Moda

Set 22 HERNO: IL FUCSIA PROTAGONISTA DELLA NUOVA COLLEZIONE

Nella collezione donna HERNO SS23 coesistono tre diverse storie.

Core, il punto di partenza, il centro e l’essenza;
Lusso, concentrato di tessuti e lavorazioni preziose;
Fashion, dove la tradizione è rieletta in chiave contemporanea e inaspettata. Il DNA rimane lo stesso: estetica funzionale e innovazione sartoriale.

Herno ha scelto di raccontare in anteprima una parte del fashion, la parte che più di tutte evoca esplorazioni avventurose: Urban Pink Safari. Materiali, stampe, lavorazioni e fit si ispirano alla storia ma ne riemergono elaborati in maniera imprevedibile. Paesaggi diversi, come in un safari che per il brand non può che essere urbano.

Domina lo stile street ed informale dove il colore fucsia è il protagonista, intervallato dal cammello e dalla stampa Jungle che ne fa da trait d’union.

Qui troviamo anche i piumini più cool della stagione. Nel Gloss un gilet e un bomber cropped in nylon lucido effetto lacca, sono caratterizzati da dettagli bold come macro-coulisse in gros grain, profili in maglia elastica con colori a contrasto e macro-zip.
L’iconica forma A-shape è in gabardina di cotone grezzo impermeabile, con staccabile in nylon ultralight e dettagli in colore a contrasto, pulito ed essenziale.

I bomber giocano con differenti materiali come il tessuto tecno-paper, eredità degli anni ’90 o azzardano una stampa Jungle dall’effetto wild urbano. Anche la lavorazione double ha il suo spazio con una giacca camicia dalla linea over.

Ai capispalla si affiancano una t-shirt in cotone con fondo elasticizzato e logo scomposto ricamato e un maglione girocollo in cotone con un intarsio Jacquard effetto spray. Un fluido pantalone a palazzo effetto nightwear in raso e una maxi gonna a ruota in nylon stretch, entrambi chiusi in vita da coulisse rappresentano i nuovi ingressi.

La sneaker in morbida pella per la primavera è personalizzata dal dettaglio Monogram in 5 differenti colori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

.
.
Top