Moda

Ago 04 Il Museo del Tessuto di Prato partner del progetto Stand Up!

Il Museo del Tessuto di Prato annuncia la partecipazione al nuovo progetto finanziato dall’UE “Stand Up! Azione sul Tessile Sostenibile per lo Sviluppo e il Networking di imprese di economia circolare nel Mediterraneo”. Nell’ambito del progetto, il Museo del Tessuto svolgerà l’importante ruolo di responsabile della comunicazione istituzionale. Oltre a questo parteciperà attivamente a tutte le attività previste sui territori del partenariato, con un’azione di sensibilizzazione e coinvolgimento delle aziende del distretto tessile abbigliamento di Prato e della Toscana.

 

 

“Siamo molto soddisfatti che il progetto STAND Up! sia stato approvato” – dichiara Francesco Marini, Presidente della Fondazione Museo del Tessuto di Prato. “STAND Up! offrirà servizi innovativi alle piccole e medie imprese della nostra area – con particolare attenzione alle start up, alle aziende di recente costituzione, ed alle imprese gestite da giovani 25-35 anni e da donne – con l’obiettivo di rafforzare l’innovazione, la sostenibilità, l’approccio circolare del comparto. Per il nostro Museo è un passo importante, in quanto conferma la nostra natura di istituzione culturale collegata al mondo delle imprese, fortemente proiettata sul presente e sul futuro del nostro settore”.

 

 

STAND Up! è un nuovo progetto finanziato dall’Unione Europea, nell’ambito del Programma ENI-CBC MED, che si focalizza sul supporto di imprese ed imprenditori eco-innovativi nel settore tessile-abbigliamento. Il progetto fornirà un ampio range di soluzioni e strumenti innovativi – come training, consulenze tecniche e di design, supporto finanziario, opportunità di mercato, trasferimento tecnologico – con l’obiettivo di stimolare la nascita e la crescita di imprese e di creare opportunità di impiego nell’area mediterranea ed al contempo ridurre l’impatto ambientale del settore.

 

 

Circa 200 start-up e aziende giovani saranno direttamente coinvolte in attività e beneficeranno del progetto. Pari opportunità saranno assicurate a donne e giovani imprenditori (25-35 anni).

 

 

Le attività del progetto sono partite il 28 e 29 luglio 2020 con il kick-off meeting online tra i partner, resosi necessario dalle restrizioni dovute alla pandemia Covid-19.

 

 

 

.
.
Top