Sport

Mag 23 MILAN CAMPIONE D’ITALIA

di Francesco Bonfanti

Il Milan è campione d’Italia, lo scudetto numero 19 della sua storia dopo 11 anni di attesa. Il finale è stato per cuori forti, con il tricolore deciso negli ultimi 90 minuti del campionato. I due punti di vantaggio del Milan lasciavano aperte le speranze nerazzurre, a condizione che l’Inter battesse la Samp e contemporaneamente il Milan perdesse contro il Sassuolo. Ma la banda di Pioli aveva le idee ben chiare, e ha chiuso la pratica già nei primi 45 minuti. 3-0 contro il Sassuolo e pratica chiusa. Lo scudetto sarebbe comunque rimasto a Milano, ma ha cambiato colore rispetto a 12 mesi fa, dall’Inter al Milan, passaggio di consegne sotto il segno di Ibrahimovic e Pioli, ma anche di Leao, Maignan e Tonali.

Simone Inzaghi ha portato a casa Supercoppa e Coppa Italia, non il trofeo più importante, colpa di quella serata folle a Bologna e dei sette punti in sette partite tra gennaio e marzo. Il Milan ci ha creduto, e a fari spenti ha costruito il suo capolavoro: da avversaria di Inter e Napoli a prima sfidante dei nerazzurri, fino a lepre in fuga che non voleva farsi acciuffare. Ce l’ha fatta, e nella notte di Milano migliaia di tifosi rossoneri in festa hanno preso d’assalto prima Piazza Duomo e poi Casa Milan, dove hanno aspettato fino a notte il ritorno della squadra da Reggio Emilia.

Il resto della lotta per la Champions League era già deciso da settimane, con le prime quattro già certe della partecipazione alla competizione più prestigiosa. Il Napoli ha chiuso in bellezza vincendo a La Spezia e terminando terzo, ma con tanti rimpianti per i troppi punti persi in casa. Ultima qualificata per la Champions la Juventus, che ha finito male perdendo a Firenze e mettendo il timbro su una stagione altamente negativa, la prima da “zero titoli” dopo 11 anni (non dimentichiamo le finali perse, entrambe contro l’Inter, in Supercoppa italiana e in Coppa Italia). 

L’Europa League parla romano, con Lazio (quinta) e Roma (sesta) che si sono qualificate per la seconda competizione europea, con la squadra di Mourinho che mercoledì andrà a caccia della Conference League nella finale di Tirana contro il Feyenoord. Una Conference League che l’anno prossimo vedrà protagonista la Fiorentina, che battendo la Juventus e approfittando della sconfitta contro l’Atalanta ha chiuso settima e staccato l’ultimo pass per l’Europa. Proprio l’Atalanta, dopo tre qualificazioni consecutive in Champions, è rimasta a bocca asciutta e fuori dalle coppe. 

Incredibile anche la lotta alla salvezza, con un finale di campionato che ha regalato grandi emozioni: settimana scorsa le retrocessioni di Venezia e Genoa hanno fatto sì che la lotta si riducesse a Salernitana e Cagliari. L’hanno spuntata i campani, che a metà campionato sembravano già retrocessi e che invece sono stati protagonisti di una clamorosa rimonta.

Un campionato bellissimo, come da anni non capitava. Emozioni infinite per cuori forti, dove niente era scontato e tutto poteva capitare. Appuntamento al 13 agosto, prima giornata della prossima stagione. I tifosi non vedono l’ora. 

.
.

SEGUICI SU FACEBOOK

Facebook Pagelike Widget


ULTIMI TWEET

BELEN: SONO UNA LAVORATRICE PRECARIA. INTERVISTA AI FRATELLI RODRIGUEZ TRA DESIDERI DI MATERNITA’ E AMORE PER L’ITALIA E UN PENSIERO SU QUANTO DETTO DA ELISABETTA FRANCHI. https://www.crisalidepress.it/belen-sono-una-lavoratrice-precaria-intervista-ai-fratelli-rodriguez-tra-desideri-di-maternita-e-amore-per-litalia-e-un-pensiero-su-quanto-detto-da-elisabetta-franchi/

VALENTINA FERRAGNI: I SOCIAL SONO IL CONTENITORE DEL BELLO. CON LA MIA LINEA DI GIOIELLI SONO IO CHE HO “INFLUENZATO” MIA SORELLA CHIARA. https://www.crisalidepress.it/valentina-ferragni-i-social-sono-il-contenitore-del-bello-con-la-mia-linea-di-gioielli-sono-io-che-ho-influenzato-mia-sorella-chiara/

Top