Sport

Nov 07 MASO MARTIS ALLE OLIMPIADI CON GLI ATLETI DI SHORT TRACK PIETRO E ARIANNA SIGHEL

«I valori della nostra famiglia e della nostra cantina si incontrano con i valori dello sport». Non uno sport qualsiasi, ma lo short track, disciplina olimpica di pattinaggio su ghiaccio basata sulla velocità, di grande eleganza e assoluto fascino. 
Come le bollicine di Maso Martis, che hanno deciso di sostenere i due giovanissimi atleti trentini di short track in gara per le Olimpiadi Milano-Cortina 2026, Pietro e Arianna Sighel.

Nello short track servono coraggio e lucidità, governando una forza che ti spinge per terra, verso il ghiaccio, mentre invece lo sguardo deve puntare sempre avanti, senza indecisioni. Così nascono le frecce azzurre di questa disciplina, così altrettanto è nata Maso Martis, nata dal coraggio di due giovanissimi trentini, Roberta Giuriali e Antonio Stelzer, che più di 30 anni fa hanno deciso – contro ogni trend di mercato – di fondare una cantina dedicata esclusivamente alla produzione di Trentodoc, guardando sempre avanti con grande sensibilità e determinazione.

«Passione, costanza e determinazione sono le caratteristiche che accomunano gli atleti di short track e noi produttori di Trentodoc», spiega Roberta Giuriali nel presentare la partnership con Arianna e Pietro Sighel.

Maso Martis è scesa per la prima volta in pista con i fratelli Sighel in occasione della prima tappa di Coppa del Mondo che si è svolta a Montreal, in Canada, dal 28 al 30 ottobre.
Un esordio che si è tinto di color bronzo con il terzo posto di Pietro Sighel nei 500 metri e sempre il terzo posto della staffetta femminile tricolore in cui ha gareggiato Arianna Sighel.

.
.
Top