Stile

Mag 27 In Val d’Ega arriva una nuova cabinovia invisibile

Redazione

Una futuristica cabinovia con stazione d’autore che scompare come per magia alla vista e richiama un’antica leggenda di montagna: è questa la sorpresa che la Val d’Ega (BZ) sta preparando ai propri ospiti. In linea con la filosofia della mobilità sostenibile e dell’abbattimento dell’impatto ambientale che ormai da tempo guida le iniziative del cuore delle Dolomiti, il primo impianto di risalita firmato dal celebre Werner Tscholl, Architetto italiano dell’anno nel 2016, mira a prolungare la seggiovia Tschein dell’hotel Moseralm, consentendo così di raggiungere a piedi le sponde del Lago di Carezza. Sostituendo le due seggiovie Laurin II e Laurin III, la cabinovia a 10 posti “König Laurin” collegherà l’albergo malga Frommeralm con il rifugio Fronza alle Coronelle. Con una lunghezza complessiva di 1.807 m e una stazione intermedia, il nuovo impianto supera un dislivello di 560 m e trasporta comodamente i passeggeri a destinazione in una spettacolare corsa di soli 6,5 minuti che sfiora le pareti del Catinaccio.

Il tocco dell’architetto altoatesino emerge con evidenza nel progetto della stazione a monte, pensata per scomparire letteralmente alla vista, in modo da valorizzare il panorama montano in tutto il suo splendore.

È una soluzione dall’impatto visivo minimo che cela l’elemento architettonico e rievoca la leggenda del palazzo sotterraneo che Re Laurino, sovrano degli gnomi, possedeva tra le rocce del Catinaccio.

Parallelamente alla costruzione della nuova cabinovia, saranno eseguiti i lavori di allungamento della seggiovia Tschein per l’hotel Moseralm. Come dice l’amministratore delegato di Carezza Dolomites, Florian Eisath, il sogno è di avere ai piedi del Catinaccio un altopiano dove non sia necessario usare l’automobile per raggiungere il Lago di Carezza, dal quale si potrà inoltre semplicemente camminare fino alla stazione a valle della seggiovia Tschein, capace di garantire il collegamento fino al rifugio Fronza alle Coronelle, grazie alla nuova cabinovia Re Laurino.

.
.
Top