Moda

Nov 25 PHILIPP PLEIN: UN TRUCK E 295 NUOVI CONCEPT RETAIL PER LA COLLEZIONE PLEIN SPORT

di Cristiana Schieppati

Philipp Plein ha aperto le porte del suo Headquarter di Lugano per presentare una nuova collezione. Un progetto innovativo che vuole posizionarsi come concorrente di Nike, adidas ma anche Emporio Armani e Off White. ” Il mondo dello sport ha dei brand molto limitati e oggi con Plein Sport vogliamo soddisfare una clientela che non ha ampia scelta sull’activewear” racconta il designer. Ma andiamo per ordine e partiamo dai numeri. Il Gruppo Made in Switzerland occupa 700 persone tra Milano, Shanghai e NY, con 110 negozi monobrand nel mondo e 10.000 licenze multibrand. Il mercato di riferimento con più del 20% della fetta di mercato sono gli Usa anche se in questo momento la recessione sta segnando dei dati in regressione, ma è indiscutibile che Philipp Plein si sia posizionato nel mercato del lusso e che in maniera strategica venda worldwide anche attraverso l’ on line. Lusso, glamour e stupore sono sempre stati alla base della comunicazione della maison, le sfilate sono dei veri e propri spettacoli e anche i negozi sono un concentrato di design dall’effetto “wow”.

Per il lancio di questa nuova collezione (lo stilista ci tiene a sottolineare che non si tratta di una seconda linea) si sceglie un nuovo concetto di retail, questo perchè il marchio PLEIN SPORT, nato nel metaverso, ha un legame innegabile con il mondo della tecnologia guidato dal design di alto valore e per questo è stata creata la più avanzata esperienza di vendita al dettaglio tech-mobile: il PLEIN SPORT TRUCK, il primo mobile store del suo genere che viaggerà in tutta Europa portando PLEIN SPORT in diverse città. Il camion non rappresenterà solo un negozio fisico, ma una potente attrazione che trasmette la filosofia e la cultura di questo marchio. Oltre all’activewear anche orologi sviluppati da Timex Group, gli Eyewear di Derigo e gli accessori di Laipe.

Protagoniste sono le TIGERS , le sneakers da allenamento progettate nel PLEIN SPORTS LAB per aumentare la resistenza e migliorare le performance sportive, non a caso il feroce marchio SCRATCH inserito nella struttura della scarpa è impreziosito sul lato in un forte materiale riflettente. Ogni scarpa è presentata in una scatola con un mini schermo digitale al suo interno che ne illustra le caratteristiche e l’uso adatto. Sono poi vendute in una scatola trasparente in plexiglas che diventa un elemento di design.

Il piano retail prevede anche l’apertura di 295 monobrand nel mondo entro la fine del 2024. Numeri da capogiro per un nuovo concept, un negozio “self service” dove il cliente oltre ad essere accolto in un’atmosfera in puro stile Plein sarà libero di scegliere e provare le scarpe senza l’aiuto di commessi, un modo anche per ridurre i costi dei queste massicce aperture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

.
.
Top