Gusto

Dic 22 DISPENSA MILANO, LA CASA DELLE ECCELLENZE ENOGASTRONOMICHE ITALIANE

Dispensa Milano, lo store di Corso Venezia 29 nel cuore del capoluogo lombardo, grazie alla sua offerta di prodotti enogastronomici italiani d’eccellenza, è diventata un punto di riferimento per chi desidera acquistare il meglio.

Nell’ampio store di 350 metri quadrati progettato dall’architetto Francesco Marescotti, il cui design contemporaneo è ispirato agli store di lusso che caratterizzano il Quadrilatero della moda, trovano spazio prodotti freschi, come carne, salumi e formaggi, e diversi corner dedicati a specifici alimenti, tra cui pasta, tonno, spezie, olio, conserve, dolci, cioccolato, caffè e tè, provenienti da ogni regione d’Italia e anche da altri Paesi. Altrettanto interessante è la piccola ma ben curata cantina che mette a disposizione del cliente una raffinata selezione di vini, champagne, super alcolici e drink pronti. Alcuni di questi prodotti sono il frutto dello studio e della ricerca di chef di ristoranti stellati.

Grazie all’acquisizione del brand da parte di Bella Dispensa, società facente parte del Gruppo Zamaz, quotato al mercato principale del London Stock Exchange, sta prendendo forma il progetto di rilancio online che prevede, oltre a campagne promozionali e di fidelizzazione del cliente, l’attivazione della nuova sezione e-commerce del sito. L’identità di Dispensa Milano, inoltre, si articola anche attraverso un ricco calendario di eventi enogastronomici i cui i protagonisti saranno il buon cibo e il buon bere, che faranno di questo negozio di quartiere un luogo di aggregazione e di convivialità, rendendo ancora più saldo il legame, che passa attraverso il cibo, dello store di Corso Venezia con la città meneghina.

.
.


SEGUICI SU INSTAGRAM

SEGUICI SU FACEBOOK

Facebook Pagelike Widget


ULTIMI TWEET

IL CAMBIAMENTO NON PASSA SOLO DA UNA FERRARI A UNA TWINGO. https://www.crisalidepress.it/il-cambiamento-non-passa-solo-da-una-ferrari-a-una-twingo/

GOLDEN GLOBE AWARDS: CHI VESTE CHI https://www.crisalidepress.it/golden-globe-awards-chi-veste-chi/

Top