Sport

Mag 07 #LOCKDOWN E #RESTART SECONDO PGA ITALIANA

Redazione

Il golf si appresta a ripartire, ma la fase due dell’emergenzaha creato incertezza e decisioni non univoche. Ecco la posizione di PGA Italiana:  Filippo Barbè, presidente dell’Associazione dei Professionisti di Golf, fa parte della Commissione Emergenza Covid-19 istituita dalla Federgolf per elaborare un vademecum utile alla ripresa del golf in sicurezza. Tale protocollo, che potrà essere costantemente oggetto di modifiche secondo l’evolversi della situazione, è stato rilasciato il 29 aprile e deve essere adottato da circoli e giocatori alla riapertura dell’attività. Nel decreto oggi in vigore (DPCM 26 aprile con effetto 4 maggio 2020) il Governo autorizza a riprendere gli allenamenti i soli atleti amateur e professionisti di interesse nazionale, 112 giocatori in tutto tra dilettanti e professionisti, già tornati in campo insieme ai propri coach. Ai circoli, secondo il decreto, non è dato riaprire. Tuttavia alcune regioni, con ordinanze firmate dai propri Governatori, hanno concesso questa possibilità ad alcuni sport ed esplicitamente anche al golf.

Anche le lezioni di golf si adeguano al protocollo della Federazione. Nuove modalità e spazi ben circoscritti per offrire gli stessi contenuti tecnici in completa sicurezza. Il maestro si farà portavoce di questa nuova disciplina da tenere con rigore anche durante lo sport e darà istruzioni all’allievo in tal senso; farà in modo che la sua postazione di gioco rispetti distanze e igiene, provvedendo a disinfettare quanto occorre prima e dopo ogni singola lezione; non avrà contatto fisico con il giocatore; le lezioni collettive avranno un numero di partecipanti ridotto; favorirà il gioco in campo piuttosto che in campo pratica.

 

 

.
.
Top