Moda

Mar 17 PAOLO PORTA È IL NUOVO CHIEF EXECUTIVE OFFICER DI HUNTER

Hunter ha nominato Paolo Porta suo Chief Executive Officer, con effetto immediato.

Prima di entrare in Hunter nel giugno 2020, dove ha ricoperto fino ad oggi il ruolo di Chief Executive Officer ad interim, Paolo Porta ha lavorato nell’industria del luxury fashion per oltre 20 anni, ricoprendo ruoli nei settori del merchandising, del retail, del wholesale, del brand development e delle licenze presso case di moda come Christian Dior, Stella McCartney e Burberry. Recentemente, ha lavorato presso Jimmy Choo per 6 anni come SVP of merchandising and licensing.

Durante la sua permanenza in Hunter, Porta ha guidato il marchio attraverso le prime fasi di una strategia di riposizionamento, affrontando le sfide della pandemia COVID-19. Sotto la sua guida, dall’ultimo trimestre ad 2020 ad oggi, Hunter ha visto un incremento del 94% delle vendite e-commerce nel Regno Unito, guidate in gran parte dalla categoria merceologica degli stivali da pioggia. L’Original Wellington Boot ha infatti registrato un aumento delle vendite dell’89%, con conseguente esaurimento del prodotto in molte delle sue taglie chiave.

Paolo Porta assume ora questa posizione permanente, con sede presso l’HQ del brand a Londra, con un chiaro ed ambizioso piano per riposizionare Hunter come il principale marchio inglese nel settore outdoor lifestyle, coniugando la moda con qualità e funzionalità. Fondamentale per la sua strategia è il focus mirato all’elevazione del prodotto e alla declinazione di esso in tutte le moderni, con un costante focus alla sostenibilità. Elementi chiave del piano di Porta sono inoltre un perfezionamento della brand identity, un maggior focus sui canali direct-to-consumer ed una crescita del business a livello globale andando a consolidare, diversificare ed incrementare la rete di distribuzione wholesale e le vendite in Stati Uniti, Cina e Asia.

A supporto della realizzazione di questa strategia, Porta ha rafforzato I suoi team di Brand e Creative leadership, assumendo esperti nei rispettivi campi. Negli ultimi mesi, Hunter ha infatti annunciato le nomine di Sandra Romboli, che si è unita al team nel ruolo di Global Design Director, e Claudia Plant, che è entrata nel team del brand come Chief Marketing Officer.

Paolo Porta, Ceo di Hunter ha affermato: “Sono così orgoglioso di far parte di questo marchio amato e all’avanguardia, che ho ammirato e rispettato da lontano per molti anni. Il potenziale di Hunter è enorme e sono entusiasta di lavorare con questo team di talento per realizzare i nostri piani e trasformarlo in un global brand che coniuga moda, innovazione e creatività con performance e funzionalità. Questo è solo l’inizio di quello che so che sarà un capitolo successivo incredibilmente promettente e stimolante nella stimata storia di Hunter.”

.
.

SEGUICI SU FACEBOOK

Facebook Pagelike Widget


ULTIMI TWEET

BELEN: SONO UNA LAVORATRICE PRECARIA. INTERVISTA AI FRATELLI RODRIGUEZ TRA DESIDERI DI MATERNITA’ E AMORE PER L’ITALIA E UN PENSIERO SU QUANTO DETTO DA ELISABETTA FRANCHI. https://www.crisalidepress.it/belen-sono-una-lavoratrice-precaria-intervista-ai-fratelli-rodriguez-tra-desideri-di-maternita-e-amore-per-litalia-e-un-pensiero-su-quanto-detto-da-elisabetta-franchi/

VALENTINA FERRAGNI: I SOCIAL SONO IL CONTENITORE DEL BELLO. CON LA MIA LINEA DI GIOIELLI SONO IO CHE HO “INFLUENZATO” MIA SORELLA CHIARA. https://www.crisalidepress.it/valentina-ferragni-i-social-sono-il-contenitore-del-bello-con-la-mia-linea-di-gioielli-sono-io-che-ho-influenzato-mia-sorella-chiara/

Top