Moda

Lug 16 MILANO NON PUO’ FARE A MENO DELLA MODA: TU LO SAPEVI?

Ricevo un comunicato stampa dall’ufficio stampa della Camera Nazionale della Moda con questo titolo “CAMERA NAZIONALE DELLA MODA ITALIANA | PER IL SINDACO DI MILANO, BEPPE SALA, IL SETTORE DELLA MODA È FONDAMENTALE PER IL FUTURO DELLA CITTÀ” .

 

Mi fermo per un attimo a pensare, a capire se ancora occorre sottolineare che Milano e la Moda sono un binomio indissolubile.  Milano è la capitale della moda o sbaglio? Io ho sempre saputo che fosse così, eppure in un comunicato stampa mi viene sottolineato questo rapporto con un virgolettato del Sindaco “Milano non può fare a meno della moda” affermato  durante  una  video-intervista con il giornalista americano Alan Friedman, curatore della sezione editoriale, Discussing the Future, all’interno della piattaforma digitale di Milano Digital Fashion Week.

 

Ma occorre ancora sottolinearlo? Oggi l’amministratore delegato di una Maison che produce vero Made In Italy, mi ha detto “tanto noi dobbiamo fare da soli”. Ha ragione. Nell’incertezza più totale dove ancora nessuno sa se si potranno fare sfilate a settembre, dove i costi per chi fa moda sono rimasti altissimi, dove per un patrocinio gratuito occorrono mesi di carta e burocrazia, siamo ancora qui a dirci che la moda è fondamentale per la città. In questi mesi gli operatori stanno lavorando GRATIS, fotografi, registi, modelle non vengono pagati, ma danno il loro contributo per portare avanti dei progetti.

 

Avrei voluto sentir dire che il Comune di Milano mette location, parchi, palazzi, giardini a disposizione  gratuita di chi deve fare eventi. Avrei voluto sentire che Camera della Moda e Comune di Milano si fossero fatti garanti per crediti agevolati e veloci per comunicazione e per chi deve sostenere spese di aggiornamento sul digitale. Avrei voluto sentire che i giovani che vogliono lavorare nella moda possono essere assunti dalle aziende con degli stage pagati dagli enti che si occupano di questo settore.

 

Si la moda è importante per Milano, ma se nessuno fa nulla per sostenerla concretamente diventerà  la capitale degli aperitivi.

.
.
Top