Sport

Feb 26 #CALCIOLAND – UNA DISATTENZIONE DIFENSIVA COSTA LA VITTORIA AL NAPOLI. STASERA TOCCA ALLA JUVE

Collaboratore

Per tutto il primo tempo ho creduto nell’impresa. Un Napoli corto, disposto tatticamente in modo perfetto, veloce nelle ripartenze una delle quali, al 30.mo, è stata perfezionata da Mertens con uno dei tiri par suo. Sembrava l’inizio di una impresa contro un Barcellona col suo tititaca al limite dell’area, con i suoi passaggi all’indietro per far ripartire l’azione da Piquet, con Messi che non riusciva a sfondare il bel muro difensivo partenopeo. Mi son detto: adesso raddoppiano facile. Ma Callejon, che con Zelinski è tornato titolare dopo Brescia, ha mandato a quel paese una palla d’oro, anzi di platino. Il Barça non è squadretta, se Messi funziona poco c’è il folletto Griezmann che svariare su tutto l’arco d’attacco. E così, dopo una decina di minuti nella ripresa, la difesa partenopea commette il suo errore, grosso e fondamentale, al 57′, subito dopo aver perso Mertens, colpito duro al collo del piede da Busquets: Griezmann infila la porta azzurra concludendo una delle azioni che il Barça fa a memoria. Lancio di Busquets in area sulla destra per l’accorrente Semedo che, tenuto in gioco da Di Lorenzo, ha servito in mezzo l’attaccante francese che ha comodamente insaccato da pochi passi. Il Napoli ha avuto un sussulto d’orgoglio ma non è riuscito a tornare avanti: dopo un destro di Insigne, respinto da ter Stegen, la palla per il 2-1 è capitata sui piedi di Callejon che, smarcato in area tutto solo dal subentrato Milik, ha incredibilmente calciato il pallone addosso al portiere in uscita. In un duello prima fisico, poi verbale e poi a muso duro con Mario Rui il Barça perde Vidal, espulso dall’arbitro. Il cileno non giocherà il ritorno e questo è l’unico punto di vantaggio che avrà la squadra di Gattuso al Camp Nou. Dove la speranza di Insigne & C. sarà l’ultima a morire.

 

Stasera tocca alla Juventus a Lione. Si ritiene che Sarri giocherà col 4-3-3 senza Chiellini, con Danilo in difesa e Cuadrado nel terzetto avanzato insieme a Dybala e Cristiano Ronaldo. Sulla carta non c’è match fra le due formazioni, ma il calcio è imprevedibile e la grandeur francese non consente mai distrazioni.

 

Domani, infine, le partite di ritorno dell’Europa League. La Roma rischia in Belgio contro il Gent l’eliminazione, l’Inter a porte chiuse ospita i bulgari del Lodogorets. La società nerazzurra comunica ai propri tifosi le modalità di rimborso dei biglietti per l’incontro con il comunicato che segue.

 

Tutti i biglietti acquistati sul sito ufficiale inter.it, quasi il 90% del totale, saranno automaticamente annullati e rimborsati. L’acquirente non dovrà quindi fare nulla: l’intero importo verrà riaccreditato sulla carta di credito utilizzata per l’acquisto.

 

I tifosi che hanno acquistato presso i due punti vendita Inter, San Siro Stadio e Inter Store Milano, dovranno recarsi presso l’Inter Store Milano in Galleria Passarella 2 (MM San Babila) per ricevere il rimborso, restituendo i biglietti cartacei. Lo sportello biglietteria effettuerà apertura straordinaria tutti i giorni da mercoledì 26 febbraio a martedì 3 marzo, dalle 10.00 alle 19.o0. La riconsegna dei biglietti cartacei deve avvenire entro 5 giorni dalla disputa della partita, ovvero entro martedì 3 marzo, termine massimo per produrre la documentazione fiscale dell’evento. Tutti coloro che hanno invece acquistato presso uno dei punti vendita Vivaticket potranno ottenere un rimborso secondo modalità in fase di definizione, alla luce del contesto straordinario, che saranno comunicate nei prossimi giorni.

 

In caso di acquisto in modalità digitale, ossia con caricamento del titolo di accesso sulla tessera ‘Siamo Noi’, sarà sufficiente mostrare la ricevuta di acquisto.

 

 

.
.
Top