Moda e tendenze
  • Superata l’emergenza Covid-19, sette italiani su dieci utilizzeranno l’automobile per i propri spostamenti. Solo il 10% tornerà a servirsi dei mezzi pubblici. Perlomeno questo è quello che emerge dalla survey condotta tra i mesi di aprile e maggio dalla società Areté, pronta a mettere sotto i riflettori i cambiamenti in atto nel mondo dell’auto, dall’acquisto […]

  • Il Chi è Chi, progetto editoriale della Crisalide Press fondata da Bianca Carretto, lancia un completo rebranding. Il pattern originale nato nel 1984 che ha identificato il progetto in quasi quarant’anni rinnova la sua immagine diventando contemporaneo e ancora più simbolico. La genesi del logo è costituita dal carattere Montserrat customizzato nelle lettere C H […]

  • Tobias Moers è il nuovo CEO di Aston Martin.  Il manager , a capo di Mercedes AMG, prenderà il posto dal primo agosto  di Andy Palmer che dal 2014 guidava il marchio britannico.    

  • Vorrei creare un movimento di donne a favore dell’auto. L’automobile è stato uno dei mezzi che ha maggiormente contribuito all’emancipazione di noi donne. Ci ha regalato la libertà, l’indipendenza di muoverci in autonomia senza dover chiedere l’aiuto di nessuno. È stata la prima culla di nostro figlio, appena nato, il suo guscio sicuro, quando lo […]

  • Prosegue il progetto La Mer Blue Heart per la Giornata Mondiale degli Oceani. Perseverando nella sua etica ambientale, La Mer continua il supporto per la salvaguardia dell’oceano: si impegna dunque a proteggere gli habitat marini in tutto il mondo, nella speranza di assicurare mari meravigliosi per le generazioni a venire. Quest’anno sosterrà i progetti incentrati […]

  • bareMinerals presenta la nuova collezione MINERALIST LIPSTICK, una linea di rossetti minerali vegani formulati con pochissimi ingredienti pero offrire doppia idratazione e colore intenso. Ogni tonalità si ispira ai poteri curativi dei minerali naturali, dei cristalli e delle pietre preziose. MINERALIST Hydra Smoothing Lipstick, una rivoluzione nel colore puro. Creato per l’animo minimalista e quello […]

  • Con l’arrivo delle belle giornate e delle temperature più calde, aumenta il desiderio di avere un colorito dorato e luminoso. Douglas propone i migliori alleati beauty per un effetto “sunkissed” anche in città: Glow Power Serum di Dermacosmetics, un siero a base di acido ialuronico e vitamina C; Self Tanning Mousse di Isle of Paradise, una mousse […]

  • Con l’arrivo dell’estate è necessario proteggere la pelle dai raggi solari, per questo motivo il retailer multicanale di shopping QVC propone le novità solari Ultrasun, prodotti che offrono un’elevata protezione, studiati per rispondere a tutta la gamma di esigenze legate all’esposizione prolungata al sole. Facili da usare e da applicare, tutte le sue formule sono […]

  • Il Tonino Lamborghini Center è posizionato come un complesso commerciale e culturale di alto livello. Lo studio Marco Piva è stato incaricato non solo di progettare la facciata architettonica, gli interni del famoso hotel di lusso, gli appartamenti residenziali, il centro meeting di classe mondiale, l’area commerciale e il centro commerciale, ma anche per dare […]

  • L’11 maggio, il sindaco di Parigi Anne Hidalgo, Paul Simondon, viceministro incaricato della pulizia urbana e della gestione dei rifiuti, Jean-Charles Decaux, co-CEO di JCDecaux, Jean-Dominique Hiétin, direttore regionale di Parigi JCDecaux e Patrick Jouin hanno presentato il primo servizio gratuito distributori di disinfettanti per le mani messi a disposizione del pubblico per le strade […]

  • Per l’estate 2020, Talenti, brand di riferimento nel settore dell’outdoor d’alta gamma, presenta le sue eleganti collezioni per creare spazi protetti e all’insegna del design. Ombrelloni, pergole e daybed dalle forme originali e accattivanti per affrontare il sol leone della tanto attesa bella stagione. Da Apollo a Zeus, passando per Marte e Venere, gli ombrelloni […]

  • Privitera amplia al mondo della scuola la riconversione della propria offerta, adattandola alle nuove sfide e alle nuove esigenze imposte dall’emergenza Covid 19, sempre sulla base del recente accordo di partnership con Airlite e di utilizzo della relativa tecnologia antibatterica, che si applica come una semplice pittura e riduce gli inquinanti presenti nell’aria (ed stata per questo […]

