Auto

Lug 05 VOLVO: CONTROLLO A BORDO

di Ilaria Salzano

La prossima generazione di modelli Volvo elettrici utilizzerà il sistema, creato in casa, VolvoCars.OS, per ottenere un unico ambiente operativo omogeneo.
VolvoCars.OS permetterà agli sviluppatori di accedere, previo consenso del cliente, a elementi che si trovano a bordo dell’auto come i dati dei sensori del veicolo, alle interfacce utente e a funzioni basate su cloud come i dati della flotta, consentendo loro di creare nuovi servizi e applicazioni.
“Sviluppando il software in-house possiamo accelerare i tempi di sviluppo e migliorare la vostra Volvo più velocemente di quanto possiamo fare oggi – ha spiegato Henrik Green, chief technology officer – e proprio come sul vostro smartphone o computer, il nuovo software e le nuove funzioni possono essere installati rapidamente mediante aggiornamenti over-the-air, migliorando la vostra Volvo e rendendola ancora più godibile nel tempo”.
L’azienda, inoltre, migliorerà la tecnologia delle batterie agli ioni di litio sulla generazione di EV di prossima produzione, a partire dal primo suv. Entro la metà del decennio, quando introdurrà la sua terza generazione di auto elettriche, Volvo prevede di perfezionare ulteriormente la gamma ed integrare il pacco batterie nel pavimento dell’auto utilizzando la struttura cellulare per aumentare la rigidità complessiva del veicolo e migliorarne l’efficienza. A breve termine Volvo prevede di collaborare con Northvolt per incrementare ulteriormente la densità energetica delle celle delle sue batterie fino al 50% rispetto ad oggi.

.
.
Top