Stile

Giu 07 GIORGIO ARMANI: DAI MOBILI ALLA DESIGN COCKTAIL COLLECTION

di Cristiana Schieppati

In occasione del Salone del Mobile, Giorgio Armani presenta presso Armani/Silos una selezione di mobili e complementi Armani/Casa: pezzi di recente creazione accanto a classici consolidati del marchio, espressione di un’estetica che definisce in modo inconfondibile il mondo dell’abitare, fatto di ricerca formale, preziosismo materico, sottile multiculturalismo e un senso unico della rarefazione. Negli spazi brutalisti del Silos, prende vita una vera e propria mostra, con una sequenza di ambienti suggestivi che mette in scena i pezzi contestualizzandoli nel reticolo delle ispirazioni da cui nascono. Seguendo il linguaggio tipico dello stilista, fatto di evocative rielaborazioni e sottrazioni, lo spettatore ha modo di sentire e immaginare il viaggio creativo che porta dallo spunto all’arredo finito, cogliendone in modo emozionale l’essenza. A questo allestimento unico fanno eco le vetrine del negozio Armani/Casa in corso Venezia dove in occasione del Salone del Mobile sarà presentato anche un nuovo concetto di cucina.

L’allestimento si dipana come un percorso libero tra le ispirazioni, i temi fondanti e i riferimenti ricorrenti di Armani/Casa: gli anni ’30 e ‘40, le atmosfere e l’estetica dell’Oriente, Cina e Giappone in particolare, il viaggio, il mondo della natura. Introdotta da una proiezione di LOGO LAMP – archetipo dell’abitare Armani disegnata dallo stilista nel 1982 – e chiusa da un “dietro le quinte” che rende tangibile il processo creativo, l’esposizione presenta otto temi per otto ambienti, ciascuno animato da uno sfondo in movimento.

A partire dall’acqua, simbolo di vita e rigenerazione, che scorre sotto varie forme nel mondo Armani. Nel quadro dedicato a questo elemento tutto è calma, serenità: un ambiente liquido, sommerso, accoglie e mescola riferimenti naturali ed eleganza anni ’30 e ‘40, catturati nella texture scabra dello shagreen, riprodotta sulla pelle che riveste il secretaire STENDHAL e la coiffeuse con interni a scomparsa ANTOINETTE.

Materiali ricercati e finiture speciali sono un segno che ricorre in Armani/Casa: preziosismi lineari che rimandano all’Art Déco nelle forme, nell’uso di legni, marmi, quarzi e conchiglie. In questo quadro le sensazioni tattili diventano spazio, definito da tessere a mosaico di madreperla: un effetto ipnotico e prezioso amplificato in ogni elemento d’arredo, come nella scrivania OLIVIA.

Il tessuto, elemento connettivo tra moda e arredo, è protagonista del quadro definito da note di verde acqua e dal movimento fluido della seta. La versatilità di questa materia, tessile prezioso per eccellenza, è tradotta nell’idea di comfort in un’ambientazione intima che accoglie il letto MORFEO, dalla struttura sospesa.

La poltrona PASCAL, ispirata alle sedute dei transatlantici di inizio Novecento, con finiture tradizionali arricchitedall’accostamento a materiali contemporanei come la resina e il metacrilato, e il tavolo SPACE, in noce canaletto con gambe in plexiglass.

Anche Armani/Bamboo Bar presenta la Design Cocktail Collection, una carta di otto drink appositamente creati per celebrare il Salone del Mobile che si terrà a Milano dal 7 al 12 giugno. Gli otto cocktail, ciascuno completato da un sottobicchiere coordinato, sono un viaggio evocativo tra i temi fondanti e le atmosfere che ispirano da sempre Armani/Casa ai quali è dedicato l’allestimento della collezione in mostra all’Armani/Silos.

.
.

SEGUICI SU FACEBOOK

Facebook Pagelike Widget


ULTIMI TWEET

BELEN: SONO UNA LAVORATRICE PRECARIA. INTERVISTA AI FRATELLI RODRIGUEZ TRA DESIDERI DI MATERNITA’ E AMORE PER L’ITALIA E UN PENSIERO SU QUANTO DETTO DA ELISABETTA FRANCHI. https://www.crisalidepress.it/belen-sono-una-lavoratrice-precaria-intervista-ai-fratelli-rodriguez-tra-desideri-di-maternita-e-amore-per-litalia-e-un-pensiero-su-quanto-detto-da-elisabetta-franchi/

VALENTINA FERRAGNI: I SOCIAL SONO IL CONTENITORE DEL BELLO. CON LA MIA LINEA DI GIOIELLI SONO IO CHE HO “INFLUENZATO” MIA SORELLA CHIARA. https://www.crisalidepress.it/valentina-ferragni-i-social-sono-il-contenitore-del-bello-con-la-mia-linea-di-gioielli-sono-io-che-ho-influenzato-mia-sorella-chiara/

Top