  • A seguito della revoca delle forti restrizioni imposte al trasporto aereo passeggeri causa Covid-19, TAP Air Portugal dal 1 luglio tornerà a operare tra Italia e Portogallo, con due voli giornalieri da Roma Fiumicino e altrettanti da Milano Malpensa verso l’hub di Lisbona. Il vettore portoghese, membro di Star Alliance, da luglio prevede di incrementare significativamente […]

  • L’Aeroporto di Milano Bergamo, rimasto aperto e operativo nella Fase 1 dell’emergenza Covid-19, ha accolto lunedì 18 maggio il primo volo di linea dopo il decreto di riapertura dello scalo al traffico passeggeri dello scorso 5 maggio. Alle ore 6:51 del mattino è atterrato il volo Wizz Air W6 4351 proveniente da Sofia con a […]

  • Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha disposto con effetto immediato la riapertura dell’Aeroporto di Bergamo ai voli passeggeri. A seguito del Decreto 112 del 12 marzo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’Aeroporto di Bergamo è rimasto aperto H24 al traffico garantendo i movimenti relativi ai voli sanitari, di […]

  • È ripartito, con volo della compagnia aerea SAS decollato dall’Aeroporto di Bergamo, il Contingente Sanitario della Norvegia, che ha prestato servizio presso l’ASST Bergamo Est “Ospedale Bolognini” di Seriate a supporto dell’emergenza Covid-19. Il Contingente, composto da 19 tra medici, infermieri e logisti, è stato salutato in rappresentanza della Regione Lombardia dal consigliere Giovanni Malanchini. […]

  • Lo chef stellato Tommaso Arrigoni celebra attraverso un menu speciale le note di legno di sandalo e gli eleganti sentori floreali di AMAHA awe UGANDA, il nuovo caffè del programma Reviving Origins di Nespresso. Il menu dedicato a questo eccezionale caffè arabica, ricco e deciso, sarà disponibile per i consumatori milanesi dal 1 al 14 […]

  • La Guida MICHELIN ha sviluppato un barometro per seguire a livello internazionale la riapertura dei ristoranti stellati Michelin. Ogni settimana, il barometro registrerà il numero di ristoranti stellati Michelin aperti nelle 32 destinazioni in cui è presente la Guida. Lo strumento è concepito per fornire, in tempo reale, una panoramica globale dell’evoluzione delle riaperture dei […]

  • Pulley Milano ha riaperto al pubblico giovedì 21 maggio con tante novità: menù e decor completamente rinnovati, una pizza unica nel suo genere, un nuovo dehor e soprattutto con il lancio di un’iniziativa benefica #Injuredbutsupportive, dedicata a chi è stato in prima linea durante l’emergenza sanitaria. Il noto ristorante e club milanese  incastonato tra lo […]

  • Il Consorzio Tutela Formaggio Asiago riparte dal proprio territorio per sostenere la riapertura della malghe e tutta la sua filiera produttiva composta da 1400 aziende d’allevamento e oltre 8000 addetti. Per farlo, nel corso del mese di giugno, il Consorzio avvia la nuova campagna di comunicazione a supporto dei consumi con una pianificazione sulle principali […]

lunedì, 11 maggio 2020

INTERVISTA A FRANCESCA LUSINI PRESIDENTE DI PEUTEREY: CI SI ASPETTA, ALMENO NEL BISOGNO, CHE LO STATO CI SIA

di Cristiana Schieppati

Peuterey è un’azienda che si definisce orgogliosamente italiana, nata nel 2002 ad Altopascio (Lu). Un nome ispirato ad una delle creste del Monte bianco di cui i tre puntini rossi del logo ne sono una riproduzione grafica. Un simbolo che rafforza ancora di più il concetto di Made in Italy.  Specializzata in abbigliamento outdoor  di fascia premium per donna e uomo, in questo particolare momento storico ha scelto di seguire il #realitytelling, ossia la persona è più importante del vestito che indossa.  A guidarla la sensibilità tutta femminile di Francesca Lusini, Presidente, che guida l’azienda di famiglia  e che in questa intervista ci racconta come ha organizzato il lavoro nell’era Covid 19 e chiede al nostro Governo che gli imprenditori vengano ascoltati e che arrivino aiuti concreti.

 

 

Come vi siete organizzati in questi mesi?

 

 

Siamo sempre stati aperti, a regime ridotto, nella sede produttiva di Altopascio (LU), dove abbiamo realizzato e stiamo tuttora realizzando mascherine che abbiamo donato alla Protezione Civile e ai Comuni limitrofi. Le richieste di aiuto si sono moltiplicate, e abbiamo deciso di aumentare la produzione, ampliandola anche con la realizzazione di tute di protezione termosaldate e camici, per poter renderci utili a quante più persone possibili, proseguendola fino a che durerà l’emergenza.

 

 

Fase 2 : come state lavorando?

