Moda

Giu 11 Tessitura Attilio Imperiali: riapertura all’insegna della sostenibilità

Redazione

Tessitura Attilio Imperiali, la rinomata azienda comasca specializzata nella realizzazione di tessuti per l’abbigliamento, calzature e accessori, riattiva la sua produzione nel rispetto delle norme di sicurezza vigenti. Riconosciuta per il suo know-how, viene apprezzata da stilisti e realtà nazionali ed internazionali per la realizzazione di collezioni di ricerca e per l’elevato standard qualitativo dei suoi tessuti. Riprende le sue attività, andando incontro alle aspettative attuali e nuove del mercato, con un focus su ricerca e sviluppo sempre nel segno della sostenibilità, elemento distintivo dell’azienda che ha scelto da diverso tempo di percorrere la strada della responsabilità ambientale, etica e sociale. Una garanzia ‘green’ per i brand con cui collabora, divenuta una prerogativa importante, supportata da un impegno concreto e da risposte tempestive agli uffici stile di tutto il mondo.
Da qui si riparte, per dare vita a tessuti che uniscano alla ricerca dei materiali, il valore della qualità, nel rispetto dell’ambiente e dei processi di lavorazione. In primis il Raso, fiore all’occhiello dell’azienda, prodotto con seta biologica e viscosa riciclata, e la tela Olona, tessuta con un blend di cotone biologico e riciclato. La seta, in particolare, è certificata GOTS, a garanzia della sostenibilità etica e ambientale del tessuto, con il controllo dell’intero processo produttivo, dalla coltivazione della fibra alla lavorazione e nobilitazione del filato. La viscosa, a marchio Ecovero, proviene da cellulosa riciclata, senza deforestazione alcuna.

La produzione di articoli sostenibili è diventata una parte importante e primaria della produzione Tessitura Attilio Imperiali a fronte di una crescente domanda. Da gennaio è stata, infatti, implementata una proposta sostenibile, attraverso la realizzazione di tessuti con fibre biologiche o riciclate. Tessitura Attilio Imperiali ha anche intrapreso il percorso che la porterà a certificarsi secondo i principali standard di settore, rendendo possibile la certificazione di terza parte del contenuto di sostenibilità delle materie prime utilizzate nelle sue produzioni. L’elevata qualità dei prodotti sostenibili è stata offerta ad un prezzo di vendita promozionalmente invariato rispetto a quello dell’offerta non sostenibile. L’Azienda peraltro sta già pensando a un ampliamento della gamma di prodotti sostenibili, coinvolgendo i suoi fornitori più fidelizzati nel processo di sviluppo.

 

 

.
.

SEGUICI SU FACEBOOK

Facebook Pagelike Widget


ULTIMI TWEET

BELEN: SONO UNA LAVORATRICE PRECARIA. INTERVISTA AI FRATELLI RODRIGUEZ TRA DESIDERI DI MATERNITA’ E AMORE PER L’ITALIA E UN PENSIERO SU QUANTO DETTO DA ELISABETTA FRANCHI. https://www.crisalidepress.it/belen-sono-una-lavoratrice-precaria-intervista-ai-fratelli-rodriguez-tra-desideri-di-maternita-e-amore-per-litalia-e-un-pensiero-su-quanto-detto-da-elisabetta-franchi/

VALENTINA FERRAGNI: I SOCIAL SONO IL CONTENITORE DEL BELLO. CON LA MIA LINEA DI GIOIELLI SONO IO CHE HO “INFLUENZATO” MIA SORELLA CHIARA. https://www.crisalidepress.it/valentina-ferragni-i-social-sono-il-contenitore-del-bello-con-la-mia-linea-di-gioielli-sono-io-che-ho-influenzato-mia-sorella-chiara/

Top