Auto

Ott 24 GUIDARE UNA BENTLEY CONTINENTAL GTC SPEED A MILANO: LUSSO, SOSTENIBILITA’ A PROVA DI TIKTOKER

di Cristiana Schieppati

Guidare un’auto di lusso a Milano? L’esperienza è unica, soprattutto se ad ogni angolo di strada ti aspetti che arrivi il tiktoker Eddy Beef a chiederti “scusa cosa fai per vivere per avere una macchina così?” . E vi posso assicurare che se guidate una Bentley color magenta per le vie della città, non solo via Montenapoleone, vi capiterà di essere filmati e fotografati e di sentire “wow” ad ogni accelerata.

Quando guidi una macchina che ha un prezzo base di 247,600 euro ne percepisci il valore e la potenza ma, se come me, lavori nel mondo della moda sai che una borsa può costare anche 30.000 euro perchè il lusso ha questi prezzi.

La cosa paradossale è che gestire un motore così potente è stato più facile che guidare la mia Jeep. L’assistenza costante ad ogni richiesta, il cambio automatico, le telecamere che ti guidano nei parcheggi, e il brivido dell’accelerazione che in soli 3,7 secondi può portarti a 100 km orari.

Tutto è semplificato anche l’apertura del tettuccio che apre completamente la vettura cambiando completamente la prospettiva di guida. L’esclusivo sistema di tetto convertibile con piega a Z è il più avanzato del suo genere. Disponibile in sette colori esterni, si sistema in soli 19 secondi, trasformandola da una lussuosa coupé a una Grand Tourer scoperta con il semplice tocco di un pulsante. Il tetto, con i miglioramenti del sistema di tenuta dei trattamenti acustici, contribuisce a una riduzione di tre decibel dei livelli di rumorosità complessiva rispetto al suo predecessore a velocità di crociera tipiche. E questo autunno così caldo ti lascia facilmente immaginare di fare un week end sul lago o in campagna e fermarti a mangiare in un ristorante romantico, tu e la tua auto vi bastate per godere di un’experience che riaccende i colori della vita.

Bentley Motors, si sa, è il marchio di auto di lusso più ambito al mondo, famosa anche per essere fornitrice ufficiale della Casa Reale Inglese, amatissima dalla Regina Elisabetta che aveva dei modelli personalizzati proprio per lei. Tutte le auto sono create a Crewe in Inghilterra, sede operativa dei reparti di progettazione, R&S, ingegneria e produzione delle tre gamme di modelli dell’azienda: Continental, Flying Spur e Bentayga. L’unione fra la tradizionale maestria e l’abilità artigianale tramandate di generazione in generazione da un lato, e la perizia ingegneristica e le tecnologie più innovative dall’altro, è una caratteristica unica dei marchi di auto di lusso del Regno Unito, come Bentley.

Bentley è molto simile ad un brand della moda, perchè oltre al lusso ed ad una produzione “made in England”, si impegna sempre di più nelle iniziative sostenibili con un rivoluzionario progetto logistico per ridurre le emissioni di CO2 presso la sede dell’azienda. L’installazione in loco di un serbatoio e una pompa di biocarburante da 34.000 litri ha ridotto drasticamente la produzione di CO2 dai veicoli logistici locali di 233 tonnellate in soli 12 mesi. Come risultato dell’iniziativa, Bentley può ora gestire la sua flotta logistica interna con il 100% di energia verde. Con la volontà di offrire un lusso veramente sostenibile, Bentley si impegna quindi a reinventare ogni aspetto della sua attività per diventare un’organizzazione carbon neutral, mentre entra nel suo secondo secolo di vita. L’obiettivo è strutturato attorno ad un programma di trasformazione in tutte le operazioni e i prodotti di Bentley, che include il passaggio della sua gamma di modelli a veicoli esclusivamente ibridi plug-in e a batteria entro il 2026 e veicoli completamente elettrici solo dal 2030.

Tra i nuovi modelli pensati con questa filosofia c’è l’auto che ho guidato io, l’iconica Continental GT Speed, incentrata su prestazioni di guida e dettagli di design. Il concetto di Benessere al Volante è infatti alla base delle proposte della casa , che si fonda sul comfort. I proprietari dei modelli a due porte di Bentley apprezzano da tempo l’ampiezza della scelta dei modelli e da subito la nuova serie si è dimostrata straordinariamente popolare tra i clienti di tutto il mondo grazie alle sue prestazioni, il motore è caratterizzato dall’adozione di un nuovo scarico sportivo che amplifica la straordinaria sonorità del propulsore V8.

Gli interni esprimono sempre una qualità ed una ricercatezza unica, qui è stata scelta una suddivisione dei colori in due tonalità. Agli albori della Bentley, i concorrenti di Brooklands e Le Mans avvolgevano i volanti in corda per ridurre le vibrazioni ed ottenere una presa più sicura. Gli automobilisti sportivi delle Bentley di oggi sono decisamente più avvantaggiati: le proprietà simili alla pelle scamosciata del tessuto Dinamica si sono rivelate ideali per il volante, la leva del cambio, il cuscino del sedile e lo schienale della Continental GT e della GTC S. La pelle è utilizzata per i rinforzi dei sedili, i cuscinetti delle porte, il cruscotto e la console in abbinamento all’Alcantara.

Insomma oggi posso dire di aver guidato una Bentley, una prima volta che sarà sufficiente a ricordarmi l’emozione di quando possiedi qualcosa di esclusivo, anche solo per un fine settimana.

.
.
Top