Auto

Set 30 SUL CORRIERE DI OGGI

di Bianca Carretto

“Creare una nuova immagine del marchio è essenziale per alimentare il rilancio”. Queste erano le parole di Carlos Ghosn, il decaduto ceo di Nissan, pronunciate nel 2001, scelte, dopo 19 anni, in modo similare, da Makoto Uchida, l’attuale ceo , nominato lo scorso dicembre, per presentare il logo del brand nipponico , totalmente ripensato per indicare la nuova era intrapresa . Il marchio è racchiuso in una grafica che rimanda al sole che, nella simbologia giapponese , viene raffigurato per ricordare l’energia posseduta che si può trasmettere , in un ciclo di vita completo, dall’alba al tramonto. E’ un catalizzatore di cambiamenti, Nissan ha girato pagina, per dimostrarlo in concreto, arriva, contemporaneamente, anche un suv elettrico battezzato Ariya, aria, dunque, fresca, pulita, rigenerante, in cui è stata applicata ricerca, esperienza perché un’auto non si improvvisa. Nissan è leader delle piattaforme elettriche, forte del mezzo milione di Leaf vendute , nel 2019, nel mondo, ha imposto il segmento dei suv con Qashqai e X-Trail, in questo nuovo modello, dalle linee futuristiche e dalle tecnologie più avanzate, sono concentrate queste due forze, in una fusione quasi perfetta. Un piano di trasformazione presentato nonostante la perdita di 6 miliardi euro registrata nell’ultimo bilancio, per sottolineare il rapporto consolidato con l’alleato Renault, dopo l’arrivo del ceo Luca de Meo. Tutti i partner dell’alleanza Nissan/Renault/Mitubishi hanno precisato che vogliono ripartire le loro responsabilità per ottimizzare la loro unione, abbassando i loro costi. L’Ariya è arrivata anche in Italia, presentata dal nuovo presidente e amministratore delegato di Nissan Italia, Marco Toro, che si è soffermato, nella prima conferenza stampa, dopo il lockdown da Covid, con la presenza dei giornalisti, per illustrare ogni dettaglio di questa vettura a zero emissioni, elegante e raffinata, alimentata da batterie, con un’autonomia di 500 km, sia nella versione a due ruote motrici che con la trazione integrale 4×4, dispone del livello 3 di guida autonoma. La filiale romana di Nissan vuole promuovere la mobilità elettrica nel nostro Paese, attivando, dal 1 ottobre, un’iniziativa unica: la Leaf potrà essere provata per 48 ore, attraverso un call center si potrà fissare l’appuntamento per il ritiro dell’auto presso la concessionaria più vicina. Se sarà effettuato l’acquisto, Nissan provvederà ad installare, gratuitamente, nel garage del cliente, una wallbox di ricarica e, grazie all’App Nissan Charge si potrà accedere a 9mila colonnine sparse lungo lo Stivale.

.
.
Top