Mobilità

Nov 10 CEMP: LA FUTURA MOBILITÀ INTEGRATA

di Ilaria Salzano

Presentato ufficialmente ad Eicma il primo veicolo CEMP(Connected Electric Modular Powertrain), un progetto di propulsione elettrica “intelligente”, nato tre anni fa grazie alla partnership tra Dell’Orto, OCTO Telematics, Università di Modena e Reggio Emilia ed Energica Motor Company, consente di innovare i modelli di mobilità verso nuove opportunità di Mobility as a Service. Il mezzo infatti gode di una connettività integrata che permette di ottenere dati, che a loro volta possono interoperare con un’infrastruttura IOT.
Un nuovo concetto, che oltre ad integrare le informazioni acquisite da diversi contesti, interagisce con l’utente a livello locale, comunicando con piattaforme di mobilità in cloud per abilitare soluzioni con differenti stakeholders. Inoltre, configurabile in diversi casi d’uso – grazie ai meccanismi di autoapprendimento che lo rendono flessibile – diventa anche un sistema per l’implementazione dei sistemi di sicurezza della strada, con rilevazioni in real time dello stato del manto stradale o per innovazioni future come il catasto digitale. 
“CEMP è un progetto di propulsione elettrica partito tre anni fa con l’obiettivo di realizzare un sistema di nuova generazione in grado di condensare al suo interno efficienza energetica, sicurezza e connettività – ha dichiarato Tina Martino, Head of Strategic Marketing di OCTO Telematics – integrata nativamente a bordo, infatti, consente di interagire con altre tecnologie di bordo e con le piattaforme di mobilità delle varie città, trasformando il veicolo in un sensore per le smart cities”. 
L’ambizione del progetto è quella di mettere in piedi un ecosistema smart per la mobilità urbana leggera. Una soluzione dove i servizi di smart mobility potranno svilupparsi secondo un modello di collaborazione aperto. CEMP, infatti, si rivolge ai costruttori di motoveicoli, ma anche a tutti gli interlocutori pubblici e privati come, ad esempio, le amministrazioni locali, i gestori delle infrastrutture stradali, le assicurazioni e i gestori delle flotte di sharing e delivery. 

.
.
Top