Auto

Ott 30 RENAULT: TECNOLOGIA FRANCESE

di Ilaria Salzano

Renault Captur mette la spina e punta a diventare uno dei c-suv plug-in più accessibili del mercato. Il segreto è sotto al cofano, ossia la tecnologia ibrida francese E-tech, frutto dell’esperienza nel settore, in F1 e sulle auto di serie Bev.

Il modello si fornisce oggi di un un motore elettrico principale che sviluppa 49 KW (68 cv) a 205 Nm per muovere direttamente la vettura; un secondo motore elettrico che lavora ad una tensione di 400 Volts, per avviare istantaneamente il motore termico (1.6 benzina), quando c’è richiesta di potenza. Da considerare qui, la chicca, la trasmissione Multi-mode: un cambio a quattro marce – che vanta 150 brevetti – privo di sincronizzatori e di frizione, per limitare le perdite di energia e ridurre gli attriti. Risultato: la marcia è fluida e silenziosa, priva di trascinamenti, per una guida piacevole e dinamica, sia in puro elettrico – 50 chilometri fino a 135 km/h in ciclo misto (WLTP) – che in Sport, modalità che si può opzionare per potenziare al massimo le prestazioni e spingere tutti i motori dallo schermo centrale. Non solo. Da qui si può scegliere anche di limitare l’utilizzo dell’elettrico, privilegiando il solo propulsore a benzina, mantenendo una riserva di chilometri green per attraversare uno specifico tracciato: basta premere il tasto e-save. Infine, ultima alternativa, procedere con il Mysense, ovvero facendo comunicare tutto il sistema in maniera automatica e rendendo l’auto una full hybrid a tutti gli effetti.

La batteria si ricarica durante la marcia, grazie la frenata rigenerativa. Quest’ultima può essere anche potenziata, inserendo sul cambio la modalità B-Mode (Brake Mode) che rallenta la vettura fino a circa 7 km/h, aumentando così la velocità del “pieno”. Ovviamente ci si può collegare anche alla rete, con tempi che vanno da 3 a 5 ore, a seconda del tipo di presa, comprese quelle per uso domestico e con una potenza di ricarica massima di 3,7 KW. Secondo i francesi, quando si torna alla pompa di benzina, alla conta dei consumi si arriva a 1,4 L/100 km, con 32 grammi di CO2/km (valori WLTP). Un valore dichiarato per cui si usufruisce di vantaggi come l’esenzione del bollo per tre anni, il parcheggio gratuito sulle strisce blu, l’accesso agevolato o gratuito alle zone ZTL e il permesso di circolare durante i blocchi del traffico. Il listino parte da 32.950. Da considerare gli incentivi statali pari a 2.500€ o 4.500€ in caso di rottamazione, oltre che degli incentivi aggiuntivi previsti dalle amministrazioni locali.

.
.
Top