 

 

Sin dall’inizio dell’emergenza abbiamo redatto un preciso protocollo, che prevede la turnazione dei dipendenti per ridurre al minimo i contatti, il controllo della temperatura corporea all’ingresso, l’utilizzo di mascherine, il mantenimento della distanza di sicurezza di almeno 1 metro. Abbiamo inoltre previsto pulizie due volte al giorno e sanificazione giornaliera di tutte le postazioni di lavoro.

 

 

In quali mercati si riprenderà meglio l’export del vostro prodotto ?

 

 

Probabilmente in Asia, e per quel che ci riguarda in Corea del Sud in particolare, dove l’emergenza è iniziata prima e si sta tornando già alla normalità. In Europa i tempi saranno indubbiamente più lunghi.

 

 

Governo e imprenditori della moda: che supporto e cosa si deve fare per aiutare la filiera e gli imprenditori

 

 

Bisognerebbe anzitutto iniziare ad ascoltarli, cosa che finora non è stata fatta. La filiera della moda è una filiera delicatissima: a monte delle grandi aziende di moda vi sono migliaia di artigiani, micro, piccole e medie imprese, che rappresentano il cuore del Made in Italy e il nostro preziosissimo know how, che dobbiamo salvaguardare. A valle, ci sono decine di migliaia di negozianti al dettaglio, che danno occupazione a oltre 320.000 addetti in tutto il Paese, che assieme a quelli delle industrie moda, senza contare l’indotto, fanno oltre 1 milione di persone. Molti di questi rischiano davvero di non sopravvivere: il supporto dato dal Governo, ad oggi, è stato gravemente insufficiente, quantomeno nella sua concretizzazione. La soluzione dell’indebitamento non è una soluzione, e peraltro, i promessi finanziamenti non sono ancora arrivati a nessuno, in un momento di grave carenza di liquidità. La cassa integrazione, se non anticipata dall’azienda, non è stata versata ai dipendenti. Per gli affitti, si è scelto di dare un credito d’imposta al conduttore, anziché al proprietario, senza rendersi conto che il conduttore in questo momento, non avendo incassi, non si può permettere di sostenere i costi di un’affitto spesso molto alto. Insomma, scelte di scarsa pragmaticità e soprattutto rese totalmente vane da una burocrazia che sta mettendo tutti in ginocchio. Siamo già un Paese fra i meno competitivi del mondo, in termini di costo del lavoro e di costo dell’energia. In questo momento si rischia davvero di essere schiacciati dalla concorrenza di altri Paesi.

Se lo Stato non può intervenire, come altri Stati, con contributi a fondo perduto, intervenga sui costi, e non solo in questa fase dell’emergenza, ma anche nella fase della ripresa. Fra i provvedimenti che riguardano tutta la filiera – e in questo caso non solo – ci dovrebbe essere in primis, il citato intervento sugli affitti, in termini di cancellazione del canone per i periodi di chiusura e di riduzione per i mesi successivi, garantendo un proporzionale credito di imposta ai proprietari immobiliari. Ma il provvedimento forse più importante, che il Governo deve cogliere l’occasione per adottare definitivamente, e non solo come strumento temporaneo e palliativo, è la riduzione del cuneo fiscale. Non è più tollerabile che le tasse si mangino la metà dello stipendio di un lavoratore, che costa all’azienda più del doppio di quanto percepisce di netto. La pressione fiscale sul lavoro dipendente va ridotta, in una misura più ampia e ad una platea più estesa rispetto a quanto previsto dal decreto legge attuativo della Legge di Bilancio 2020, che oggi non è sufficiente per garantire i livelli occupazionali. Parallelamente, bisogna proseguire con maggiore determinazione nella riduzione delle tasse sulle imprese, che hanno ormai un carico fiscale complessivo pari al 60%.

E’ normale che gli imprenditori oggi siano arrabbiati e delusi: quando la maggior parte di ciò che si guadagna va allo Stato, ci si aspetta che, quanto meno nei momenti del bisogno come questo, lo Stato ci sia.

 

 

Shop on line: come vi siete organizzati?

 

 

Abbiamo cercato di stimolare i nostri consumatori con newsletter ad hoc, che presentassero prodotti e spunti adatti alla nuova routine domestica.

 

 

Un messaggio a chi ci legge

 

 

Al termine di un momento drammatico come questo, l’Italia avrà una grande occasione: ripensarsi, fare sistema, focalizzarsi su quelli che sono i punti di forza e i valori di un Paese meraviglioso, che rischia di essere sopraffatto da un’inutile burocrazia e da fatui protagonismi. Creare una nuova Italia, che ci spinga verso un futuro migliore, è possibile, ma dobbiamo impegnarci tutti.

 

TAG:

Non sono presenti commenti per questo articolo.


Lascia un commento »