Moda

Giu 20 PRADA: LA MODA DIVENTA SIA MODO CHE MEZZO DELL’APPARIRE

di Cristiana Schieppati

La collezione Uomo Primavera/Estate 2023 di Miuccia Prada e Raf Simons è espressione di processi accurati. La moda è qui evocata attraverso il contesto e la giustapposizione di elementi e capi, dando forma a un’idea, creando stile.

Gli strumenti di questa collezione – completi, soprabiti, maglioni, camicie, denim, pelle – sono diretti, riconoscibili e archetipici. Indumenti noti vengono reinventati grazie al contesto. C’è sempre una complessità di pensiero dietro risultati apparentemente semplici, un processo di affinamento per svelare i fondamenti del vestire. Uniti in abbinamenti insoliti, i singoli capi – spesso classici di per sé – possono avere un impatto diverso. Le ispirazioni sono malleabili e flessibili: gli shorts in pelle e i motivi a quadri possono evocare contemporaneamente ricordi d’infanzia, familiarità o raffinatezza. C’è un attrito nell’incontro fra questi punti di riferimento, dove si crea un’identità diversa.

La riduzione si traduce in essenzialità, ogni dettaglio estraneo viene rimosso: i colletti scompaiono dalle camicie e dai cappotti, i pantaloni sono attillati e si interrompono alla caviglia o diventano shorts. La logica conclusione di questo processo di affinamento è una sequenza di abiti neri sartoriali. Rimuovere il superfluo dona un sollievo fisico ed emotivo, una freschezza e una leggerezza nuove.

L’allestimento della sfilata concettualizza l’intimità attraverso la rappresentazione di un mock-up di una casa, ingrandito a dismisura e realizzato interamente in carta con bordi grezzi. Il set funge da sfondo agli abiti ma è anche protagonista di per sé, un altro contesto che sfida la nostra percezione, e riflette la sfera dell’umano e del reale – il quotidiano e il giornaliero sono entrambi modellati in qualcosa di eccezionale nella materia e nell’immagine.

Tra gli ospiti Odell Beckham Jr., Kimberly Drew, Michael Elmgreen, Theaster Gates, Ncuti Gatwa, Jeff Goldblum, Jake Gyllenhaal, Damson Idris, Jaehyun, Song Kang, Rami Malek, Metawin Opas-iamkajorn, Tyler Mitchell, Louis Partridge, Manu Rios, Filippo Scotti, Gabrielle Union, Dwyane Wade che si sono uniti a Miuccia Prada e Raf Simons al Ristorante Torre per una cena post-show.

In occasione della sfilata Prada Uomo Primavera/Estate 2023, il Gruppo Prada ha ospitato l’artista e innovatore sociale Theaster Gates e i premiati del Dorchester Industries Experimental Design Lab per un’esperienza di due giorni con il team Prada, ricca di incontri dedicati, presentazioni e opportunità di collaborazione. Dorchester Industries Experimental Design Lab è un programma triennale presentato a settembre 2021 dal Theaster Gates Studio, Rebuild Foundation, Dorchester Industries e il Gruppo Prada per supportare i talenti di colore e amplificare la visibilità del loro lavoro.

.
.
Top