Moda e tendenze
  • Superata l’emergenza Covid-19, sette italiani su dieci utilizzeranno l’automobile per i propri spostamenti. Solo il 10% tornerà a servirsi dei mezzi pubblici. Perlomeno questo è quello che emerge dalla survey condotta tra i mesi di aprile e maggio dalla società Areté, pronta a mettere sotto i riflettori i cambiamenti in atto nel mondo dell’auto, dall’acquisto […]

  • Il Chi è Chi, progetto editoriale della Crisalide Press fondata da Bianca Carretto, lancia un completo rebranding. Il pattern originale nato nel 1984 che ha identificato il progetto in quasi quarant’anni rinnova la sua immagine diventando contemporaneo e ancora più simbolico. La genesi del logo è costituita dal carattere Montserrat customizzato nelle lettere C H […]

  • Tobias Moers è il nuovo CEO di Aston Martin.  Il manager , a capo di Mercedes AMG, prenderà il posto dal primo agosto  di Andy Palmer che dal 2014 guidava il marchio britannico.    

  • Vorrei creare un movimento di donne a favore dell’auto. L’automobile è stato uno dei mezzi che ha maggiormente contribuito all’emancipazione di noi donne. Ci ha regalato la libertà, l’indipendenza di muoverci in autonomia senza dover chiedere l’aiuto di nessuno. È stata la prima culla di nostro figlio, appena nato, il suo guscio sicuro, quando lo […]

  • Prosegue il progetto La Mer Blue Heart per la Giornata Mondiale degli Oceani. Perseverando nella sua etica ambientale, La Mer continua il supporto per la salvaguardia dell’oceano: si impegna dunque a proteggere gli habitat marini in tutto il mondo, nella speranza di assicurare mari meravigliosi per le generazioni a venire. Quest’anno sosterrà i progetti incentrati […]

  • bareMinerals presenta la nuova collezione MINERALIST LIPSTICK, una linea di rossetti minerali vegani formulati con pochissimi ingredienti pero offrire doppia idratazione e colore intenso. Ogni tonalità si ispira ai poteri curativi dei minerali naturali, dei cristalli e delle pietre preziose. MINERALIST Hydra Smoothing Lipstick, una rivoluzione nel colore puro. Creato per l’animo minimalista e quello […]

  • Con l’arrivo delle belle giornate e delle temperature più calde, aumenta il desiderio di avere un colorito dorato e luminoso. Douglas propone i migliori alleati beauty per un effetto “sunkissed” anche in città: Glow Power Serum di Dermacosmetics, un siero a base di acido ialuronico e vitamina C; Self Tanning Mousse di Isle of Paradise, una mousse […]

  • Con l’arrivo dell’estate è necessario proteggere la pelle dai raggi solari, per questo motivo il retailer multicanale di shopping QVC propone le novità solari Ultrasun, prodotti che offrono un’elevata protezione, studiati per rispondere a tutta la gamma di esigenze legate all’esposizione prolungata al sole. Facili da usare e da applicare, tutte le sue formule sono […]

  • Il Tonino Lamborghini Center è posizionato come un complesso commerciale e culturale di alto livello. Lo studio Marco Piva è stato incaricato non solo di progettare la facciata architettonica, gli interni del famoso hotel di lusso, gli appartamenti residenziali, il centro meeting di classe mondiale, l’area commerciale e il centro commerciale, ma anche per dare […]

  • L’11 maggio, il sindaco di Parigi Anne Hidalgo, Paul Simondon, viceministro incaricato della pulizia urbana e della gestione dei rifiuti, Jean-Charles Decaux, co-CEO di JCDecaux, Jean-Dominique Hiétin, direttore regionale di Parigi JCDecaux e Patrick Jouin hanno presentato il primo servizio gratuito distributori di disinfettanti per le mani messi a disposizione del pubblico per le strade […]

  • Per l’estate 2020, Talenti, brand di riferimento nel settore dell’outdoor d’alta gamma, presenta le sue eleganti collezioni per creare spazi protetti e all’insegna del design. Ombrelloni, pergole e daybed dalle forme originali e accattivanti per affrontare il sol leone della tanto attesa bella stagione. Da Apollo a Zeus, passando per Marte e Venere, gli ombrelloni […]

  • Privitera amplia al mondo della scuola la riconversione della propria offerta, adattandola alle nuove sfide e alle nuove esigenze imposte dall’emergenza Covid 19, sempre sulla base del recente accordo di partnership con Airlite e di utilizzo della relativa tecnologia antibatterica, che si applica come una semplice pittura e riduce gli inquinanti presenti nell’aria (ed stata per questo […]

  • A seguito della revoca delle forti restrizioni imposte al trasporto aereo passeggeri causa Covid-19, TAP Air Portugal dal 1 luglio tornerà a operare tra Italia e Portogallo, con due voli giornalieri da Roma Fiumicino e altrettanti da Milano Malpensa verso l’hub di Lisbona. Il vettore portoghese, membro di Star Alliance, da luglio prevede di incrementare significativamente […]

