Auto

Feb 21 Hyundai/Kia: si cambia

Collaboratore

È in arrivo una grandissima novità realizzata da Hyundai e Kia: si tratta del primo sistema al mondo di cambio connesso ICT (Predictive Information and Communication Technology), consente al veicolo di passare automaticamente alla marcia ottimale dopo aver identificato le condizioni della strada e del traffico.

Per la realizzazione di questa innovazione tecnologica le due società coreane hanno depositato ben 40 brevetti. Mentre le tecnologie utilizzate per cambiare automaticamente dipendono dalle preferenze del guidatore, come la modalità Smart Drive (disponibile sulla maggior parte degli attuali modelli Hyundai e Kia), ICT Connected Shift System consente di cambiare automaticamente la marcia in base alla strada e alle condizioni del traffico. ICT Connected Shift System utilizza un software intelligente nell’unità di controllo della trasmissione (TCU) che raccoglie e interpreta gli input in tempo reale per trasmetterli alle apparecchiature di bordo (sistema di navigazione 3D, telecamere e radar per il controllo automatico della velocità). Il sistema di navigazione 3D include la rilevazione di altitudine, pendenza, curvatura e gli aggiornamenti delle condizioni del traffico, mentre il radar monitora costantemente le vetture antecedenti e gli spazi liberi della corsia di marcia.

Utilizzando tutti queste informazioni, la TCU prevede lo scenario di spostamento ottimale per le situazioni di guida in tempo reale attraverso un algoritmo di intelligenza artificiale e di conseguenza agisce sull’attuatore del cambio per ottimizzare le condizioni di marcia. Ad esempio, quando si prevede un rallentamento relativamente lungo e il radar non rileva irregolarità di velocità con l’auto che precede la vettura, la frizione si attiva e la trasmissione passa temporaneamente alla modalità folle (N) per migliorare l’efficienza del consumo di carburante.

Quando Hyundai e Kia hanno testato un veicolo con sistema ICT Connected Shift su una strada piena di curve, la frequenza delle cambiate è stata ridotta di circa il 43% rispetto ai veicoli privi di questo sistema. Di conseguenza, si è anche ridotta la necessità di ricorrere all’utilizzo del freno di circa l’11% incrementando l’efficienza nell’usura vettura e nell’affaticamento del conducente alla guida. Nel caso necessiti potenza per l’accelerazione, la modalità di guida passa automaticamente su Sport in modo da allineare l’ordine di marcia della vettura rispetto al flusso del traffico, dopodiché, il veicolo torna alla modalità di guida originale. Anche l’intervento del freno motore è stato settato automaticamente per attivarsi al rilascio del pedale dell’acceleratore, considerando la presenza di dossi, pendenze, discese ed eventuali variazioni del limite di velocità. Questa tecnologia è già in linea con la guida autonoma, una realtà in costante sviluppo.

 

 

.
.
Top