Sport

Dic 16 MICHELLE HUNZIKER PROMUOVE IL TURISMO SVIZZERO E SCIA CON GIORGIO ROCCA

di Cristiana Schieppati

Prosegue la collaborazione tra Svizzera Turismo e Michelle Hunziker che è stata nominata lo scorso luglio ambasciatrice del turismo elvetico per l’affinità che la lega profondamente sia alla Confederazione sia all’Italia. Dna svizzero e cuore italiano, chi meglio di lei può raccontare “le mille sfaccettature di un territorio compatto ma pieno di sorprese” come sottolinea la stessa Michelle. La sua esplorazione è iniziata in estate facendo tappa a St. Moritz, a Lucerna e in Ticino e viaggiando esclusivamente su treni e battelli panoramici: un modo lento ed ecologico per conoscere e apprezzare la natura alpina e l’ingegno umano. E così tanti italiani hanno potuto visitare la Svizzera virtualmente con i consigli di Michelle e magari intraprendere loro stessi un itinerario a bordo dei celebri Glacier Express e Bernina Express o del Gotthard Panorama Express che collega Lucerna al Ticino attraversando il massiccio del Gottardo.

Entusiasta della sua avventura estiva Michelle Hunziker aveva sottolineato la grande varietà di esperienze. “La Svizzera è piccola ma incredibilmente variegata. In pochi chilometri cambiano i paesaggi, i cantoni e perfino la lingua parlata. Ci sono tantissime proposte per ogni tipo di vacanza”. La scelta delle tappe ha seguito il filone di Swisstainable, il manifesto di Svizzera Turismo per il turismo sostenibile, che sottolinea come viaggiare green sia non solo una necessità per salvaguardare l’ambiente ma anche una forma di arricchimento perché permette di scoprire un territorio con più consapevolezza, pienezza e intensità. La sostenibilità è declinata in diversi aspetti che vanno dalla tutela della flora e dalla fauna alla valorizzazione delle tradizioni e dei prodotti locali, dall’uso delle fonti rinnovabili all’incontro con le persone che tramandano un sapere artigianale o che si prendono cura del patrimonio culturale e naturalistico di un territorio con più consapevolezza, pienezza e intensità. La sostenibilità è declinata in diversi aspetti che vanno dalla tutela della flora e dalla fauna alla valorizzazione delle tradizioni e dei prodotti locali, dall’uso delle fonti rinnovabili all’incontro con le persone che tramandano un sapere artigianale o che si prendono cura del patrimonio culturale e naturalistico di un territorio. “Nessuna rinuncia, insomma, ma un surplus di conoscenza” sintetizza Michelle Hunziker.

La neve fiocca copiosa su tutto l’arco alpino e i comprensori svizzeri hanno aperto i battenti a partire da fine novembre. Michelle Hunziker ha soggiornato nella destinazione di Andermatt che è diventata la nuova mecca dello sci e di attività “fuori dall’ordinario” grazie al piano di investimenti che ha portato alla costruzione di alberghi, appartamenti e impianti di risalita. A disposizione degli ospiti ci sono ben 180 km di piste, esclusivi hotel con Spa (il The Chedi e il Radisson Blu Reussen), una concert hall dall’acustica perfetta, un campo da golf con clubhouse e perfino un ristorante giapponese stellato. Lo scenario in cui è avvolto questo tradizionale borgo alpino lascia senza fiato. Si trova a 1’444 metri, ai piedi del massiccio del San Gottardo e lungo la tratta del Glacier Express, nella regione considerata la riserva idrica d’Europa: qui sgorgano quattro importanti fiumi – il Reno, il Rodano, la Reuss e il Ticino – e si possono ammirare d’estate oltre 40 laghetti alpini. 

Non può mancare una giornata sugli sci nel comprensorio ai piedi del Gottardo dove si può prendere perfino un treno per raggiungere le piste. Michelle Hunziker ha sciato in compagnia di Giorgio Rocca che non si stanca mai di insegnare agli allievi della sua GR Ski Academy il segreto per curve armoniose. “Con un maestro così, sciare è ancora più divertente” afferma Michelle Hunziker che ha testato le ampie e soleggiate piste della Skiarena Andermatt – Sedrun – Disentis, adatte a tutti i tipi di sciatori. “Da come scia, si vede che è svizzera!” ha commentato Giorgio Rocca, sorpreso dalla sua abilità.

Dopo i pendii innevati, si passa a un’attività meno adrenalinica ma altrettanto suggestiva. La regione di Andermatt – che comprende anche le località di Realp, Hospental, Nätschen – è costellata di percorsi tracciati per racchette da neve ed escursioni invernali. “Equipaggiata di tutto punto, sono salita in cabinovia a 2’300 metri sul monte Gütsch e ho fatto un bellissimo percorso panoramico immersa nel silenzio” racconta Michelle Hunziker, a suo agio anche in questa veste più contemplativa.

Per la gioia dei bambini – ma non solo! – c’è anche la variante del trekking con i lama, anche questa testata da Michelle Hunziker. “Davvero simpatici questi animali!”. Durante tutto l’anno si possono organizzare gite con i lama nella Valle Orsera o sconfinare nel vicino cantone dei Grigioni valicando il Passo dell’Oberalp.

.
.

SEGUICI SU FACEBOOK

Facebook Pagelike Widget


ULTIMI TWEET

BELEN: SONO UNA LAVORATRICE PRECARIA. INTERVISTA AI FRATELLI RODRIGUEZ TRA DESIDERI DI MATERNITA’ E AMORE PER L’ITALIA E UN PENSIERO SU QUANTO DETTO DA ELISABETTA FRANCHI. https://www.crisalidepress.it/belen-sono-una-lavoratrice-precaria-intervista-ai-fratelli-rodriguez-tra-desideri-di-maternita-e-amore-per-litalia-e-un-pensiero-su-quanto-detto-da-elisabetta-franchi/

VALENTINA FERRAGNI: I SOCIAL SONO IL CONTENITORE DEL BELLO. CON LA MIA LINEA DI GIOIELLI SONO IO CHE HO “INFLUENZATO” MIA SORELLA CHIARA. https://www.crisalidepress.it/valentina-ferragni-i-social-sono-il-contenitore-del-bello-con-la-mia-linea-di-gioielli-sono-io-che-ho-influenzato-mia-sorella-chiara/

Top