Auto

Nov 02 …GLI ASIATICI APPREZZANO IL MADE IN ITALY…

di Bianca Carretto

Una casa vietnamita, nata nel 2017, ha esposto, per la prima volta, il suo piano di internazionalizzazione al Salone di Parigi, testimoniando  la mutazione del settore automobilistico.  Presente anche nel campo  immobiliare, nella sanità e nella distribuzione, il gruppo Vingroup a cui appartiene – la più grande impresa privata del Vietnam – ha grandi ambizioni per la sua filiale auto, ormai volta completamente all’elettrico. Dopo aver annunciato  di investire  inizialmente due miliardi di dollari  negli Stati Uniti,  nella Carolina del Nord ( saranno 6 alla fine del progetto), per costruire una fabbrica su 800 ettari, dalla capacità iniziale di 150mila unità, in cui, oltre alle linee di produzione per auto e autobus, sarà attivo anche l’assemblaggio delle batterie, ha comunicato  di aver aperto le sue prime tre sedi in Europa, a Francoforte, Parigi e Amsterdam, per proseguire nel 2023 ad inaugurare altri punti di vendita, anche in Italia, senza escludere l’installazione di un sito industriale  in Germania. “Vinfast vuole diventare un marchio completamente elettrico, amato nei mercati europei più importanti”, ha dichiarato Le Thi Thu Thuy, ceo di Vinfast.  Per rassicurare  la sua clientela occidentale ha deciso di affidarsi  a design italiani, i primi due modelli VF35 e VF36 sono stati opera di Pininfarina, per le VF5, VF6 e VF7 ( modelli esposti, a febbraio, al Ces di Las Vegas) è stata scelta Torino Design. Roberto Piatti, fondatore e presidente di Torino Design, ha espresso la sua soddisfazione poiché “ il saper fare degli italiani può dare grandi  frutti, abbiamo consolidato  sino al 95% la nostra quota  di esportazione fuori dall’Italia, dove il nostro lavoro è richiesto  ed apprezzato, mantenendo le relazioni con l’indotto  automotive piemontese, determinante grazie alla sua elevata specializzazione. Con  l’obbiettivo di accompagnare il cambiamento per continuare a far vincere  il design torinese nel mondo”. Torino Design è stata recentemente selezionata  da Deloitte come “eccellenza Piemontese del Made in Italy”.

.
.
Top