Moda

Apr 23 INTERVISTA A SATURNINO: I PERFORMERS HANNO BISOGNO DEL PUBBLICO

Cristiana Schieppati

Saturnino Celani è un’eccellenza della musica italiana nel mondo. Bassista, compositore, produttore discografico ha una passione per la musica che va oltre la professione. Dal 1991 è il bassista ufficiale di Jovanotti  e con lui,  proprio lo scorso anno,  è stato protagonista del Jova Beach Party un tour che ha coinvolto milioni di persone. Evento che oggi sembra passato allo storia, sospeso come tanti concerti che per il momento non hanno un tasto “start”. In questa intervista ci racconta la sua quarantena, le iniziative che ha intrapreso  con il suo brand di occhiali Saturnino Eyewear e ci spiega perché  la musica non può essere confinata su Instagram.

 

Come stai trascorrendo questi giorni di prolungato lockdown? Quali fasi hai attraversato?

 

Sono rimasto a casa mia a Milano solo con la mia adorata Oliva,  cagnolina adorabile e compagna perfetta di questi giorni dal 4 Marzo.  (nella foto Saturnino e Oliva in un bellissimo autoscatto da casa in questi giorni). La mia ultima performance musicale l’ho  fatta in streaming  della Triennale deserta, una grande emozione.  Per quanto mi riguarda è tutta una nuova fase e la grande fortuna è poterla attraversare a 50 anni.

 

La musica è stata protagonista assoluta di questa nuova dimensione che stiamo vivendo. Qual è il potere della musica e cosa pensi dei cori dai balconi che ci sono stati?

 

La musica è protagonista assoluta della mia vita da quando ho iniziato ad ascoltarla e codificarla. Come diceva Bob Marley la musica colpisce e non fa male. I cori  dai balconi mi hanno fatto pensare al mio amico mentore e manager Tomaso Cavanna che ci ha lasciato lo scorso Agosto (mi manca moltissimo) che aveva organizzato il vertical stage facendo suonare dai balconi di un palazzo di C.so Europa a Milano oltre 10 artisti!

 

La musica arriva nelle case in diretta via Instagram… ci voleva il lockdown per fare queste dirette musicali?

 

Instagram in questi giorni è meraviglioso, le video chiamate sono meravigliose , la tecnologia è meravigliosa,  ma il vero problema è la tenuta psicologica. L’artista deve performare e non da casa… è come dire a un pilota di elicotteri “vola ma solo nel tuo giardino”!

 

Il concerto di Lady Gaga un tuo commento

 

Si  ho seguito la dirette  con il concerto di  Lady Gaga. In tutta sincerità non mi importa di vederla cantare da casa… ascolto un suo disco e godo molto di più

 

Chi hai seguito maggiormente sui social ?

 

Tutti i miei amici e le persone che stimo di più. Lorenzo è partito con le sue dirette pomeridiane che ho adorato e già mi mancano… ho scoperto @insta_paolina e @nilerodgers @iammarkronson @dnice e @claudioCecchetto e trovo @josquillo il concetto più bello di energia.

 

Per la tua linea di occhiali Saturnino Eyewear hai intrapreso qualche iniziativa particolare in questo periodo?

 

Ogni pomeriggio mi collego con un ottico che ha sposato la nostra filosofia @saturninoeyewear e parliamo, ci confrontiamo, ci conosciamo meglio. Credo che continuerò anche in futuro a condividere questa esperienza, l’ho trovata molto utile.

 

Come ti sei informato maggiormente? Tv, social, web, giornali.

 

Tramite amici competenti.

 

Concerti annullati: che danni? 

 

L’industria dell’intrattenimento  è stata disintegrata in tutta la sua filiera. Allo stato attuale siamo all’ingresso di un tunnel senza l’avviso della sua lunghezza.

 

Se questo periodo fosse rappresentato da una canzone quale sarebbe?

 

Una nuova versione del testo di Gino Paoli: da Sapore di mare in “Sapore di plexiglass” !

 

Un messaggio a chi legge

 

Il mio socio una volta mi ha detto: la vita è fatta di fasi…

 

 

 

 

 

.
.
Top