Auto

Nov 03 OTTOBRE – UNA FALSA – CRESCITA

di Bianca Carretto

Il mese di ottobre ha visto, in Italia, una crescita a doppia cifra sia per il mercato delle auto che per quello delle moto. Per quanto riguarda le due ruote, i dati delle immatricolazioni segnano un +26% sullo stesso mese dello scorso anno, quello dell’auto ha totalizzato 115.827 immatricolazioni, +14,6%, contro le 101.103 unità registrate a ottobre 2021. Non è un dato di cui essere orgogliosi, lo evidenzia bene l’Unrae poiché, nei primi 10 mesi, si è arrivati a 1.091.894 immatricolazioni, pari a 175.000 auto in meno dello stesso periodo 2021 e una caduta del -13,8%.

“La fragilità dello scenario globale e il rischio di recessione tecnica nell’ultima parte dell’anno – prevede Michele Crisci, Presidente dell’Unrae – dovrebbero impattare anche sul settore automobilistico, portandolo a chiudere il 2022 a circa 1.300.000 immatricolazioni, -10,8% sul 2021 e 158.000 unità in meno, un volume pari a quello di minimo storico che si registrò nel 2013 con 1.304.000 autovetture”.

Per quanto riguarda il prossimo anno invece, secondo Crisci, “la stagnazione economica e gli effetti della recessione tecnica in avvio da un anno, andranno a deprimere i risultati del 2023 che dovrebbe rimanere su un volume sottotono da noi stimato in 1.400.000 unità, +7,7% sul 2022”. Serve un appoggio governativo concreto, per mettere in carreggiata lo sviluppo elettrico che dovrà essere completato entro il 2035, quando i motori termici saranno out.

.
.
Top