Moda

Giu 28 PITTI FILATI TORNA IN PRESENZA ALLA STAZIONE LEOPOLDA

Pitti Immagine Filati, salone di riferimento per il mondo dei filati e della maglieria a livello internazionale, torna a svolgersi in presenza, e per questa edizione si terrà straordinariamente alla Stazione Leopolda, una nuova location che accompagna anche la scelta di giocare d’anticipo sulle date degli altri saloni firmati Pitti Immagine. Filati va infatti in scena dal 28 al 30 giugno 2021, anticipando in questa occasione le date di Pitti Uomo e Bimbo, e rispecchiando così la stagionalità dei filati che precede di sei mesi il prodotto finito. In scena tutte le tendenze filati per il prossimo autunno/inverno 2022-2023.

Un appuntamento attesissimo, al quale hanno già confermato la propria presenza le principali aziende italiane e internazionali del mondo dei filati, che vedrà anche una forte integrazione tra dimensione fisica e digitale grazie all’esperienza fatta con Pitti Connect. A partire dal 7 giugno infatti, Pitti Filati è online sulla piattaforma Pitti Connect e sui canali social della community, con approfondimenti dedicati ai brand, percorsi di stile e aggiornamenti in tempo reale. Novità di questa edizione, sarà possibile contattare gli espositori in anticipo per concordare il proprio appuntamento, in modo da evitare file e rispettare al meglio le normative di sicurezza.

Il “100” è il tema conduttore non solo di Pitti Uomo, ma anche di tutte le edizioni estive dei saloni di Pitti Immagine, con un logo e una grafica speciali curati dal graphic designer Francesco Dondina. La “I” finale di Pitti diventa il numero “1”, mentre i due zeri si toccano, simbolo di un mondo di contaminazioni, di contatti e anche della manifestazione fisica e di quella digitale, fortemente connesse. Più che un logo, un kit per creare, a proprio piacimento, un marchio con 100 zeri diversi. A Pitti Filati il 100 è declinato nella formula “100% FILATI”, che caratterizza la campagna adv e colora l’allestimento alla Stazione Leopolda – con l’art direction di Angelo Figus e il set design di Alessandro Moradei – coinvolgendo la fashion community in un esercizio di creatività.

.
.
Top