Moda

Lug 20 Ermanno Scervino: la natura nel cuore

Una fresca brezza mediterranea pervade la collezione Ermanno Scervino, dando nuova allure all’armonia di contrasti che definisce lo spirito del marchio.

 

Sullo sfondo fiorito di un orto botanico che è un’altra e altrettanto personale espressione dell’amore di Ermanno per il bello che nasce da una tessitura di elementi eterogenei, si materializza una figura femminile dalle molteplici personalità. Sono più donne, o la stessa donna in momenti differenti del proprio essere: la varietà è coerenza, esattamente come in un giardino.

 

Prevale il bianco, non colore estivo per eccellenza, e i materiali leggeri, vaporosi, impalpabili. Anche il suit maschile è bianco, di sangallo; all’occorrenza il piccolo blazer si indossa sugli short. Femminile e maschile sono in dialogo costante. Gli abiti hanno inserti di pizzo; si muovono fluidi senza costringere il corpo. Le camicie preziose si indossano con i jeans. La contrapposizione di opposti è risolta con elegante spirito di sintesi e una sapienza artigianale unica, tutta italiana.

 

Le linee essenziali e le costruzioni precise evidenziano la lavorazione artigianale dei capi. La collezione crea un guardaroba di pezzi facili da combinare secondo istinto e voglia: soprabiti di suede, lunghi abiti, suit, maglioni ricamati, biker di pelle, bluse romantiche, tuxedo, slipdress preziosi. Tutto è fluido, immediato, nonchalant. L’amalgama di mussole, chiffon, pelli, denim e cotoni accompagna un percorso cromatico pervaso dal bianco, con tocchi di rosa pastello e azzurro, lampi di animalier e l’immancabile nero.

 

“Ho voluto legare questa collezione al mondo della natura, per me da sempre una grande passione. Il mio giardino è infatti il posto dell’anima. Un luogo esclusivamente mio, nel quale ricaricare le batterie tra i mille impegni che il mio lavoro richiede.
La quarantena passata in questa oasi di pace mi ha permesso di recuperare il contatto con la natura e di assaporare tutte le bellezze che mi circondano. Da qui è nata l’idea di ambientare gli scatti delle mie creazioni immersi nel verde, per rendere così omaggio alla bellezza della mia vera musa per questa stagione: la natura.
In un momento così incerto come questo, e finché la situazione non tornerà alla normalità, l’unica risposta a questa esigenza di sogno che chiamiamo sfilata risiede nella tecnologia e questo video mi sembrava l’unico modo per continuare a far sognare e a trasmettere emozioni al mio pubblico.”

 

 

 

 

.
.
Top