Auto

Mag 05 KATIA BERTELLO – SUZUKI ITALIA: IL CONTATTO TRA CLIENTI E CONCESSIONARI NON SI SOSTITUISCE SOLO COL DIGITALE.

Cristiana Schieppati

Katia Bertello si occupa di pubbliche relazioni per Suzuki Italia ed è la coordinatrice dell’ufficio stampa.  Le abbiamo chiesto di illustrarci come si è organizzata la casa automobilistica giapponese in questi mesi e sul futuro dell’auto, a partire dal rapporto con i concessionari. Suzuki è l’unico costruttore, non premium , a proporre modelli solo ibridi, il futuro quindi riparte da qui.

 

Come cambierà la comunicazione dell’automobile, sia dal punto di vista industriale che commerciale?
In questo periodo di emergenza abbiamo imparato molto, parlando di comunicazione e quindi di relazione abbiamo accelerato tutti i processi che erano già in atto: la comunicazione diretta e mediata dalla tecnologia, il boom delle dirette live sui social che ci hanno permesso di essere più vicini facendoci sentire parte della comunità, lo smart working, anch’esso una modalità di comunicazione, con i vari tools di Web conference ha aiutato tutti agevolmente a mantenere i contatti e nei contatti con i media a presentare iniziative e prodotti con efficacia.  Suzuki ha saputo rispondere velocemente e ha messo a disposizione ai suoi dipendenti la tecnologia per poter lavorare da casa. Suzuki ha promosso le iniziative #suzukiportechiusetelefoniaperti che dà modo agli utenti di contattare il proprio concessionario di fiducia tramite un numero di WhatsApp e Suzuki Smart Buy che dà la possibilità di prenotare da casa, a condizioni vantaggiose, auto, moto e fuoribordo attraverso il suo web store. Il processo digitale è dunque protagonista ma per Suzuki le nuove tecnologie, la comunicazione diretta e Smart  non sostituiranno il contatto personale del Cliente presso il Concessionario Suzuki e dei media con i prodotti e lo staff Suzuki, che resta fondamentale sia per l’efficacia della presenza diretta sia per la ricchezza della relazione umana.

 

 

Come organizzerete i test e le conferenze stampa?

 

Con l’avvento della rapida digitalizzazione molte attività potranno essere mantenute in modalità “smart”, gli strumenti tecnologici adottati dovranno essere utilizzati in maniera consapevole adeguandoli ai bisogni di ognuno di noi, sfruttandone al massimo le potenzialità ma all’interno di un progetto condiviso. Tutto questo può far integrare perfettamente le presentazioni virtuali con quelle tradizionali. Il digital servirà a gestire un contatto veloce su temi da “instant reaction”. Personalmente penso che il contatto con i media sia importante e fondamentale, trasferire le informazioni del prodotto attraverso le emozioni e l’entusiasmo è basilare per raggiungere al meglio il fine dell’incontro.

 

 

 Che contatti con i clienti  e che rapporto con i concessionari? 

 

Gestiremo la parte inziale del contatto anche a distanza, su Web ma resterà centrale e insostituibile il ruolo del Concessionario nella relazione con il cliente e il ruolo dello staff con i media. Ora pensiamo ad essere prudenti e a salvaguardare i nostri familiari oltre alle persone più deboli, sono certa che ci riprenderemo la nostra vita ma con gradualità.

 

 

Il futuro dell’auto per Suzuki:

 

La battaglia sull’abbattimento delle emissioni era già in corso e si andrà avanti in quella direzione. Suzuki risponde in modo efficace al tema della mobilità sostenibile con modelli ibridi, leggeri, robusti e compatti, che puntano alla massima efficienza in ogni fase del loro ciclo di vita. Il 2020 segna un momento storico per noi poiché con l’arrivo di  Suzuki Vitara, S-Cross e Swift sport Hybrid  è stato completato il processo di ibridizzazione delle gamma. Suzuki è l’unico costruttore, non premium, a proporre modelli solo ibridi e si pone dunque all’avanguardia in materia di elettrificazione e lo fa con una tecnologia che punta su componenti compatti e leggeri, in grado di offrire il massimo in termini di efficienza, praticità e piacere di guida.

 

.
.
Top