORELLA CHIARA. https://www.crisalidepress.it/valentina-ferragni-i-social-sono-il-contenitore-del-bello-con-la-mia-linea-di-gioielli-sono-io-che-ho-influenzato-mia-sorella-chiara/

Top