Moda

Mag 21 INTERVISTA A FRANCESCA CHILLEMI: ORGOGLIOSA DI ESSERE ITALIANA

Cristiana Schieppati

Francesca Chillemi è un concentrato di positività e di italianità.  Un passato da Miss Italia e un presente come attrice in alcune delle serie tv più popolari come Un medico in famiglia, Carabinieri e Che Dio ci aiuti. La sua carriera  è avviata nel mondo del  cinema e della  televisione  con grande apprezzamento da parte del pubblico che ne ammira il lato ironico e intenso delle sue interpretazioni.
L’abbiamo coinvolta in questa intervista per conoscere come ha trascorso questi mesi con il compagno Stefano Rosso e con la figlia, ma soprattutto per farci trasmettere il suo entusiasmo ed il suo orgoglio di essere italiana.

 

 

Qual è stata la tua prima reazione quando ti hanno detto che bisognava restare chiusi a casa in quarantena ?

 

 

In realtà non mi sono stupita molto poiché mi trovavo  già in lockdown dal 22 febbraio. Fin da subito  avevo capito  la pericolosità della diffusione del virus e quindi,  da mamma, per tutelare mia figlia e la mia famiglia, ho deciso di iniziare una quarantena come iniziativa personale. Quando poi è arrivata la notizia ufficiale da parte del Governo l’ho trovato un atto dovuto, difficile ma necessario per la salute di tutti.

 

 

Come hai vissuto la quotidianità con il tuo compagno e tua figlia?

 

 

Ho vissuto la prima settimana assieme alla mia famiglia come se fosse una specie di vacanza, ci siamo dedicati alle nostre passioni ed interessi cercando di trasmettere spensieratezza a nostra figlia. Mi ero resa conto della gravità, ma in cuor mio speravo che tutto finisse al più presto.  Quando ho compreso che i tempi si sarebbero allungati, ho pensato fosse meglio  impostare per noi una quotidianità con ritmi diversi, con attività e orari ben definiti.

 

 

Lavorativamente come hai gestito questi mesi?

 

 

L’industria cinematografica è rimasta completamente bloccata in questi mesi, così ho pensato di impiegare il tempo libero per approfondire  alcuni studi e la didattica che per il mio lavoro sono importanti.  Ho fatto ricerca, guardato film e serie tv, letto libri nuovi e riletto testi già consumati per trovare nuove ispirazioni.
A livello personale ho colto l’occasione per fermarmi a riflettere sui  tanti aspetti della mia professione e della mia formazione,  vedendo questo momento di pausa come un’opportunità di crescita ed evoluzione .

 

 

Hai un legame molto forte con New York visto che ci hai vissuto per qualche anno. Che impressione ti fa vedere la città deserta? Credi che si riprenderà facilmente?
 

 

Gli Stati Uniti avevano tutti gli strumenti per prendere in anticipo la diffusione del virus, ma hanno sottovalutato la situazione e si sono fatti trovare impreparati,  non capendo che questa è una pandemia a livello globale. Sono contenta di aver passato la quarantena in Italia e sono orgogliosa del lavoro svolto dai medici ed infermieri del nostro Paese di fronte ad un evento che non ha eguali nella storia.

 

 

Come hai mantenuto i rapporti con i tuoi amici in questo periodo? 

 

 

Grazie a video call e chat ho potuto mantenere i rapporti anche da casa con i miei amici. Ci siamo sentiti spesso, ma senza creare rapporti morbosi.

 

 

Per rispettare il distanziamento sociale si  parla di un ritorno dei  cinema “Drive In” all’aperto, cosa ne pensi?

 

 

Potrebbe essere una soluzione divertente,  ma sicuramente momentanea. Non è pensabile che sia una decisione definitiva. Mi auguro infatti che l’industria cinematografica possa riprendere a pieno regime sicuramente in modalità “safe” , speriamo a fine giugno come ho sentito dire in questi giorni.

 

 

Che cosa hai imparato in questo periodo? 

 

 

In questo periodo ho capito che la vita frenetica ti porta a volte ad andare avanti per inerzia facendo sempre le stesse cose senza apprezzarne il valore. Ho  imparato ad ascoltare di più me stessa, a dedicarmi del tempo per il mio personale benessere.
Mi sono sentita fortunata ad aver creato una famiglia che mi da’ la forza di vivere una vita piena di emozioni,  elogiando le  piccole cose di tutti i giorni.
Il contatto umano e la socialità mi sono mancati e mi sono resa conto di quanto  sia  fondamentale  stare assieme agli affetti  e condividere esperienze di vita.

 

 

Quando potrai finalmente tornare a viaggiare dove sarà la prima destinazione?
 

Spero di poter tornare a viaggiare presto  per lavoro, ma se dovessi organizzare  una vacanza sicuramente sceglierei l’Italia perché è importante sostenere il nostro Paese che è meraviglioso.

 

 

Un messaggio a chi ci legge
 

 

Il messaggio che vorrei dare è quello che dico a me stessa ogni giorno: solo uniti possiamo farcela, non focalizziamoci  sulle cose negative che abbiamo dovuto affrontare in questo periodo,  ma cerchiamo di dare il meglio di noi per poterci risollevare e ripartire con più entusiasmo ed energia, senza dare nulla di scontato! Io sono orgogliosa di essere italiana e spero che anche voi abbiate riscoperto che siamo un popolo forte e coraggioso. Andiamone fieri.

 

 

 

..
Top