  • L’Aeroporto di Milano Bergamo, rimasto aperto e operativo nella Fase 1 dell’emergenza Covid-19, ha accolto lunedì 18 maggio il primo volo di linea dopo il decreto di riapertura dello scalo al traffico passeggeri dello scorso 5 maggio. Alle ore 6:51 del mattino è atterrato il volo Wizz Air W6 4351 proveniente da Sofia con a […]

  • Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha disposto con effetto immediato la riapertura dell’Aeroporto di Bergamo ai voli passeggeri. A seguito del Decreto 112 del 12 marzo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’Aeroporto di Bergamo è rimasto aperto H24 al traffico garantendo i movimenti relativi ai voli sanitari, di […]

  • È ripartito, con volo della compagnia aerea SAS decollato dall’Aeroporto di Bergamo, il Contingente Sanitario della Norvegia, che ha prestato servizio presso l’ASST Bergamo Est “Ospedale Bolognini” di Seriate a supporto dell’emergenza Covid-19. Il Contingente, composto da 19 tra medici, infermieri e logisti, è stato salutato in rappresentanza della Regione Lombardia dal consigliere Giovanni Malanchini. […]

  • Lo chef stellato Tommaso Arrigoni celebra attraverso un menu speciale le note di legno di sandalo e gli eleganti sentori floreali di AMAHA awe UGANDA, il nuovo caffè del programma Reviving Origins di Nespresso. Il menu dedicato a questo eccezionale caffè arabica, ricco e deciso, sarà disponibile per i consumatori milanesi dal 1 al 14 […]

  • La Guida MICHELIN ha sviluppato un barometro per seguire a livello internazionale la riapertura dei ristoranti stellati Michelin. Ogni settimana, il barometro registrerà il numero di ristoranti stellati Michelin aperti nelle 32 destinazioni in cui è presente la Guida. Lo strumento è concepito per fornire, in tempo reale, una panoramica globale dell’evoluzione delle riaperture dei […]

  • Pulley Milano ha riaperto al pubblico giovedì 21 maggio con tante novità: menù e decor completamente rinnovati, una pizza unica nel suo genere, un nuovo dehor e soprattutto con il lancio di un’iniziativa benefica #Injuredbutsupportive, dedicata a chi è stato in prima linea durante l’emergenza sanitaria. Il noto ristorante e club milanese  incastonato tra lo […]

  • Il Consorzio Tutela Formaggio Asiago riparte dal proprio territorio per sostenere la riapertura della malghe e tutta la sua filiera produttiva composta da 1400 aziende d’allevamento e oltre 8000 addetti. Per farlo, nel corso del mese di giugno, il Consorzio avvia la nuova campagna di comunicazione a supporto dei consumi con una pianificazione sulle principali […]

giovedì, 14 maggio 2020

INTERVISTA A CLAUDIO MARENZI: PITTI SARA’ UN’EDIZIONE STRAORDINARIA, UN SEGNALE PER RIPARTIRE

di Cristiana Schieppati

Claudio Marenzi ricopre molteplici funzioni.  E’ Presidente di Herno, la società della sua famiglia che  da oltre 70 anni si occupa di  produrre abbigliamento è Presidente di Pitti Immagine e di Confindustria Moda, mandato che sta per scadere a breve. In questa intervista   lo abbiamo letteralmente interrogato per conoscere come sta lavorando in tutti i ruoli che ricopre, quali iniziative sono state intraprese e, soprattutto, se la moda si salverà da sola o con l’aiuto del Governo.

 

 

Dott. Marenzi  iniziamo da Herno. Come avete lavorato in questo periodo e come vi state organizzando?

 

 

Siamo operativi da due settimane, ma di fatto non abbiamo mai chiuso in questo periodo perché ci siamo  attivati per produrre camici  monouso e mascherine pro bono per l’Ospedale di Verbania e per le comunità del nostro territorio.  Da metà aprile abbiamo ripreso a produrre campionari sempre con personale ridotto. Adesso siamo attivi al 100% ma la parte amministrativa, il customer care e l’ufficio prodotto si alternano  tra presenza in azienda e lavoro in smart working.  In Herno lavorano circa 200 persone, oggi siamo un centinaio, rimarremo così ancora per qualche settimana rispettando le distanze da protocollo . La produzione ha ripreso, sia quella italiana che quella in Sicilia nel nostro hub,  sia in Romania dove di fatto non si era mai fermata perché non hanno mai chiuso. Prima del lockdown siamo riusciti ad approvvigionare i nostri laboratori rumeni per circa due mesi di lavoro per cui abbiamo mantenuto i ritmi. Non abbiamo subito delle grandi perdite, certamente le collezioni si sono fermate per un certo periodo. Ma visto che non esiste una data precisa di presentazione, che una volta era scadenzata da Pitti, abbiamo i tempi un po’ più lunghi quindi verso fine giugno i capi  saranno pronti.

