Moda

Mar 30 La Fondazione Buzzi a sostegno dell’emergenza Covid-19

Redazione

La Fondazione Buzzi onlus si è messa a disposizione delle autorità offrendo alla Regione Lombardia e al neonominato commissario straordinario il proprio supporto, le proprie competenze e le proprie relazioni nel reperire, con l’agilità, l’efficienza e la tempestività che caratterizzano una organizzazione snella, tali presidi e strumenti, dai respiratori alle altre attrezzature necessarie per allestire nuovi posti in rianimazione, al materiale di consumo come mascherine e camici, di cui oggi i medici sono sprovvisti.

L’azione della Fondazione si colloca oggi nel quadro delle disposizioni emanate dal Governo e dalle competenti autorità nonché delle linee di azione della richiamata struttura commissariale.

A livello operativo, in coordinamento con il commissario, le autorità e gli ospedali, la Fondazione – grazie alla propria rete – individua sul mercato internazionale i materiali necessari e più urgenti, li acquista utilizzando i fondi messi a disposizione all’uopo dai propri benefattori e poi li concede in utilizzo, con le opportune modalità tecniche, al commissario straordinario, ovvero alle strutture sanitarie, per un loro pronto ed immediato utilizzo.

Oltre a supportare e agevolare l’attività delle autorità nazionali e regionali negli approvvigionamenti per grandi quantitativi e nella individuazione delle priorità, in costante collegamento con le stesse, Fondazione Buzzi si propone di agire come Task Force – efficiente, agile e reattiva – per offrire un’operatività complementare a quella delle grandi istituzioni tesa a dare una risposta ai bisogni immediati dei singoli ospedali. A questo proposito – ove possibile – Fondazione Buzzi intende aiutare le istituzioni e, soprattutto, gli ospedali e i malati, effettuando essa stessa, immediatamente, gli acquisti urgenti (ovvero garantendoli economicamente) dei materiali indispensabili e di qualità certificata che purtroppo scarseggiano, impegnandosi in prima persona a pagare i materiali ove gli ospedali non potessero confermare l’ordine, per distribuirli poi ove sia stata riscontrata un’esigenza prioritaria.

La Fondazione sosterrà anche il neonato Centro Operativo Dimessi situato presso l’Ospedale Buzzi. È un progetto del Prof. Gian Vincenzo Zuccotti che da lunedì 23 marzo provvede 24 ore su 24, 7 giorni su 7, a monitorare la condizione di salute dei pazienti dimessi dopo malattia per Covid-19 e che richiede oltre al personale umano anche saturimetri e altra strumentazione.

Tutto questo è coordinato da una cabina di regia in seno alla Fondazione, che lavora 24 ore su 24, coordinata dal suo presidente, Stefano Simontacchi, e composta da una ventina di professionisti esterni che su base volontaria hanno offerto il loro supporto, messi a disposizione in particolare da Boston Consulting Group (con un team guidato da Stefano Cazzaniga) e da BonelliErede (con un team guidato da Marcello Giustiniani e Gianpiero Succi).

 

.
.

SEGUICI SU FACEBOOK

Facebook Pagelike Widget


ULTIMI TWEET

BELEN: SONO UNA LAVORATRICE PRECARIA. INTERVISTA AI FRATELLI RODRIGUEZ TRA DESIDERI DI MATERNITA’ E AMORE PER L’ITALIA E UN PENSIERO SU QUANTO DETTO DA ELISABETTA FRANCHI. https://www.crisalidepress.it/belen-sono-una-lavoratrice-precaria-intervista-ai-fratelli-rodriguez-tra-desideri-di-maternita-e-amore-per-litalia-e-un-pensiero-su-quanto-detto-da-elisabetta-franchi/

VALENTINA FERRAGNI: I SOCIAL SONO IL CONTENITORE DEL BELLO. CON LA MIA LINEA DI GIOIELLI SONO IO CHE HO “INFLUENZATO” MIA SORELLA CHIARA. https://www.crisalidepress.it/valentina-ferragni-i-social-sono-il-contenitore-del-bello-con-la-mia-linea-di-gioielli-sono-io-che-ho-influenzato-mia-sorella-chiara/

Top