Stile

Giu 16 ISTITUTO MARANGONI: I 6 PROGETTI DEGLI STUDENTI IN COLLABORAZIONE CON MOROSO

Istituto Marangoni presenta “Moroso. New Domestic Narratives”: la mostra, aperta al pubblico su prenotazione, che esplora le nuove narrazioni domestiche post Covid attraverso il design, realizzata dagli studenti in collaborazione con Moroso, sotto la direzione artistica di Elena Salmistraro.

La mostra si focalizza sulla profonda trasformazione nel modo di vivere i luoghi del lavoro e della quotidianità. Gli studenti del Master in Product & Furniture Design si sono concentrati, insieme ad Elena Salmistraro, verso uno spazio domestico trasformato in “teatro”, volto alla rappresentazione quotidiana del sé sociale e professionale, aperta al mondo attraverso connessioni digital.

Alice Ballabio, per la creazione della sua seduta Loop, in cui bolle tridimensionali prendono vita su una struttura geometrica, ha lavorato prendendo ispirazione dalla gravità quantistica a loop. Quest’ultima descrive l’universo come formato da tanti grani di spazio che, uniti insieme, disegnano la rete di relazioni che dà corpo alla realtà materiale.
Bianca Ferretti, designer del sistema seduta Hug, attinge alla necessità dell’essere umano di stabilire un contatto fisico con altre persone, incrementata dal distanziamento sociale che abbiamo vissuto nell’ultimo anno. La forma della poltrona, che si ispira a un vero e proprio abbraccio, è resa ancora più avvolgente dall’utilizzo di materiali morbidi e caldi.
Particolare attenzione verso i materiali e la loro usura è stata data da Silvio Pompei nel suo Cretto, divano componibile che si ispira al fenomeno della “craquelure”, permettendo all’usura di trasformarsi in decoro, donando all’oggetto, con il passare del tempo, un aumento di prestigio.

La volumetria e l’estetica dei murales, invece, sono la fonte di ispirazione di Phygital, il progetto di Riccardo Ciofi che immagina un divano modulare dalle grafie profonde e cromie accese, concepito con una grafica digitalizzata e stampata sul rivestimento in Lycra.
Esplosione di colore e forme suadenti anche per Mariana Gomes Prestes, ideatrice di Saudade, il divano composto da differenti parti collegate come a formare un’onda che ne permette diverse configurazioni.
Mood, che chiude il racconto degli studenti del Master in Product & Furniture Design, è il progetto di Lourdes Castro che ha ideato un modulare ispirato all’influenza della luna sull’umore e sul comportamento delle persone. Un trittico che può vivere sia separato in fasi che accorpato nel satellite, da cui prende ispirazione anche nei colori.

.
.
Top