Moda

Nov 19 LUCA NICHETTO PER RUBELLI E WITTMANN

di Redazione

Luca Nichetto/Nichetto Studio presenta due nuovi progetti, il primo per Rubelli e il secondo per Wittmann, che per design e affinità elettive –  dialogando tra loro – tracciano la rotta di un immaginario viaggio tra Venezia e Vienna.

Al centro di entrambi il gusto per il design, per la manifattura e il fatto a mano, l’architettura e la cultura che si riflette sui ritmi quotidiani e risente dell’influenza dall’antica dominazione dell’Impero austro-ungarico.

Luca Nichetto firma per Rubelli – azienda italiana leader nella produzione di tessuti – la sua prima capsule collection Carnevale, che omaggia Venezia per soggetti, autore oltre che per produttore e comprende complessivamente tre tessuti jacquard: Coriandoli S, Coriandoli XL e Festa.

Coriandoli S e Coriandoli XL, ça va sans dire, rimandano alle atmosfere uniche e colorate del Carnevale. Festa, invece, ha per soggetto un mare di stelle che ricorda una festosa esplosione di fuochi d’artificio ed è ispirato ad un progetto storico – conservato nello archivio aziendale firmato da Vittorio Zecchin per Rubelli  e presentato alla Biennale di Venezia nel 1934, che ha particolarmente colpito l’immaginario del designer.

I tessuti che compongono la capsule sono stati scelti da Nichetto per rivestire la collezione Paradise Bird progettata per Wittmann, che ha invitato il designer a riflettere su un nuovo concetto di living modulare e adattabile agli ampi ambienti nord-americani ma anche a quelli asiatici dalle dimensioni contenute. La lounge, la poltrona dallo schienale esasperato, il divano a due posti e il pouf che compongono questa famiglia, così come i complementi di arredo, omaggiano Josef Hoffmann e si caratterizzano per il design scultoreo,  leggero, oltre che per il comfort assoluto. Per Wittmann Luca Nichetto ha recentemente firmato anche l’ecclettica collezione di imbottiti Andes ispirata al raffinato modernismo viennese e il tavolino Acacia, il pezzo che più di tutti sintetizza e valorizza – con la sua base in vetro di Murano e il vassoio in pelle – il meglio delle culture artigianali e del savoir faire di entrambe le aziende/città.

Complessivamente, entrambi i progetti enfatizzano le tradizioni e le straordinarie abilità artigianali di Rubelli e Wittmann, luoghi di partenza e destinazione del viaggio di Nichetto, poliedrico designer originario proprio dell’isola di Murano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.
.
Top