Auto

Apr 06 E’ USCITO IL CHI E’ CHI DELL’AUTO 2022

L'editoriale di Bianca Carretto

Da una pandemia a una guerra, da una crisi all’altra, così l’industria dell’auto attraversa un altro periodo destabilizzante. 

Su quella Russia, mai così nemica come in questo momento di tutta l’Europa, molti costruttori avevano contato, per espandere il loro sviluppo. Renault è la più esposta, possiede tre fabbriche sul suolo moscovita, è azionista con il 68% del capitale, di AutoVaz, vende circa 500mila veicoli in Russia, ha chiuso la produzione. Volkswagen dispone sul territorio di due siti, ha completamente bloccato le sue attività, anche commerciali. 

Mercedes ha annunciato di aver fermato l’assemblaggio e l’esportazione di qualsiasi vettura, proveniente o con destinazione Russia. 

Il gigante giapponese Toyota, sino a nuovo ordine, ha congelato ogni contatto con questo mercato, così come hanno fatto, tra gli altri, Honda, Suzuki, Mazda, Stellantis, Nissan. Ognuno paga le conseguenze di una penuria di materiali, di componenti, dell’aumento dei costi del palladio, a cui si aggiunge la crescita dell’energia, del gas e dei carburanti, che si ripercuoterà sui prezzi dell’alluminio e dell’acciaio. 

Fortunatamente l’industria dell’auto non è mai stata così compatta, le case ormai sono esperte nel gestire le crisi, pur avendo forme e condizioni diverse.

Sanno cogliere opportunità incredibili, creano sinergie, lottano per continuare a operare, dispongono di tecnologie per rispondere con tempestività ad ogni imprevisto, anzi puntano ad implementarle, sono capaci di trovare nuove soluzioni di marketing, ricercano idee, sono complici, per raggiungere il salvataggio di una storia e di una filiera che ogni Paese ha al suo interno. 

L’obiettivo deve essere comune, un gioco di squadra a cui tutti dobbiamo partecipare, senza ritrarsi, solo in questo modo sarà più facile raggiungerlo. 

Partendo da un ingrediente indispensabile che si trova nell’anima di ogni auto: la pace, per il bene di tutta l’umanità. 

(Il CHI E’ CHI E’ è in distribuzione gratuita ai giornalisti inseriti e agli inserzionisti sia in versione digitale che cartacea. Chi lo vuole acquistare lo può’ trovare a questo link )

.
.
Top