Auto

Gen 13 LAMBORGHINI: UN ANNO PRODUTTIVO

di Redazione

La pandemia non è riuscita a fermare la corsa di Automobili Lamborghini, che ha affrontato con determinazione tutte le sfide e ha chiuso l’anno con 7.430 vetture consegnate a livello globale, in calo solo del 9% rispetto al 2019, lieve flessione dovuta allo stop produttivo di 70 giorni in primavera. Gli Usa si confermano il primo mercato con 2.224 auto, seguiti da Germania (607), Cina continentale, Hong Kong e Macao (604), Giappone (600), Regno Unito (517) e Italia (347). La più alta crescita è stata registrata dalla Corea del Sud con 303 unità (+75%) e dalla Germania (+8%). Il suv Urus è il modello ad aver ottenuto un maggiore successo, con 4.391 vetture consegnate. Il 2020 ha inoltre visto il lancio di sei nuove auto, la prima, a gennaio, è stata la Huracán Evo Rwd versione coupé, seguita dalla Huracán Evo Rwd Spyder, la Sian Roadster (in tiratura limitata di 19 esemplari), l’hypercar da pista Essenza Scv12, la Huracan Sto e, in chiusura d’anno, la Sc20.

Stephan Winkelmann, dal 1° dicembre 2020 nuovo presidente e ad del marchio, ha dichiarato: “I risultati 2020 sono la dimostrazione di un grande lavoro che, al netto delle difficoltà di un anno di sfide globali, è stato portato avanti da tutta la squadra Lamborghini con grande dedizione e spirito di resilienza. Per me è un grande onore essere tornato a farne parte. Il senso di comunità sperimentato così forte nel corso dell’anno appena trascorso, insieme ai valori di responsabilità sociale e la spinta all’innovazione che da sempre contraddistingue Lamborghini, saranno le basi per affrontare un 2021 sfidante, con l’obiettivo di consolidare la gamma prodotto, ricercare nuove prospettive di business e rafforzare ulteriormente il brand.”

..
Top