 

 

Come avete mantenuto i rapporti con i vostri clienti in questi mesi?

 

 

Per fortuna la campagna vendita era finita e quindi siamo riusciti a mantenere i rapporti telefonici  e video call per confrontarci su come gestire il futuro e su come ragionare sulla stagione in corso. Il lavoro è andato sempre avanti.

 

 

 

Pitti Immagine. L’edizione spostata a settembre ha destato molte polemiche, sia per un discorso si costi che di effettiva esigenza. Ci dica,  perché Pitti si farà dal 2 al 4 settembre?

 

 

Sulle date ognuno può pensarla come vuole. Abbiamo avuto le più svariate osservazioni. Chi si è lamentato perché troppo tardi, chi troppo presto, chi ha detto che non serve… insomma è stato detto un po’ di tutto. Noi abbiamo fatto delle scelte. Per quanto riguarda i costi, come società fieristica se avessimo dovuto scegliere la strada più semplice avremmo dovuto cancellarla, non ci saremmo presi tanta responsabilità anche a livello economico,  perché per noi sarà un costo importante. Sarà una Fiera con delle spese aggiuntive per garantire la sicurezza e abbiamo già lavorato con l’aiuto dell’Ice e del Comune di Firenze per calmierare i costi, non possiamo ancora dire oggi quanto costerà al metro quadro ma saranno certamente spazi più economici rispetto al normale listino.  Ci saranno delle distanze e dei percorsi obbligati da rispettare, con un limite di accesso per le persone… ovviamente noi ci auguriamo che ci sia la coda per entrare. Non sarà un’edizione normale, sarà un’edizione straordinaria che abbiamo pensato proprio per dare un segnale al sistema. Pitti non è una semplice fiera è un luogo di incontro e di riflessione due volte all’anno dove la produzione, distribuzione e la comunicazione  si incontrano per fare il punto della situazione. In qualche modo i numeri ci interessano meno. Ovviamente ci auguriamo che ci siano il più possibile compratori ed espositori, ma non è il nostro obiettivo. Ci saranno molte iniziative digitali che la renderanno un’edizione diversa dal solito. Sarà un momento di ripartenza perché poi da li inizieranno altre manifestazioni: Micam, Mipel e la settimana della Moda di Milano.

 

 

 

Lei cosa pensa di convogliare tutte le manifestazioni in  un sistema fieristico unico?

 

 

 

E’ sempre auspicabile una manifestazione unica, una voce sola che coinvolga tutti. Il modello di unione oggi è Confindustria Moda è stata creata proprio per questo. Confluiamo tutti li,  ognuno con la propria autonomia e con la propria funzione ma parliamo all’unisono. Convogliare le Fiere in un unico polo  è un lavoro più ampio, non è solo questione di rappresentanza,  ma anche di conti economici da mettere insieme e diventa un meccanismo più complesso.

 

 

 

 

A proposito di Confindustria Moda, tra poco scade il suo mandato. Un bilancio.

 

 

Il bilancio è indubbiamente positivo, prima Confindustria Moda non esisteva. Oggi c’è ed è quel veicolo, quel contenitore che mancava. Questo è l’elemento di unione per la moda.  Dopo due anni dalla sua costituzione oggi bisogna farla lavorare ancora di più, bisogna renderla sempre più efficiente nei confronti della moda.

 

 

 

Ha avuto contatti diretti con il Presidente Conte in questi giorni? La moda si salverà da sola o godrà di aiuti dallo Stato?

 

 

Non ho avuto contatti diretti ma molto vicini a Conte e al Ministro Patuanelli , Ministero dello Sviluppo Economico  e al Consiglio dei Ministri con diversi parlamentari delle diverse commissioni. Siamo stati  presi in considerazione, anche se in generale il mondo industriale è stato poco ascoltato. Dal “Decreto Cura Italia” ci aspettiamo tante cose ma vedremo cosa faranno, la burocrazia frena certamente l’applicazione di tutte le decisioni prese, molto dipende anche dalla discrezionalità delle Banche, ci sono tantissime variabili che frenano l’efficacia delle decisioni prese nel nostro Paese.

 

 

 

Un messaggio agli operatori della moda:

 

 

Il messaggio che vorrei portare a tutti i comparti della moda italiana è la nostra unicità. Noi abbiamo una filiera insostituibile al mondo, per quanto riguarda soprattutto l’alto di gamma, i marchi diretti o quelli che fanno semi lavorati. La nostra filiera è la più virtuosa e qualitativa e non se ne può fare a meno. Il mondo non può fare a meno dell’Italia, per la sua geografia, per la sua storia, per la sua cultura e per i suoi prodotti,  per la qualità in tutto quello che facciamo, non solo nella moda. Siamo insostituibili, teniamo duro, qualcuno inevitabilmente resterà per strada, ma si ripartirà.

 

TAG:

Non sono presenti commenti per questo articolo.


Lascia un commento »